POLITICA

Costituito il Comitato per la rilettura del processo di fusione di Pescara, Montesilvano, Spoltore.

on .

LUNEDI' 18 DICEMBRE 2017 ALLE ORE 17.30

PRESSO LA SALA CONSILIARE DELLA PROVINCIA DI PESCARA

CI SARA' LA PRESENTAZIONE DELL'INIZIATIVA

CON L'INTERVENTO DEI COMPONENTI IL COMITATO.

IN ALLEGATO IL DOCUMENTO COMPLETO.

«...Mentre i regni e le repubbliche sono opera umana, sembra che il Comune esca dalle mani di Dio...».  (Alexis de Tocqueville)

 

Costituzione del “Comitato per la rilettura

del Progetto di fusione tra Pescara, Montesilvano e Spoltore”

I sottoscritti

1 – Licio Di Biase

2 – Piergiorgio Landini

3 – Diego De Carolis

4 – Luciano Di Lorito

5 – Lucio Zazzara

6 - Giacomo Cuzzi

7 – Valter Cozzi

8 – Pino Mauro

 •alla luce del Referendum consultivo finalizzato alla fusione tra Pescara, Spoltore e Montesilvano, peraltro svoltosi in una condizione di marginalità di interesse a causa delle concomitanti elezioni amministrative (a cui furono interessati due dei tre Comuni coinvolti), regionali ed europee;

•posto che all’esito di tale Referendum va certamente dato seguito;

•rilevando che la fusione tra Comuni appare tuttavia una soluzione parziale nei confronti della ben più complessa e da tempo richiamata questione della costituzione di un’Area Metropolitana;

 

•esprimendo preoccupazione per le ripercussioni di carattere politico, economico, sociale, identitario che tale scelta, se non attentamente meditata, inevitabilmente comporterebbe;

•sottolineando come essa meriti comunque dibattiti e approfondimenti su dati certi,

costituiscono il COMITATO DI FATTO denominato:

“Comitato per la rilettura del Progetto di fusione  tra Pescara, Montesilvano e Spoltore” 

Le ragioni del Comitato sono esposte nella nota allegata al presente atto, che costituirà il manifesto da sottoporre all’attenzione dell’opinione pubblica per la sottoscrizione e l’adesione al Comitato stesso.

Coordinatore dell’iniziativa è Licio Di Biase (tel. 3488286229) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.terzomillennio.eu

(CONTINUA)