Il Consiglio comunale approva l’aggiornamento del DUP

on .

Inseriti quattro importanti interventi sulla città

Il Consiglio comunale di Pescara, riunitosi questa mattina in videoconferenza, ha licenziato a maggioranza con 19 voti favorevoli un provvedimento di rilievo, ossia l’aggiornamento del DUP 2021-2023 con l’inserimento, nel documento di programmazione, di quattro nuovi interventi per l’esecuzione di importanti lavori sulla città di Pescara. Le opposizioni, Movimento 5 stelle e Pd,  avevano presentato due istanze di sospensiva della discussione della proposta di delibera, richieste bocciate dall’aula. Le opere pubbliche che hanno ricevuto oggi il via libera all’inserimento nella programmazione dell’amministrazione sono:

Ø -la messa in sicurezza del versante collinare della ex Cava Cetrullo di via di Sotto, a Pescara Colli, già a partire dal 2021, per un investimento complessivo di 900.000 euro

Ø“Riqualificazione del verde urbano dimorante in Corso Vittorio Emanuele”, per un importo complessivo di 365.000 euro, di cui 50.000 di fondi propri dell’ente. Si tratta di una delle zone della città, in questo caso nel centro cittadino, dove ormai da anni si assiste a un depauperamento del patrimonio arboreo determinato in molti casi dalla presenza di parassiti delle piante, in particolare di lecci

Øadeguamento sismico e antincendio della Scuola statale Michetti di Via del Circuito, per complessivi 1,230.000 milioni di euro, grazie a un finanziamento ministeriale e a quanto previsto dal Piano di Edilizia scolastica regionale. Opere preannunciate e che oggi trovano nel DUP  la loro definizione programmatoria, passaggio fondamentale per dare risoluzione alle attese del personale scolastico e delle famiglie che gravitano su quella scuola

Ørealizzazione di lavori di riqualificazione e affidamento in gestione del centro sportivo Muccioli a Colle Breccia (559.966 euro), oggi in stato decadente, il tutto attraverso una procedura di finanza di progetto che produrrà consistenti benefici per i conti pubblici: riduzione delle spese di gestione che gravano sul Comune; ripresa della piena fruizione da parte della popolazione, migliorandola, di un impianto che ricade di una zona dove non sono presenti strutture di tal genere utili a diffondere la pratica sportiva.

 

 

<Riguardo al verde pubblico cittadino - ha detto il sindaco Carlo Masci – quella di Corso Vittorio Emanuele è una delle zone del centro città dove da anni si assiste a un depauperamento del patrimonio arboreo determinato in molti casi dalla presenza di parassiti delle piante. Avevo promesso ai pescaresi che saremmo intervenuti per migliorare il patrimonio verde, l’immagine della città e  la qualità ambientale, e in questo caso lo faremo togliendo gli alberi ammalorati da troppi anni e sostituendoli con nuove piantumazioni. Oggi finalmente passeggiando su quella via non dovremo più girarci dall’altra parte di fronte a quei lecci morenti.  Sulla scuola Michetti, oggi raggiungiamo un obiettivo che sconfessa le continue accuse  di quanti hanno sempre sostenuto che non avremmo mantenuto gli impegni assunti. Oggi siamo pronti al totale recupero della “Michetti”, a dispetto di chi aveva tuonato contro il temporaneo utilizzo di quella struttura per il cosiddetto “Piano freddo”. Senza alcun ritardo, dunque, possiamo dire al personale scolastico e alle famiglie che quella struttura tornerà a nuova vita>.

Per l’assessore all’Edilizia scolastica e al Verde pubblico, Gianni Santilli <quella su Corso Vittorio Emanuele è una risposta nei fatti alle esigenze di abbellimento della città, di una delle sue arterie più importanti. E’un’azione di riqualificazione del Corso  atteso dai residenti e in particolare dai commercianti; saranno messi a dimora alberi e cespugli, oltre a delle pensiline con vegetazione rampicante>. Riguardo ai lavori sulla scuola Michetti, Santilli ha affermato: <Come amministrazione, una volta avuta la conferma del finanziamento ministeriale,  non abbiamo perso un solo minuto in più  e siamo quindi molto soddisfatti di poter annunciare a quel quartiere della nostra città, e a docenti e studenti, che presto potranno rientrare in una scuola sicura e accogliente>.

 

Pescara, 10 marzo 2021