PIAZZA ITALIA

Presentato in Comune l’accordo con la Asl per il nuovo presidio del 118 a Pescara Sud

on .

<Un esempio virtuoso di collaborazione tra l’amministrazione comunale di Pescara  e l’azienda sanitaria locale, per un obiettivo importante da raggiungere a beneficio della comunità>.
L’assessore al Patrimonio Patrizia Martelli ha aperto con queste parole l’incontro di questa mattina con in giornalisti, nel corso del quale è stato presentato il progetto di realizzazione di una nuova postazione del 118 a Pescara Sud, in un’area della città dove questo servizio sarà molto utile per tutelare di più e meglio la salute e la vita delle persone.
Nei prossimi giorni sarà infatti firmata la convenzione con la quale il Comune metterà a disposizione della Asl per 19 anni un immobile di 130 metri quadrati su due piani in via San Marco, nei pressi del polo sportivo, attualmente inutilizzato e che necessità di ristrutturazione; la Asl, da parte sua, provvederà  a eseguire opere di adeguamento alla vigente normativa igienico-sanitaria e di sicurezza, per un investimento di circa 85mila euro, a fronte dell’applicazione da parte dell’amministrazione dello scomputo dai canoni delle spese sostenute. Saranno così dimezzati i canoni di locazione che altrimenti l’azienda sanitaria avrebbe dovuto sostenere. Va quindi sottolineato come l’amministrazione non sosterrà alcun costo.      

Per il direttore sanitario aziendale, Antonio Caponetti si tratta <di un’operazione intelligente, perché permette di cogliere utilità sia per il Comune che per il sistema sanitario locale, a conferma della buona intesa tra queste due realtà pubbliche che si è manifestata non solo in relazione alla lotta al Covid ma che continua oggi e continuerà con altre iniziative di cui parleremo a breve>.

Per Vincenzino Lupi, responsabile della Uoc del servizio 118 <realizziamo una struttura molto bella e funzionale, che oltretutto è localizzata in una posizione strategica in quell’area della città. Ci permetterà di migliorare su più fronti: garanzia d’intervento, tempistica del soccorso e ottimizzazione delle modalità di gestione sono i vantaggi che otterremo da questa nuova dotazione operativa. È una sede aggiuntiva con cui andiamo coprire un altro sito territoriale, affiancandola a quelle già esistenti per le attività delle ambulanze di tipo A e tipo B,  localizzate in ospedale, a Nord, in Centro e nei pressi del Tribunale>.

<Da parte dell’amministrazione recuperiamo un immobile di cui la Asl ci ha chiesto la disponibilità – ha continuato la Martelli - per l’istituzione di un presidio che sarà operativo h 24, al fine di incrementare il numero di postazioni 118 nel comune di Pescara e potenziare la rete dell’emergenza urgenza territoriale. Crediamo di fare cosa molto utile alla Asl e ai residenti di quella parte della città che abbraccia anche via Rio Sparto, via Fontanelle, Via Tirino e non solo>.

Per il potenziamento dell’emergenza-urgenza territoriale, com’è noto vi era l’obbligo di legge di consultare prima gli enti pubblici riguardo alla disponibilità di spazi idonei, solo successivamente è possibile ricorrere al mercato privato. Questo per favorire il pagamento di un affitto calmierato. I lavori dureranno alcuni mesi, l’entrata in funzione del presidio è prevista tra dicembre 2021 e gennaio 2022.

Il sindaco Carlo Masci ha aggiunto:  <Questi sono esempi di buona amministrazione, perché si riesce a garantire un servizio aggiuntivo importante, cogliendo nel contempo un ottimo risultato economico sia per la Asl, che riduce i costi di locazione, sia per il Comune che recupera a costo zero un immobile di proprietà. Mi congratulo quindi con l’assessore Patrizia Martelli e con la dirigente del settore, Federica Mansueti, per l’efficacia del lavoro svolto. Sono convinto che i residenti di quella parte di Pescara sappiano apprezzare questa iniziativa>.

In conferenza stampa sono intervenuti anche il consigliere regionale e comunale Vincenzo D’Incecco, la  Responsabile del settore Patrimonio del Comune Federica Mansueti, e, per la Asl, il Direttore Amministrativo Vero Michitelli, e il  Direttore dell’Unità Operativa Complessa Servizi Tecnici e Manutentivi della ASL di Pescara ing. Antonio Busich.

 

Pescara, 4 giugno 2021  

 

                    

Il Consiglio di Stato sospende l’esecutività della sentenza emessa dal Tar che annullò prove e graduatoria per 30 assunzioni in Polizia municipale

on .

La Quinta sezione del Consiglio di Stato ha accolto l’istanza cautelare con la quale si chiedeva di sospendere l’esecutività delle sentenza di primo grado che annullò la graduatoria del concorso del 2019 per 30 assunzioni a tempo indeterminato in Polizia Municipale. L’organo di giustizia amministrativa, nell’ordinanza pubblicata questa mattina, ha inoltre fissato l'udienza, per la trattazione nel merito nella controversia, al prossimo 11 novembre 2021. Gli effetti concreti di questo pronunciamento permettono all’amministrazione comunale di non procedere alla risoluzione di una gran parte dei 30 contratti a tempo determinato di un anno, attualmente in essere (con scadenza a luglio 2021), assunzioni a termine che il Comune ha utilizzato - pur di dare risposte al rilevante fabbisogno di personale - attingendo alla graduatoria su cui insiste il ricorso. Il Consiglio di Stato ha oggi evidentemente ritenuto prevalente il profilo del periculum in mora (pericolo del ritardo), grave e irreparabile, cui sarebbero incorsi gli appellanti in virtù della su citata  decisione del Comune, ineludibile a fronte della sentenza del Tar, di risolvere dal primo marzo 2021 - proprio in conseguenza dell’annullamento delle prove concorsuali e pertanto della graduatoria definitiva - i contratti di lavoro a suo tempo stipulati.       

Come si ricorderà, all’alba della questione, nove aspiranti vigili esclusi dal numero dei candidati ritenuti idonei, avevano presentato ricorso al Tar; ora bisognerà attendere novembre per conoscere l’epilogo della vicenda.

 

Pescara, 22 marzo 2021      

Entra in vigore il Regolamento che istituisce il Canone unico patrimoniale: unificate la Cosap e le imposte sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni

on .

Il Consiglio comunale di Pescara, riunitosi questa mattina (mercoledì 28 aprile) in videoconferenza, ha approvato e reso immediatamente eseguibile, tra gli altri punti all’ordine del giorno, la delibera contenente il Regolamento per l’istituzione e la disciplina del Canone unico patrimoniale, che in sintesi modifica in titolo concessorio le tasse comunali sull’occupazione di suolo pubblico (Cosap), sulla pubblicità e sulle pubbliche affissioni. Il testo, che ha superato favorevolmente il voto dell’aula con 17 <sì> e 10 astenuti, ha accolto le modifiche contenute nell’emendamento, presentato dal consigliere della Lega Salvatore Di Pino e sottoscritto dal collega di partito Marcello Antonelli, che ha introdotto:      

Øl’esenzione dal pagamento dei canoni per le occupazioni di suolo pubblico effettuate dalla Asl, dalle Farmacie e da altri soggetti pubblici e privati impegnati nella campagna vaccinale anti-Covid;

Ølo slittamento dei canoni per le occupazioni permanenti di suolo pubblico, relativamente alle annualità successive alla concessione, da corrispondere quindi entro il 30 giugno 2021, se in un’unica soluzione, o altrimenti a rate se gli importi superano i 1500 euro (con scadenze al 30 giugno, 31 agosto e 31 ottobre);

Ø

le stesse scadenze per le occupazioni temporanee, e la relativa modalità di rateizzazione, in particolare per le edicole e per i mercati settimanali quando l’importo da pagare supera i 309,87 euro.

Sempre per effetto del citato emendamento, il regolamento è in vigore dalla data del primo gennaio 2021, mentre cessa gli effetti del regolamento sulla Cosap (che interessava anche passi carrabili, dehors e pensiline) e del regolamento comunale dell’imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni, che restano invece operativi ai fini degli accertamenti sull’annualità 2020. 

 

<I cittadini – ha dichiarato l’assessore alle Finanze Eugenio Seccia, relatore in aula del provvedimento – dovranno presentare un’istanza all’amministrazione comunale ottenendo, per effetto di questo, una concessione. Ci siamo quindi adeguati a quanto previsto dalla legge di Bilancio dello Stato del 2019, la numero 160, che ha istituito questa nuova procedura. Va inoltre rimarcato come questo primo anno della nuova modalità sarà una sorta di periodo di adeguamento. Ma è chiaro che riguardo alla Cosap tutti i cittadini dovranno mettersi in regola a livello autorizzativo. Il provvedimento assume particolare importanza soprattutto adesso – ha concluso Seccia -  in una fase in cui tutti gli operatori economici, oltre che i privati, per poter uscire dalla crisi determinata dalla pandemia, devono essere messi nelle condizioni di operare su basi normative certe>.

 

L’assise comunale ha inoltre approvato a maggioranza questa mattina il Regolamento per la Gestione dei beni immobili del Comune e il progetto definitivo per il collegamento stradale tra Via Carlo Alberto Dalla Chiesa e traversa Via Caravaggio, un’opera, quest’ultima, che promette la soluzione di rilevanti problemi di viabilità e di accesso alle aree urbane interessate.  

 

Pescara, 28 aprile 2021

                    

Piano comunale di interventi per 11 Progetti di rigenerazione Urbana

on .

Approvato in Consiglio l’aggiornamento al Dup  necessario  a partecipare al bando del Mef (Ministero Economia e Finanza) per 20 milioni di euro       

 

 

Il Consiglio comunale di Pescara ha approvato questa mattina a maggioranza (17 voti favorevoli e 10 astenuti) la delibera che dispone il terzo aggiornamento al Documento unico di programmazione 2021-2023, modificando quindi la programmazione triennale dei lavori pubblici con una previsione di interventi per 20 milioni di euro. Si è trattato di un passaggio fondamentale - che fa seguito alla determinazione votata in Giunta - per il raggiungimento di obiettivi strategici descritti nelle linee di mandato e per permettere all’amministrazione di partecipare al bando del Mef (Ministero Economia e Finanza), cui bisognerà inoltrare – entro la giornata di domani 4 giugno -  la documentazione tecnica relativa a ben undici interventi individuati sulla città. Nel bando del Mef, la misura è indicata come “Assegnazione ai Comuni di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione  di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale”. Per il primo triennio, 2021-2023, gli interventi ammissibili a finanziamenti devono riguardare infatti la manutenzione e il riuso di aree pubbliche e strutture edilizie pubbliche esistenti, ma a fini sociali, per la promozione di attività sportive, per la promozione di attività culturali e per la mobilità sostenibile.

Il sindaco Carlo Masci, nell’illustrare in apertura dei lavori i contenuti della proposta al Mef, ha parlato <di un piano estremamente importante per  il futuro di Pescara, su cui facciamo molto affidamento. E questo non solo per l’importanza delle risorse, perché 20 milioni sono molti. Con gli uffici abbiamo lavorato molto per predisporre la documentazione necessaria a poter partecipare. Sono fiducioso che, se otterremo questi fondi, si tratterà di un grande cambiamento positivo per la nostra realtà>.
Per il presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli <il voto favorevole di oggi, per quanto le opposizioni abbiano scelto l’astensione, dimostra invece il senso di responsabilità di tutti i gruppi perché credo che anche in questo caso, quando evidentemente ci sono di mezzo gli interessi della nostra comunità e del nostro territorio, gli steccati  siano venuti meno a vantaggio di una visione più alta del ruolo del Consiglio comunale>.

Il Movimento 5 stelle ha in questo senso deciso di ritirare la mozione con la quale si impegnavano il sindaco e la giunta a dare mandato ai competenti uffici di procedere con la stesura di studi e progetti di fattibilità per interventi distinti o alternativi agli 11 individuati dalla Giunta.

 

 Pescara, 3 giugno 2021