PIAZZA ITALIA

La nomina di D’Aquino conclude un percorso di selezione delle professionalità

on .

Con un grande “In bocca al lupo”, il sindaco Carlo Masci ha voluto dare il benvenuto al dott.
Giovanni D’Aquino, che da pochi giorni è stato scelto dalla Società Adriatica Risorse SpA come direttore generale. La nomina di D’Aquino conclude un percorso di selezione delle professionalità che da pochi mesi sono state immesse nella neonata società partecipata del Comune di Pescara e che rappresentano il motore dello stesso Comune, dovendo provvedere alla riscossione di tutti i tributi cittadini.
Il nuovo direttore generale è stato presentato oggi a Palazzo di Città in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, insieme al sindaco, l’Assessore alle Finanze, Eugenio Seccia, il Presidente dei Adriatica Risorse Spa Domenico Di Michele, il Capo di Gabinetto del Comune di Pescara, dott. Guido Dezio, l’Assessore alla Cultura Mariarita Paoni Saccone e numerosi consiglieri della Giunta Masci. Tutti presenti per portare il proprio saluto al nuovo dirigente che nel Comune di Pescara ha lasciato ottimi ricordi del suo operato dirigenziale svolto sempre in ambito finanziario.
“Adriatica Risorse -  ha spiegato il sindaco – rappresenta essa stessa una risorsa fondamentale per il Comune di Pescara e con la nomina di Giovanni D’Aquino si è completata una selezione che ha visto arrivare nell’organigramma il presidente Domenico Di Michele oltre che diverse professionalità del nostro ente. Quando eravamo in opposizione cercammo di migliorare la proposta di creazione di un nuovo strumento che si occupasse di tributi, e dopo averla migliorata ora che siamo in maggioranza, siamo felici di poter contare su una società che possa reperire concretamente risorse per l’Ente. Siamo in una fase di riequilibrio delle risorse e abbiamo più tranquillità nel campo delle risorse. La sinergia tra Comune e società partecipata sarà essenziale per rendere produttiva questa relativa tranquillità e aver scelto un professionista che conosce molto bene il percorso delle finanze comunale ci rende particolarmente sereni:” Dall’Assessore alle Finanze Eugenio Seccia parole di elogio per la scelta del nuovo direttore, considerato uomo di grande competenza per la guida di quello che dovrà essere il cuore finanziario del Comune.
Il presidente di Adriatica Risorse, Domenico Di Michele ha sottolineato che la società dovrà essere 4.0 con una parte informatica che permetterà di operare al meglio all’adempimento collaborativo con il Comune.
Nel ringraziare i presenti per le parole di stimolo, il neodirettore Giovanni D’Aquino ha ricordato che la società agirà sotto il controllo analogo del Comune e ha evidenziato tre obiettivi: quello della minimizzazione dei tempi di riscossione, quello della minimizzazione dei costi della riscossione e quello della massimizzazione delle stesse riscossioni.
Infine il Capo di Gabinetto Guido Dezio ha ricordato che il Comune, in conseguenza della
esternalizzazione del servizio di riscossione, negli anni aveva perso memoria sulle procedure in tema di riscossione.
 
 
“La scelta di puntare su una società partecipata – 
ha precisato il capo di Gabinetto
- riporterà il lavoro all’interno dell’Ente e permetterà un’azione molto più efficace nei confronti della
cittadinanza. Se il Comune riuscirà a ottimizzare il processo di riscossione potrà liberare anche più
risorse sul territorio comunale.”
 

 

COMUNE DI PESCARA - PIANO OCCUPAZIONALE 2019:

on .

IN ARRIVO 57 NUOVE UNITA’
Il Comune di Pescara ha approvato oggi, con la delibera sul Piano occupazionale anno 2019 la rimodulazione e l’integrazione di unità professionali nell’Ente.
Con la delibera di Giunta Comunale n. 625 del 26/09/2019 (immediatamente eseguibile) è arrivato il via libera all’assunzione di complessive n. 57 unità di personale di livello tra i quali figurano 15 vigili urbani, 5 istruttori informatici, 4 istruttori amministrativi, 4 istruttori contabili e due tecnici. L’ente si rinforzerà inoltre con la dotazione di due autisti, 7 istruttori direttivi amministrativi, 7 istruttori direttivi contabili, 2 istruttori direttivi tecnici, 1 istruttore direttivo socio culturale e un istruttore direttivo geologo.
Le restanti 7 unità verranno attinte tramite mobilità ex art. 30 del DLgs 165/2001. Con la rimodulazione del Piano occupazionale sono stati prorogati altresì i contratti a tempo determinato dei 3 assistenti sociali mentre saranno assunti a tempo determinato 4 dirigenti ex art. 110 c.1 del TUEELL e un esperto in progettazione europea e nazionale ex art. 110 c.2 del TUEELL .
L’integrazione del piano assunzionale 2019, in riferimento a tutte le 57 assunzioni
programmate a tempo indeterminato, comporterà una spesa complessiva lorda annuale di oltre 1 milione e mezzo di euro.
Con tale atto, il Comune potrà pertanto contare, entro pochi mesi su 15 nuove unità della Polizia Municipale e dare corpo al rinforzamento del controllo del territorio municipale, mettendo in atto una delle linee d’azione del sindaco Carlo Masci.
“Nel 2020 – sottolinea il sindaco - saranno assunti altri 35 vigili urbani a tempo
indeterminato ed almeno 20 vigili a tempo determinato. In meno di un anno quindi,
l’impegno assunto di rafforzare il controllo del territorio si concretizzerà con almeno 70 nuovi vigili sulle strade di Pescara.”
65121 Pescara, Piazza Italia, 1 – Tel 085 4283390
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rampigna, sì della Giunta alla riqualificazione.

on .

Diodati: “Un nuovo campo, un museo e non solo sport nel futuro della struttura”

 

Sì della Giunta Comunale al progetto per la riqualificazione attraverso opere di risanamento conservativo, l’impianto sportivo di proprietà comunale denominato “Renato Curi”, meglio conosciuto come “Rampigna”,

 

 

“Si tratta di un impegno preso con la città che pratica e promuove lo sport – così l’assessore allo Sport Giuliano Diodati– L’impianto deve tornare a vivere, la sua posizione centralissima all’interno della città lo rende l’unico impianto facilmente raggiungibile con la maggior parte dei mezzi pubblici, oltre che dalla viabilità ciclabile, pertanto facilmente fruibile da parte delle giovani generazioni, dedite alle attività sportive. La sua storia è da sola una ragione più che valida dell’esigenza di riportarlo in piena attività, un passato glorioso a cui vogliamo dare un futuro nuovo.

Le opere da realizzare consistono nella riqualificazione della struttura sportiva, finalizzata alla restituzione alla comunità di un impianto con caratteristiche versatili, sia per lo svolgimento di attività sportive, sia di eventi culturali. Abbiamo dunque approvato il Progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento, per un importo complessivo di 800.000 euro e con l’intenzione di avviare il processo già nel 2018.

Il progetto è già pronto, prevede la realizzazione di un nuovo campo di calcio in erba sintetica, il rifacimento delle tribune e degli spogliatoi e nuovi sotto servizi. Stiamo pensando anche alla memoria di questo storico campo, inserendo nel progetto anche un museo dedicato alla storica squadra di calcio Strapaesana, mito nel Dopoguerra. Sport e non solo sport ci saranno anche gli eventi nella nuova vita del Rampigna: posizione e logistica lo rendono candidabile ad ospitare concerti e iniziative anche di altra natura, valorizzando ancora di più la porzione di città dove storicamente sorge

 

Pescara, 1 ottobre 2018