EVENTI

“I CAMMINI DELLO SPIRITO DELLA MAJELLA E DEL MORRONE”

on .

RIPARTE L’INIZIATIVA DEL PARCO DELLA MAJELLA PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO TERRITORIALE

Il 15 maggio, presso l’Aurum di Pescara, si è svolta la riunione del nuovo Comitato “I Cammini dello spirito della Majella e del Morrone”, costituito dal direttivo del Parco Nazionale della Majella, che ha come obiettivo il riconoscimento da parte dell’Unesco del Patrimonio culturale, ambientale, religioso e valoriale del complesso Majella-Morrone.

Gli intervenuti si sono confrontati su alcuni punti cardine del progetto di riconoscimento UNESCO degli Eremi Celestini che trovano la definizione idonea in Paesaggio Culturale Associativo. Tale scelta è stata il frutto di un’accurata riflessione che ha portato ad abbandonare la proposta per l’ottenimento della categoria Patrimonio Culturale in favore della categoria Paesaggio Culturale Associativo.

Dal dibattito tra i vari soggetti intervenuti, prende forma il progetto vero e proprio del riconoscimento Unesco che coinvolge così non i singoli siti degli Eremi bensì l’intero paesaggio culturale che inquadra gli Eremi non più come aree perimetrali ma come aspetti immateriali di un patrimonio ambientale culturale e naturalistico.

La fisicità degli Eremi cede la scena ai Cammini dello Spirito, degli itinerari autentici descrittivi di un viaggio che il Parco Majella disegna sulle tracce dell’eremita Pietro da Morrone, ancor prima della nomina a Papa Celestino V.

Si delinea così il Percorso “Paesaggio Culturale Associativo” che coinvolge le comunità, le tradizioni, la natura e la storia; un percorso in cui, accanto all’operato dei singoli enti rappresentati nel Comitato, anche la comunicazione e la divulgazione diventeranno elementi imprescindibili per il raggiungimento del riconoscimento Unesco.

  Licio Di Biase -  

Coordinatore Comitato  

Componente Direttivo Parco della Majella

Lacrime e applausi per lo spettacolo sulla vita di Liliana Segre ieri al Matta

on .

Pubblico attento ed emozionato ieri sera al Matta per lo spettacolo SEGRE. Come il fiume, di Antonio G. Tucci con Serena Di Gregorio nell’ambito delle iniziative celebrative della Giornata della Memoria. Un lavoro teatrale prodotto dal Teatro del Krak, con il patrocinio del Comune di Pescara, Assessorato alla Cultura, per offrire ai giovani l’opportunità di non dimenticare la tragedia della Shoah, definita dal premio Nobel Elie Wiesel come “La più grande tragedia della storia”. Una produzione liberamente tratta da: “La memoria rende liberi” di Enrico Mentana e Liliana Segre Rizzoli, “Fino a quando la mia stella brillerà” di Liliana Segre con Daniela Palumbo. Edizioni Piemme, che avrà delle repliche per le scuole, per ampliare il cammino narrativo della memoria.

 

"C’è un gran bisogno di spettacoli come questo per allargare le nostre conoscenze sulla Shoah e per far crescere la sensibilità su un argomento che ha segnato così profondamente il secolo breve - così il presidente del Consiglio Francesco Pagnanelli e l'assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo presenti alla rappresentazione - La memoria di quel periodo così buio e feroce è indispensabile perché ciò che accaduto non si ripeta mai più nella storia dell'umanità.

Abbiamo assistito a uno spettacolo intenso, toccante e capace di lasciare il segno nella vita di chi guarda, una prerogativa necessaria per realizzare un’impresa così grande qual è la costruzione della memoria. E’ bene che siano i giovani il pubblico privilegiato, perché tracce di storie così belle e significative come quella della nostra senatrice a vita non perdano mai la propria forza ed evidenza. Al teatro del Krak e al regista va il grazie per questa grandissima prova di scena”.

 

Pescara 23 gennaio 2019

 

 

Mattinate d’Inverno del FAI.

on .

Gli studenti diventano protagonisti nelle rispettive città per raccontare il patrimonio storico e artistico del loro territorio con le Mattinate d’Inverno del FAI.

Gli Apprendisti Ciceroni dell'Istituto IPSSAR "F. De Cecco" - Sezione Accoglienza Turistica di Pescara sonoda stamane i protagonisti dell'itinerario fra i palazzi di Piazza Italia, a cura della Delegazione FAI Pescara.
Si tratta di giovani studenti, appositamente preparati dai volontari FAI, che operano in un dialogo continu o con i loro docenti. Indossati i panni di narratori d’eccezione, gli studenti raccontano alle classi in visita il valore di questi beni e le storie che custodiscono, Nello specifico per palazzo di città la Sala Aternum dove sono stati accolti stamane dal Presidente del Consiglio Comunale Francesco Pagnanelli.
I beni saranno aperti alle scuole dale h. 9 alle h. 13, dal 26 al 30 novembre 2018.
 
Nel link le foto delle visite:

Diario di bordo - settimana dal 22 al 28 ottobre 2018.

on .

Diario di bordo della prossima settimana:

martedi 23 ottobre ore 20 Aurum - presentazione del libro di Valeriano Santurbano "Una poesia per te". Interverranno Vittorio Sgarbi e l'autore. Ci sarò anche io per un saluto

mercoledì 24 ottobre ore 16 sala consiliare del Comune di Torre dè Passeri, in occasione dell'apertura del corso dell'Università della terza età, presento il libro "Il mio Flaiano - un satiro malinconico" scritto da me ed Enrico Vaime.

sabato 27 ottobre alle ore 18.30 presentazione del libro "Il mio Flaiano" a Firenze, incontro organizzato dall'Associazione degli abruzzesi di Firenze.

domenica 28 ottobre ore 19 a Catignano, in occasione dell'apertura del corso dell'Università della terzà età presento il libro di Cristina Mosca "Con la pelle ascolto". Ci saranno l'autrice e Antonino Fabbrocino.