In Consiglio comunale si sblocca la vicenda di piazza Nilde Iotti

on .

DICHIARAZIONE STAMPA DEL SINDACO MASCI       

 

<E’ una ferita aperta da 24 anni, quella di piazza Nilde Iotti, che oggi finalmente “suturiamo” grazie all’accordo con il privato che realizzerà opere a vantaggio dei residenti di quel quartiere, dell’intera zona dei Colli e direi della città di Pescara. Mi sono molto speso per approdare a questo schema di convenzione con l’impresa, unitamente al Presidente del Consiglio comunale, Marcello Antonelli, agli assessori, alle commissioni e agli uffici tecnici, affinché si giungesse oggi a determinare un risultato che ci riempie di soddisfazione perché restituisce rilevanti benefici alla comunità. Grazie alla firma di questa convenzione, nella quale troviamo un punto di equilibrio nel rapporto tra pubblico e privato, cosa che non è mai facile, l’amministrazione otterrà finalmente il completamento di una piazza finora abbandonata a se stessa, un’opera che migliorerà la qualità di vita di famiglie che hanno atteso per troppo tempo, che permetterà a chi vuol aprire un’impresa di utilizzare i locali commerciali che lì vi sono; si tratta di un intervento per 850.000 euro che ricadrà sull’ex società Gmg, cui cederemo per 350.000 euro anche i box interrati oggi rimasti al grezzo e che l’impresa dovrà ultimare. A questo si aggiunga anche la stipula di una polizza fideiussoria, che è stata stabilita a garanzia dell’esecuzione dei lavori. Un’operazione importante sia sotto il profilo politico che amministrativo, e che esprime concretamente ciò che vado sostenendo fin dall’avvio di questa esperienza di governo di Pescara: vogliamo essere quelli che sbloccano le situazioni impantanate da anni, che realizzano i progetti rimasti solo sulla carta. Lo dimostra la soluzione di questa vicenda dell’ex Gmg, ma lo dimostra anche un altro importante progetto, il recupero dell’ex Fea sul lungomare nord, di cui si parla fin dagli anni ‘80; il Consiglio domani si occuperà anche di quest’altra scommessa vinta, che consiste nella creazione di un museo di arte contemporanea e di ampi giardini di pregio all’interno di un polo che farà segnare un altro notevole salto di qualità dell’offerta culturale della nostra città>.

Pescara, 25 febbraio 2021