PIAZZA ITALIA

Marco Presutti entra in Giunta, la firma stasera.

on .

Il Sindaco: “Assume anche la delega alla Nuova Pescara per agevolare il percorso della nuova realtà amministrativa”

 

Nella serata di oggi il Sindaco Marco Alessandrini ha nominato Marco Presutti nuovo assessore della Giunta Comunale che assume le deleghe del dimissionario Diodati, oltre a una nuova delega sulla Nuova Pescara.

 

“Si tratta di un nome di qualità che ci consente di proseguire con ritmi serrati il lavoro iniziato – così il sindaco Marco Alessandrini– Al neo assessore buon lavoro e uno speciale augurio per la nuova delega dedicata alla Nuova Pescara, da me fortemente voluta per agevolare il cammino iniziato e farlo a vantaggio della comunità e dell’organizzazione amministrativa di questa importante trasformazione”. 

 

Pescara, 13 novembre 2018  

 

 

 

 

Al via altri interventi di messa in sicurezza e ripristino di marciapiedi e strade su tutto il territorio cittadino.

on .

 Blasioli: “Si aggiunge Corso Umberto alle vie già iniziate” 

 

“Dopo via Bardet, via Modesto della Porta e via del Santuariol stamane sono partiti anche su Corso Umberto i lavori di manutenzione straordinaria del manto stradale: interventi su tutto il territorio cittadino, per un importo pari a circa 500.000 euro.

Come annunciato queste risorse non ci consentono di rifare intere strade, né interi marciapiedi, ma ci danno la preziosa possibilità di intervenire per eliminare quelle situazioni di pericolo che ci sono state segnalate dai cittadini o che sono state ispezionate dal servizio manutenzione del Comune, a partire dai marciapiedi e dai camminamenti pedonali. 

Un lavoro iniziato in via del Santuario (lato monte), via Bardet (ultimo tratto), via Modesto della Porta (betonella), che da oggi prosegue su Corso Umberto e Piazza Salotto e andrà poi avanti anche sui marciapiedi in betonella di via Regina Margherita, viale Kennedy, Piazza Allende (ripristino dei cubetti di porfido), via Benedetto Croce (betonella dal civico 163 e successivi), via Doria (betonella), Piazza San Silvestro (betonella), via Figlia Di Iorio (betonella, via Tavo (Betonella), viale Sabucchi (betonella) e viale Muzii (betonella). 

Terminati i lavori sui marciapiedi, inizieremo quelli con l’asfalto a caldo, con fresatura e ripristino del manto. Nei fatti in vista dell’inverno andiamo ad agire su punti dove dopo le piogge si creano buche e avvallamenti che rendono rischiosa la mobilità, creando dei veri e propri punti deboli della viabilità cittadina, che abbiamo ricoperto durante l’inverno con asfalto a freddo e che ora potremo chiudere definitivamente con un lavoro più accurato. 

A tale proposito continua la mappatura della città, privilegiando le arterie più trafficate e di grande scorrimento. Interventi previsti quindi su via Caravaggio (nel tratto dalla rotatoria via Bernini verso Montesilvano), Colle Renazzo, via Maestri del lavoro d’Italia, via Arapietra, via Salara Vecchia, via Lago di Campotosto, via del Circuito (nel tratto compreso tra il Ponte delle Libertà e via Pian delle Mele), via Ferrari (dal sottopasso di via Michelangelo fino a via Arapietra), via Luisa d’Annunzio, via Marconi, via Caduta del Forte (dinanzi al cinema Massimo), via Celommi e via della Bonifica”

 

 

Pescara,  1 ottobre 2018 

 

Il vice Sindaco e assessore alla Manutenzione

Antonio Blasioli

 

Tecnici al lavoro nella Riserva dannunziana.

on .

 Marchegiani: “Professionisti del verde al lavoro per vagliare la staticità delle piante e per tutelare le zone di maggiore valore ecologico”

 

Si è svolto nel pomeriggio il sopralluogo del sindaco Marco Alessandrini all'interno della riserva dannunziana dove prosegue il lavoro di accertamento della staticità degli alberi richiesto a fronte delle perdite avutesi dopo le ondate di maltempo di inizio autunno. Con il primo cittadino anche l'assessora alla Riserva dannunziana Paola Marchegiani, il responsabile del servizio Verde Mario Caudullo e il tecnico Rocco Sgherzi fra i professionisti incaricati dal comune per visionare i comparti.


"Per tutta la prossima settimana i tecnici saranno impegnati nei controlli – così l’assessora alla Riserva dannunziana Paola Marchegiani - Si stanno facendo studi per valutare la stabilità delle piante e alla fine di questi avremo un quadro preciso che ci consentirà di adottare provvedimenti a tutela del verde e soprattutto della pubblica incolumità, al momento salvaguardata dalla decisione di mantenere chiusa la riserva finché non avremo l'esito dello studio.

Parallelamente si sta attivando anche un progetto di migliore gestione dell’ecosistema della Riserva, per circoscrivere le aree di rilevante interesse ecologico e interdirle alla fruizione, nonché di riduzione delle piante esotiche ad oggi presenti nel suo perimetro, perché minano le specie autoctone che devono essere valorizzate e protette".

 

Pescara, 15 novembre 2018

 

 

 

Sì del Consiglio alla riqualificazione dell’Area di Risulta.

on .

Sindaco: “Parte l’iter che trasformerà i 13 ettari di parcheggi e vuoto odierni nel Parco Centrale che la città attende da più di 30 anni”

 

Nella mattinata di oggi il Consiglio Comunale ha approvato la delibera sulla riqualificazione dell’area di risulta. L’aula si è espressa con 16 , 12no, espressi con voto nominale, sui 28 consiglieri presenti. E’ stato approvato anche un ordine del giorno presentato dalla maggioranza, che integra la delibera, invitando il Sindaco e Giunta a dare attuazione alle proposte per integrare il futuro progetto di riqualificazione delle istanze emerse durante l’ultima condivisione avuta con le associazioni e i portatori d’interesse, aspetti che l’Amministrazione si è già detta disponibile a recepire. Sul voto di oggi e sui prossimi passi della delibera, è prevista una conferenza stampa che si terrà domani.

 

“Il punto più importante e strategico del nostro mandato entra in una fase finalmente operativa su una riqualificazione che la città aspetta da oltre trent’anni – così il sindaco Marco Alessandrini– In due giorni abbiamo toccato in Consiglio due traguardi sostanziali per la vita e lo sviluppo della città: ieri con la votazione sulle NTA che torneranno in aula a brevissimo per l’approvazione, oggi l’area di risulta. Parliamo di trent’anni di attesa, trent’anni di inerzia, trent’anni di degrado, trent’anni di no espressi a scapito della città e della comunità che in tanti hanno detto di voler rappresentare. Quello odierno è il primo importante sì farà crescere la città verso Pescara 2027 e l’area vasta, un passo verso il Parco Centrale, il progetto più importante per la città, passo a cui siamo consci che dovranno seguirne altri, altrettanto determinati e determinanti, per cui abbiamo lavorato in questi anni.

Le cose si cambiano amministrando: non si migliora Pescara se si dicono solo no. Noi andiamo avanti e lo faremo con la massima condivisione con tutti i soggetti che accompagneranno l’area di risulta verso la concreta riqualificazione. A tal proposito voglio fare un ringraziamento alla struttura Tecnica con Giuliano Rossi, Tommaso Vespasiano, Francesca Marzetti e Andrea Mammarella che per tre anni hanno lavorato su quello che oggi è non un progetto ma un “appalto in concessione di lavori” e grazie anche alla parte politica, oggi rappresentata dal vicesindaco Antonio Blasioli e ieri con gli ex assessori Enzo Del Vecchio e Stefano Civitarese Matteucci che hanno messo insieme idee e le hanno tradotte in numeri. Noi vogliamo che la città vada avanti e per questo teniamo a questo voto e abbiamo dato la nostra piena disponibilità a migliorare il progetto che nascerà nei prossimi mesi per la riqualificazione dell’area di risulta. Insieme dobbiamo fare di tutto per rendere attrattiva e gradevole la nostra città, specie quando la riqualificazione della sua area più strategica attende da quarant’anni un progetto in grado di decollare: ora c’è un treno che passa ed è quello della modernità, a cui abbiamo lavorato alacremente insieme agli uffici e a i portatori di interesse, non possiamo perderlo. Con le associazioni di categoria che hanno compreso l’importanza del momento, siamo entrati nel merito del discorso, abbiamo fatto un percorso per capire cosa serviva per fare un progetto che è davvero capace di far diventare Pescara la capitale dell’area vasta. Una volta approvato lavoreremo insieme affinché l’area di risulta diventi il Parco Centrale che questa città aspetta e che dopo tanta attesa merita: dove ci sia il verde, dove ci sia un attrattore culturale, dove ci siano spazi capaci di fare vetrina per la città e che non confliggano con l’identità commerciale della zona, che sia in grado di trasformare il vuoto degli 13 ettari di oggi in un punto di forza della città che cresce e guarda al futuro”.

 

Pescara, 11 dicembre 2018