PIAZZA ITALIA

Qualità dell’aria, gli ultimi tre sforamenti non sono da smog.

on .

L’assessore Di Carlo: “Invito ai sindaci che non hanno ancora ratificato la convenzione a farlo. Pescara pronta a ragionare su area vasta”

 

Nel primo pomeriggio di oggi si è svolta una riunione voluta dall’assessore all’Ambiente Simona Di Carlo e dal sindaco Marco Alessandrini per approfondire le cause dello sforamento dei dati sulla qualità dell’aria riscontrati nei giorni scorsi dall’Arta sulla  centralina di via D’Annunzio. All’incontro erano presenti oltre all’assessore Simona Di Carlo anche il direttore dell’Arta Francesco Chiavaroli con Sebastiano Bianco responsabile del Settore Aria dell’agenzia, la dirigente e il responsabile di servizio del Settore Ambiente del Comune Emilia Fino e Giovanni Caruso.

 

 

“L’incontro è stato utilissimo a chiarire gravità e cause dei tre sforamenti consecutivi riscontrati sulla centralina di via D’Annunzio – riferisce l’assessore Simona Di Carlo– Il direttore Chiavaroli ci ha chiarito che non si trattava di inquinamento da smog, perché le sostanze riscontrate erano puramente naturali e non di origine antropica, di conseguenza gli sforamenti non vengono considerati nel computo stabilito dalla legge per l’adozione dei provvedimenti. In ogni caso la nostra attenzione resta altissima a mantenere nei limiti stabiliti i valori della salubrità dell’aria e avere una qualità dell’aria buona giornalmente. La nostra preoccupazione è stata tradotta e riportata nella convenzione ratificata dal Comune che stabilisce che dopo quattro sforamenti l’Amministrazione insieme agli altri cinque Comuni del tavolo provvederà ad adottare i rimedi previsti dalla convenzione nei casi di allerta.

Nei prossimi giorni solleciteremo i sindaci dei Comuni che non hanno ancora approvato in Consiglio questo documento a procedere, perché è indispensabile condividere le stesse misure e perché la qualità dell’aria sia buona sulla maggiore porzione di territorio possibile. Comunque agiremo, riunendo il tavolo anche in assenza di ratifica e qualora si verificassero 4 sforamenti in una delle centraline di Pescara, la cui qualità dell’aria non è influenzata solo da fattori cittadini, ma risente dell’area vasta e delle interazioni giornaliere che si verificano attraverso vari vettori.

Nei fatti va riscontrato un progressivo miglioramento dei dati negli anni, visto che Pescara non è più andata oltre i 35 sforamenti e com’è riscontrabile anche dai dati Ispra del Ministero dell’Ambiente, che nell’ultima relazione dettagliata sulla qualità dell’aria in Abruzzo e nello specifico di Pescara, ci colloca in una buona posizione nella classifica delle maggiori città italiane di riferimento, dove siamo al 55esimo, posto. 

Per dare maggiore trasparenza e condivisione sia ai dati che alle politiche che adotteremo il Comune provvederà a creare un link ad hoc con la sezione del sito dell’Arta grazie a cui la situazione dell’aria e gli altri parametri ambientali analizzati dall’Arta saranno verificabili in tempo reale”.

 

Pescara, 1 ottobre 2018

Inaugurazione sabato 20 ottobre all’Aurum dell’Ufficio Europa Area Metropolitana del Comune di Pescara, Montesilvano e Spoltore.

on .

I sindaci: “Parte una coprogettazione strategica per le nostre città”

 

Dopo l’approvazione della coprogettazione fra i Comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore arriva l’evento di inaugurazione  per l’Ufficio Europa Area Metropolitana che sabato 20 ottobre a partire dalle ore 11 sarà inaugurato all’Aurum dai tre primi cittadini con un evento di apertura per fare il punto sull’importanza della progettazione europea per le città e i territori. Ueam è un ufficio che unisce tre Comuni, finanziato nell’ambito del POR FSE Abruzzo 2014/2020 Asse IV, destinato a favorire, in forma coordinata e nell’ambito della costruzione di una strategia unitaria di sviluppo territoriale, tra i tre Comuni, la gestione associata di servizi diretti a sostenere l’accesso ai finanziamenti resi disponibili a valere su programmi europei, nazionali e regionali.

 

“Apriremo un ufficio che unisce i Comuni di Pescara, Montesilvano e Spoltore – così il sindaco Marco Alessandrini - alla base di questo progetto che ci vede anche primi nella classifica dei finanziamenti, c’è un lavoro di squadra che va nella direzione della Nuova Pescara. Apriamo un Ufficio Europa che non sarà limitato al nostro territorio ma sarà di Area vasta: questo significa gestione associata di servizi, non solo centro di informazione, ma luogo di consulenza per avere i finanziamenti. Un traguardo ulteriore che ci invita a progettare in grande, producento sinergie ed economie di scala e che varchiamo ringraziando le strutture dei nostri rispettivi Enti, che si aggiunge alle altre copiose risorse che in questi quattro anni e mezzo di governo siamo riusciti a catalizzare e trasformare in servizi, senza perdere treni, ma facendo crescere opportunità in nome del territorio e della buona progettazione e che ora potremo ampliare grazie al lavoro che faremo insieme”.

 

“Considero l’Ufficio Europa area metropolitana, una grande opportunità  per accedere a quei fondi che la nostra regione, e le nostre città, non sono riusciti, finora, a ottenere dall’Unione europea - dice il sindaco di Montesilvano, Francesco Maragno - Potremo avviare servizi di progettazione, programmazione e accesso ai finanziamenti europei, in particolare in base all’avviso pubblico relativo all’intervento 25 del Piano operativo FSE 2017/2019 del Por Fse Abruzzo 2014/2020 empowerment delle istituzioni locali. E’ fondamentale per la nostra città, terza per popolazione in Abruzzo, avere disponibilità nuove per modelli di governance urbana, per il rilancio della competitività dei nostri territori. Lavorando su obiettivi comuni si possono raggiungere risultati importanti a favore dei cittadini, che devono essere gli unici referenti del nostro lavoro”.

 

“La messa in rete dei servizi dei Comuni e l’organizzazione degli interventi in aree omogeneamente più simili - evidenzia il sindaco Luciano Di Lorito -  è la via del futuro per migliorare l’offerta di servizi alla cittadinanza. Una via a cui ci invita la normativa nazionale che organizza in ambiti tutta una serie di servizi, dai rifiuti al sociale: dobbiamo percorrerla perché è la via vincente per rendere efficienti, ottimizzare e sfruttare le economie di scala. Iniziative come questa dimostrano che non è necessario fondere le Amministrazioni per riuscirci e dare servizi migliori ai nostri territori. Sul reperimento dei fondi europei scontiamo ritardi che vanno imputati alla difficoltà di attrarre finanziamenti, grazie alla coprogettazione con Pescara abbiamo potuto cogliere questa opportunità e con le risorse dei nostri organici potremo fare in modo che i fondi arrivino sulle nostre città per portare avanti progetti che non possiamo coprire con risorse comunali”.

 

INFO E PROGRAMMA

http://www.ueam.it/2018/10/15/ueam-inaugurazione

Ore 11 Saluti istituzionali

Elena Sico, Responsabile Servizio Autorità di Gestione Unica FESR-FSE, Programmazione e Coordinamento Unitario della Regione Abruzzo Francesco Maragno, Sindaco Comune di Montesilvano,  Luciano Di Lorito, Sindaco Comune di Spoltore

Ore 11,20 Interventi

Massimo Luciani, Direttore ANCI Abruzzo
Alessandro Addari, Vice Presidente Confindustria Chieti Pescara Graziano Di Costanzo, Direttore Regionale CNA Abruzzo Fabrizio Vianale, Direttore Confartigianato Pescara
Roberto Mascarucci, Prof. Ord. Urbanistica UdA Chieti-Pescara Giuseppe Di Marco, Presidente Legambiente Abruzzo
Mario Battello, Direttore Associazione TECLA

Ore 13 Saluti finali

Marco Alessandrini, Sindaco Comune di Pescara

 

Pescara 18 ottobre 2018

 
 

Rotatoria del Pronto Soccorso, sì della Giunta al progetto di fattibilità tecnica. *

on .

Blasioli: “Opera doppiamente utile, per fluidificare il traffico di un incrocio pericoloso e agevolare l’ingresso al nuovo Pronto Soccorso” * La Giunta comunale nell’ultima seduta ha approvato il progetto definitivo esecutivo relativo al lavoro di infrastrutturazione e messa in sicurezza della nuova rotatoria che sorgerà in via Monte Fonte Romana dinanzi al nuovo Pronto Soccorso. “E’ un lavoro molto atteso che agevola i cittadini, stanchi di incroci di auto e dei continui incidenti tra via Fonte Romana, via Monte Faito e via Gole di San Venanzio – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici *Antonio Blasioli*- Uno degli incroci più trafficati e difficili, anche per il passaggio di tutta l’utenza ospedaliera. Lo spartitraffico verrà sostituito da una rotatoria che nascerà all’altezza dei capannoni degli operai del Comune. E’ un lavoro importante perché parte dalla piena sintonia con la Asl di Pescara e per questo voglio ringraziare il manager Armando Mancini che ha capito l’importanza di un lavoro unitario allorché con il nuovo ingresso del realizzando Pronto Soccorso, le ambulanze rientreranno proprio nell’area dove sorgerà la rotatoria. Il lavoro è stato preceduto da una serie di incontri tra i tecnici comunali e quelli della Asl, culminati che hanno condiviso l’esigenza di un intervento di più ampio respiro per la progettazione e realizzazione condivisa della nuova viabilità esterna ed interna al Pronto Soccorso, diretta ad ottimizzare i flussi veicolari in ingresso ed uscita. Questo lavoro ha portato all’approvazione dello schema di accorso di programma ex art. 34 del TUEL conclusosi con decreto sindacale il 5 febbraio 2018. Il Comune di Pescara sarà stazione appaltante e curerà la progettazione e l’esecuzione delle opere, sia della viabilità esterna che di quella interna, intendendo per viabilità interna quella che condurrà le ambulanze dall’altezza dell’attuale CUP fino all’ingresso del Pronto Soccorso e da qui all’uscita su via Fonte Romana, mentre Comune e Asl pagheranno ognuno per le opere di competenza, per cui la rotatoria sarà a carico del Comune per €. 100.000,00 mentre la Asl stanzierà €. 320.000. L’importo complessivo del progetto è di 420.000,00. Ora parte la gara di appalto, si punta a iniziare i lavori a fine febbraio inizio marzo e sono sicuro che la cittadinanza apprezzerà moltissimo questa opera che fluidificherà la circolazione in un incrocio di massimo afflusso di auto e ambulanze. Ancora una volta dimostriamo di saper centellinare i nostri interventi sui lavori pubblici, intervenendo solo laddove è necessario per la sicurezza degli utenti della strada”.

 

Rampigna, sì della Giunta alla riqualificazione.

on .

Diodati: “Un nuovo campo, un museo e non solo sport nel futuro della struttura”

 

Sì della Giunta Comunale al progetto per la riqualificazione attraverso opere di risanamento conservativo, l’impianto sportivo di proprietà comunale denominato “Renato Curi”, meglio conosciuto come “Rampigna”,

 

 

“Si tratta di un impegno preso con la città che pratica e promuove lo sport – così l’assessore allo Sport Giuliano Diodati– L’impianto deve tornare a vivere, la sua posizione centralissima all’interno della città lo rende l’unico impianto facilmente raggiungibile con la maggior parte dei mezzi pubblici, oltre che dalla viabilità ciclabile, pertanto facilmente fruibile da parte delle giovani generazioni, dedite alle attività sportive. La sua storia è da sola una ragione più che valida dell’esigenza di riportarlo in piena attività, un passato glorioso a cui vogliamo dare un futuro nuovo.

Le opere da realizzare consistono nella riqualificazione della struttura sportiva, finalizzata alla restituzione alla comunità di un impianto con caratteristiche versatili, sia per lo svolgimento di attività sportive, sia di eventi culturali. Abbiamo dunque approvato il Progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento, per un importo complessivo di 800.000 euro e con l’intenzione di avviare il processo già nel 2018.

Il progetto è già pronto, prevede la realizzazione di un nuovo campo di calcio in erba sintetica, il rifacimento delle tribune e degli spogliatoi e nuovi sotto servizi. Stiamo pensando anche alla memoria di questo storico campo, inserendo nel progetto anche un museo dedicato alla storica squadra di calcio Strapaesana, mito nel Dopoguerra. Sport e non solo sport ci saranno anche gli eventi nella nuova vita del Rampigna: posizione e logistica lo rendono candidabile ad ospitare concerti e iniziative anche di altra natura, valorizzando ancora di più la porzione di città dove storicamente sorge

 

Pescara, 1 ottobre 2018