PIAZZA ITALIA

Da mercoledì 21 aprile riaprono i “Punti d’Ascolto”

on .

Riparte il servizio “Sportello e Ascolto Sociale“ che si svilupperà sul territorio comunale attraverso cinque “Punti d’Ascolto”. L’attività è stata presentata questa mattina in Comune nel corso di una conferenza stampa. I Punti d’Ascolto, promossi dal Comune e gestiti dall’ATS Fondazione Caritas – Arci (che si aggiudicata un apposito avviso di co-progettazione), offriranno un servizio di orientamento a 360 gradi sia in ordine alle procedure amministrative sia riguardo all’eventuale accesso a consulenza e ad assistenza di ordine sociale.
Si tratta quindi di un sistema capillare di rete sociale su tutto il territorio cittadino, allo scopo di ottenere informazioni sui servizi presenti nella città di Pescara, garantendo le seguenti attività:       

·        ricerca casa;

·        ricerca lavoro e aiuto nella compilazione del C.V.;

·        assistenza e consulenza legale;

·        compilazione modulistica;

·        espletamento “pratiche burocratiche” di varia natura (cambio del medico, prenotazione analisi e visite mediche, cambi di residenza, richiesta CF, rinnovo patenti, ecc.);

·        ascolto e assistenza psicologica;

·        erogazione di una “dote”, intervento di sostegno, a favore dei nuclei familiari e persone singole ritenuti più fragili, i quali potranno definire, a seguito del riconoscimento del beneficio, un ‘Patto’, al fine di svolgere ‘attività socialmente utili’, sotto forma di volontariato, per la durata di massimo 1 mese, per 5 ore la settimana, presso postazioni individuate in collaborazione con l’Ente;

·        tutoraggio delle attività di volontariato espletate dalle persone che percepiranno la dote.

Riguardo al “Patto” con i singoli cittadini, i beneficiari di tale misura di sostegno saranno individuati dall’equipe dei predetti “Punti di Ascolto” e proposti al Servizio Sociale del Comune di Pescara, ai fini della valutazione. Essa seguirà i criteri previsti per l’erogazione degli interventi P.I.S.

Il servizio sarà attivo a partire da MERCOLEDI’ 21 APRILE con il Centro Servizi Famiglie di Piazza Italia, per poi proseguire – nell’arco di 10 giorni – con l’apertura delle altre 4 sedi, con i seguenti orari:

“Centro Servizi Famiglie” del Comune di Pescara – Piazza Italia 14

-         Lunedì      15:00 - 18:00

-         Martedì      9:00 -12:00

-         Mercoledì   9:00 -12:00

-         Mercoledì   15:00 -18:00

-         Venerdì      9:00 -12:00

Via Tavo  242/1

-         Martedì    15:00 - 18:00

-         Venerdì     9:00 -12:00

-         Giovedì     9.00 – 12:00

Fontanelle presso associazione ‘Insieme per Fontanelle’ – Via Caduti per servizio.

-         Martedì   9:00 -12:00

Circoscrizione dei Colli – Via di Sotto 8/12.

-         Giovedì   9:00 -12:00

Via Rubicone 15

-         Lunedì    9:00 -12:00

-         Venerdì  15:00 – 18:00

 

<Un servizio rivolto ai cittadini che riproponiamo anche quest’anno perché ne abbiamo registrato l’utilità e il forte apprezzamentoha dichiarato in conferenza stampa l’assessore all’Ascolto del Disagio Sociale, Nicoletta Di NisioSi tratta di un’integrazione di quanto già fanno gli operatori del Partenariato sociale e cercheremo di lavorare al meglio in collaborazione con gli operatori della Caritas e dell’Arci. Sono in tanti, nei quartieri periferici, ad avere difficoltà anche nella semplice compilazione di domande che oggi si fanno sempre più attraverso richieste online, utilizzando il web. Il progetto prevede anche l’aiuto a chi non può disporre di un pc o non ha una linea internet. Il servizio offre operatori pronti ad assistere le persone nella decifrazione delle tante proposte sociali visibili soprattutto su internet. Spesso si ha bisogno di un aiuto per essere guidati attraverso la navigazione on-line. Il tutto senza venir meno anche alle attenzioni sulle richieste di alloggio e di lavoro. Ma, ripeto, viene garantito in particolare un indirizzo all’accesso ai servizi presenti sul territorio comunale quali Segretariato sociale, Inps, Patronati>.

<Il servizio è rivolto a nuclei familiari, anche composti da singole persone, che versano in condizioni di temporanea fragilità, difficoltà socio-economica, relazionale e psicologica, povertà relativa ed assoluta, ulteriormente aggravata dall’attuale emergenza sanitaria Covid-19> ha spiegato Corrado De Dominicis, direttore della Caritas di Pescara. <E’ importante che si comprenda che questo diventa un punto d’orientamento anche per persone che vengono poi prese in carico dai Servizi sociali perché denunciano esigenze più ampie. Noi siamo molto soddisfatti di questa collaborazione con il Comune e crediamo che anche quest’anno riusciremo ad avere ottimi risultati>.

Per Massimiliano Pignoli, capogruppo dell’Udc in Consiglio comunale <l’importanza di questa operazione sta già nei dati rilevati dal Servizio Sociale Professionale del Comune di Pescara,  nell’ambito del Segretariato sociale;  attestano che, nell’anno 2020, i contatti telefonici relativi alle richieste dei cittadini per ricevere informazioni/aiuti/servizi  ammontano a circa 10.239, con un incremento di 1.739 rispetto agli indicatori degli anni scorsi. Da questo parte la mia volontà di fare in modo che questo servizio non avvenga su base annuale ma rientri nella programmazione triennale di questa amministrazione, anche per evitare che in ogni stagione si debba riprodurre un avviso pubblico per l’aggiudicazione>.

Il dirigente delle Politiche sociali del Comune di Pescara, Marco Molisani, proprio riguardo a questi dati, ha infine specificato che <la sperimentazione dei “punti ascolto” avvenuta lo scorso anno ha registrato 1528 accessi (nonostante la chiusura del servizio 3 mesi causa lockdown), con 384 nuclei/persone presi in carico dai servizi. Anche questo ha spinto l’Amministrazione a dare continuità al servizio>.

 

Le risorse finanziarie messe a disposizione nell’ambito dell’Avviso Pubblico sono pari ad euro 100.000,00 (di cui 32.490 Euro per la DOTE) . A questi vanno aggiunti in 15.000 messi a disposizione dall’Ats nella formula del co-finanziamento..

 

 

 

 

 

Pescara, 19 aprile 2021      

A PESCARA LA PRIMA ECOSPIAGGIA CON GIARDINO DUNALE

on .

Comune e Fater SpA insieme per realizzare

la prima ecospiaggia con giardino dunale.       

 

Il progetto è stato presentato questa mattina a palazzo di città nel corso di una conferenza stampa in sala Giunta;sarà realizzato con la donazione di € 90.000,00 di Fater Spa con il cofinanziamento dell’Amministrazione comunale.

 

All’incontro erano presenti, tra gli altri, Antonio Fazzari, General Manager di Fater, il sindaco Carlo Masci, il vicesindaco Gianni Santilli, il presidente del Consiglio comunale Marcello Antonelli, gli assessori Nicoletta Di Nisio e Mariarita Paoni Saccone. Il progetto è parte del percorso di educazioneallosvilupposostenibile e costituisceunobiettivostrategicoperilpresente eper il futurodi Pescara ed è stato fortemente voluto dal sindaco Carlo Masci e dal vice sindaco Gianni Santilli.

Laspiaggiaoggettodiinterventoècollocatatralaconcessionen.70Nettunoe la concessionen.71Jambo,con zona alaggio della arghezza di 10 metri al confine nord. Il tratto di arenile interessato si trova nell’area antistante viale Muzii, ha una superficie di mq. 7.350, un chioscoeserviziigieniciprevisti:mq.22<25

 

Ilprogetto“EcoSpiaggia con giardino dunale e chiosco”,sisviluppa secondo4principi:

1.      - Realizzazioneepubblicizzazionediun modellodispiaggiaecosostenibile;

2.      - Educazioneambientaleetutela dellecomponenti naturali;

3.      - Inclusività;

4.     -  Durabilità.

 

L'obiettivodiprogettoèquellodiavviareeottenereunprocessodiinnovazioneaifinidelmiglioramentodellasostenibilitàambientale,l’accessibilitàel’inclusionedellaspiaggia aumentando di conseguenza la qualità del servizio offerto, tenendo sempre presente la sicurezza dei    turisti/cittadini,compatibilmenteconla legislazione eglistrumentiurbanistici vigenti.

 

<Pescara è la nostra casa dal 1958 e vogliamo prendercene cura - ha dichiarato questa mattina Antonio Fazzari, General Manager di Fater spa - In Fater abbiamo una strategia che guida tutte le nostre azioni: mettere le persone al primo posto. E’ per questo motivo che abbiamo sposato il progetto del Comune di Pescara per il recupero della spiaggia e supportiamo le campagne di Legambiente, perché rendono vivi e concreti temi che hanno molto a che fare con l’attenzione alle persone: l’inclusione e il rispetto per l’ambiente. Vogliamo, inoltre, che il nostro intervento sia un impegno diretto e di lungo periodo, non solo un sostegno economico – ha continuato Fazzari. Per questo saremo al fianco di Legambiente nelle attività verso le scuole: condivideremo con i più giovani ciò che facciamo per la sostenibilità ambientale, li coinvolgeremo in un concorso su idee e pratiche green. Alla base di tutto ciò vi è la sensibilità per l’ambiente e l’amore per questa città – ha concluso Fazzari – è il nostro modo di essere impresa, ciò che ci motiva a fare il nostro meglio ogni giorno: generare un cambiamento positivo per la società”.

 

«E’ una bella giornata per la nostra città – ha esordito in conferenza stampa il sindaco Carlo Masci - La valorizzazione di quel grande patrimonio naturale, che è il nostro litorale, è strettamente legato alla capacità di intervenire con rispetto e lungimiranza sull’esistente, per coniugare il bello e l’utile. Una spiaggia libera curata e funzionale può competere non solo dal punto di vista estetico e dei servizi con le migliori realtà dell’imprenditoria balneare. Quando si trova un punto di convergenza tra l’azione amministrativa e il privato che sposa una progettualità ambientale, che innalza la qualità della vita, significa innescare un circolo virtuoso con una ricaduta positiva sulla collettività. È una partnership che va a beneficio di tutti, dei singoli e dell’intera città. Anche questo progetto, per il quale ringrazio l’azienda Fater e il settore Ambiente del Comune, rientra nella nostra visione di una città che cresce su un percorso di ecosostenibilità ambientale; unitamente alla conquista della Bandierà Blu, ai progetti di trasporto green e di sharing mobility, alla cura del verde e dell’immagine della città, siamo convinti di aver intrapreso la strada giusta per rendere Pescara più vivibile e attrattiva. Per la metà di luglio tutti potremo ammirare la bellezza dell’ecospiaggia e del giardino dunale>.

 

Per il vicesindaco Gianni Santilli <questo progetto rappresenta un valore aggiunto per la nostra città. Come amministrazione abbiamo creduto molto in questa proposta e sono davvero felice che Fater abbia subito raccolto la nostra idea. È un percorso che determinerà vantaggi per tutti, sia per i residenti fruitori dell’arenile che per chi visiterà la nostra città. Ma sarà anche un bell’esempio di apertura sociale, senza distinzioni. La spiaggia è un bene di tutti, anche se sento che in alcuni casi questo diritto non è garantito. A Pescara invece il mare è un elemento vitale per la coesione della nostra comunità, e questa ecospiaggia ne sarà l’ulteriore conferma. Mi fa piacere anche sottolineare che, sul fronte della fruibilità di questo spazio, un’attenzione ancora maggiore sia stata rivolta ai portatori di disabilità>.

Il progetto è stato elaborato secondo quanto previsto nel Piano demaniale regionale “L.R. 17dicembre 1997, n. 141 Norme per l'attuazione delle funzioni amministrative in materia di demaniomarittimo con finalità turistiche e ricreative”. (Art.2Piano di utilizzazione delle aree del demaniomarittimocon finalitàturistiche ericreative - P.D.M.R).

Il chiosco/bar è stato considerato come una struttura isolata, costituita da elementi in materiale ecocompatibile efacilmenteamovibili, destinata alla somministrazione dibevande e cibo, organizzatoin2diversemacroaree:unainternaeunaesterna. La parte interna è di 13 m² ed è suddivisa in una zona che ospita il servizio igienico (1,2 mq), conantibagno a servizio del personale, uno spogliatoio di mq.3,una zona per il ripostiglio/magazzinodestinataalladispensadibevandeecibo.

 

All’esterno sono presenti tre aree destinate alla sosta da parte dei clienti, con sedute e tavolini postial di sotto di elementi ombreggianti formati da travi e pilasti in legno lamellare che sorreggono dellelamelle in legno chiaro che vanno a formare un gioco di luci e ombre. La pavimentazione, anche inquestocaso,èinlegnodandocontinuitàconglielementiombreggiantieconlacoperturadelchiosco-bar.

I servizi igienici (mq. 8) per gli ospiti sono posti in prossimità della zona di alaggio, con accessodirettoallapasserellaesterna,sonocostituitidaun wcperdisabiledonnaeun wcperdisabileuomo,un’areacopertacon due lavabi, due lavapiedi e 4 docce.

L’inserimentodelledunenell’EcoSpiaggiahal’obiettivodifavorireladiffusionedellaconsapevolezzaambientale e del rispetto della natura, e contrasta gli illeciti ambientali. Le dune sono in questa spiaggia unarisorsa di valore nazionale, che vuole operare come laboratorio culturale per conseguire la condivisione delleregole dell’area protetta e salvaguardare il patrimonio naturale facendo leva sull’apprendimento e lo sviluppoculturale.

L’obiettivoèilripristinoelavalorizzazionedelsistemadunaleresidualed’interessecomunitario,concostieoperazionidiintervento medie.

Si tratta di un intervento di attivazione dell’ambiente dunale, attualmente inesistente, protetto da strutturefrangiventoposizionatelungoilpendiodunale,esoprattuttoquelleinprossimitàdellacrestadunalehannoloscopo,traivariobiettivi,dilimitarel’accumulo disabbianellaparteretrodunale. La costruzione dunaleavverrà attraverso la messa a dimora di piante autoctone.

Il Progetto EcoSpiaggia con giardino dunale e chioscoè coordinato dal dirigente di settore del Comune di Pescara, Giuliano Rossi, con il responsabile del procedimento Mario Caudullo, il progettista Ester Zazzero, responsabile Tutela e valorizzazione mare e fiume -  Settore qualità dell’ambiente - diretto dall’arch. Emilia Fino.

 

Pescara, lì 13 maggio 2021

Bonus Sociali da quest’anno senza presentare domanda

on .

L’assessore Cremonese: <Un aiuto concreto alle famiglie>   

Un aiuto concreto alle famiglie in difficoltà economica e un esempio virtuoso di snellimento delle procedure. L’assessore comunale Alfredo Cremonese ha comunicato che dal 1 gennaio 2021 i “Bonus sociali per disagio economico” saranno riconosciuti automaticamente ai cittadini/nuclei familiari che ne hanno diritto.      

La novità più importante introdotta nel nuovo anno è rappresentata dal fatto che gli aventi diritto per ottenere i benefici non dovranno più presentare formale domanda, relativamente alla fornitura di energia elettrica, di gas naturale e per la fornitura idrica, presso i Comuni o i Caf i quali, di conseguenza, non dovranno accettare più richieste in tal senso.

<Per noi è motivo di soddisfazione in questo momento di emergenza sanitaria ed economica  – ha detto l’assessore Alfredo Cremonese – poter comunicare alle famiglie come l’accesso a questi benefici sia più agevole. È un’altra iniziativa che in questo brutto momento aiuta chi ha difficoltà oggettive e spesso fa ad arrivare a fine mese>.

Non verrà invece erogato automaticamente il “Bonus per disagio fisico” il quale continuerà ad essere gestito da Comuni e/o CAF.

Per l’accesso al bonus per disagio fisico nulla cambia dunque dal 1° gennaio 2021: i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali dovranno continuare a fare richiesta presso i Comuni e/o i CAF delegati.

Per ogni altra informazione o chiarimento e per ricevere assistenza è possibile contattare il Call  Center SGAte al Numero Verde 800166654 (assistenza per i cittadini) oppure scrivere all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o consultare la pagina Internet www.sgate.anci.it

Pescara, 18 gennaio 2021

                    

L’assemblea dei soci della sociètà Pescara Multiservice ha ratificato la nomina ad amministratore unico del dottor Benedetto Gasbarro

on .

L’assemblea dei soci della società in house Pescara Multiservice, riunitasi nel pomeriggio a palazzo di città, ha ratificato la nomina di Benedetto Gasbarro, 38 anni, commercialista, originario di Atri, a nuovo amministratore unico della società che gestisce il sistema dei parcheggi nel capoluogo adriatico.
La nomina di Gasbarro risale all’inizio del mese in corso, quando il sindaco lo aveva indicato con apposito decreto alla guida della società, dove prende il posto Vincenzo Di Tella.       

<Auguro buon lavoro al dottor Gasbarro - ha detto oggi  il primo cittadino Carlo Masci  - affinché la responsabilità che ha assunto si riveli proficua per la Pescara Multiservice e, quindi, per una produttiva gestione dei settori di competenza, in particolare  mi riferisco al sistema dei parcheggi. La nostra città sta attraversando una fase di profonda trasformazione riguardo alla mobilità urbana e all’evoluzione dei trasporti, il tutto in un’ottica  “green”. Questo fa sì che Pescara Multiservice necessariamente andrà ad assumere un ruolo di primo piano>.

 

Pescara, 15 febbraio 2021