PIAZZA ITALIA

Dopo il vile atto vandalico in Piazza Martiri dalmati e giuliani

on .

Deposta una nuova corona di alloro in onore dei martiri delle foibe

 

Un sentimento di forte partecipazione, ma anche di rifiuto verso ogni comportamento che perpetua odio e intolleranza, ha accompagnato nel pomeriggio la breve cerimonia nel corso della quale, in Piazza Martiri dalmati e giuliani, alla presenza del Prefetto Giancarlo Di Vincenzo, del sindaco Carlo Masci, del presidente Marcello Antonelli, della vicepresidente dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia, Donatella Bracali, e di rappresentanti delle autorità civili e militari, è stata deposta, e benedetta da Don Rocco Mincone, una nuova corona di alloro al monumento che ricorda le vittime delle foibe, in sostituzione di quella distrutta solo poche ore prima da mani ignote. Un’azione riprovevole e inaccettabile, secondo le considerazioni dei più, perché oltraggiosa verso la memoria di quanti persero la vita, per mano dei  partigiani comunisti di Tito, e di oltre 300.000 esuli italiani. Soltanto due giorni fa, in occasione del Giorno del Ricordo, si era tenuto in quella piazza uno dei momenti più sentiti, con l’omaggio a quegli uomini e a quelle donne che erano stati strappati alla vita nel modo più disumano. Una sorta di cerimonia-bis, ma dal significato molto profondo.

<Siamo qui di nuovo oggi - ha detto il sindaco Carlo Masci – per riaffermare con forza ancora maggiore la nostra condanna senza attenuanti verso chi  ha compiuto questa vile azione. Noi, infatti, oggi riposizioniamo questa corona che assume un valore ancora più importante, perché simbolo del nostro dissenso rivolto a quanti vogliono continuare a disseminare un furore ideologico fuori dal tempo e dalla storia>.

Per il presidente del Consiglio comunale, Marcello Antonelli <quella odierna rappresenta una risposta ferma a chi crede in questo modo di poter indebolire le istituzioni. Oggi manifestiamo un sentimento di amarezza, ma anche di determinazione che ci deriva dai valori e dalle idee in cui crediamo. Noi ci siamo e ci saremo>. Nel suo breve intervento Donatella Bracali, vice presidente dell’Associazione Venezia Giulia e Dalmazia, ha invitato tutti i presenti <a far sapere, a divulgare in ogni forma possibile quanto sia grave continuare ad alimentare questa cultura contraria all’umanità. Deve essere questa la nostra risposta, solo così continueremo ad onorare migliaia di vittime innocenti>.  

 

Pescara, 12 febbraio 2021

 

Anziani: UNA RISORSA O UN PROBLEMA?

on .

La scrivente Associazione costituita in data 20.09.2020 a S.Silvestro Colli, e denominata “SEMPRE GIOVANI”, lamenta la impossibilità di avere a disposizione una sede sociale adeguata, ove poter svolgere le proprie attività, così come indicato nello statuto dell’Associazione stessa.
Anche se la costituzione della Associazione è avvenuta da poco, il problema di dotare gli anziani residenti, e delle zone limitrofe, di un luogo di aggregazione, si trascina da decenni.
Ad oggi, nonostante le richieste effettuate ad esponenti del Governo cittadino, e qualche visita da parte di qualche consigliere comunale, non c’è nessuna risposta e/o proposta concreta, finalizzata alla risoluzione del problema. In ogni angolo di Pescara gli Anziani sono dotati di un centro di aggregazione, dove posso incontrarsi, discutere, dedicarsi ad attività ludico ricreative, tranne che in
località S.Silvestro Colli.
Gli anziani residenti non sono cittadini di serieB, hanno lavorato come altri per una vita, hanno fatto sacrifici per le loro famiglie e per l’intera comunità, conservano la memoria storica di questa parte non minimale di Pescara, pagano regolarmente le imposte, hanno una funzione quasi di controllo sulla scuola visto che l’unico luogo di aggregazione attualmente disponibile è la piazza di S.Silvestro, tempo permettendo.
Pensiamo che queste persone non meritano di essere dimenticate, abbandonate e costrette a chiudersi in casa per la mancanza di una sede appropriata dove potersi riunire. Vogliamo, da parte dei rappresentanti del Governo della città, il rispetto delle dignità di ognuno di essi.
Chiediamo che alla scrivente Associazione venga assegnata una sede adeguata all’interno dello stabile costruito in aggiunta alla Scuola di S.Silvestro (palestra) o negli spazi adiacenti la palestra stessa, con una costruzione in legno, come ce ne sono tante a Pescara.
Siamo consapevoli che la pandemia in atto, limita tutte le attività di incontro, ma proprio adesso riteniamo sia il momento di agire e di prendere le decisioni , affinchè nel momento in cui si torna ad una vita normale la sede sia già operativa e funzionante.
Confidiamo in un rapido e sollecito intervento da parte del Sindaco di Pescara, finalizzato alla risoluzione definitiva di questa annosa e vergognosa situazione.
Saluti Cordiali Associazione Anziani di S. Silvestro “ SEMPRE GIOVANI”
Contatti: Ciavattella Massimo 347.8134011 (Presidente Associazione )
Claudio Bellini 329.6194627 ( Socio Fondatore)

 

In Consiglio comunale si sblocca la vicenda di piazza Nilde Iotti

on .

DICHIARAZIONE STAMPA DEL SINDACO MASCI       

 

<E’ una ferita aperta da 24 anni, quella di piazza Nilde Iotti, che oggi finalmente “suturiamo” grazie all’accordo con il privato che realizzerà opere a vantaggio dei residenti di quel quartiere, dell’intera zona dei Colli e direi della città di Pescara. Mi sono molto speso per approdare a questo schema di convenzione con l’impresa, unitamente al Presidente del Consiglio comunale, Marcello Antonelli, agli assessori, alle commissioni e agli uffici tecnici, affinché si giungesse oggi a determinare un risultato che ci riempie di soddisfazione perché restituisce rilevanti benefici alla comunità. Grazie alla firma di questa convenzione, nella quale troviamo un punto di equilibrio nel rapporto tra pubblico e privato, cosa che non è mai facile, l’amministrazione otterrà finalmente il completamento di una piazza finora abbandonata a se stessa, un’opera che migliorerà la qualità di vita di famiglie che hanno atteso per troppo tempo, che permetterà a chi vuol aprire un’impresa di utilizzare i locali commerciali che lì vi sono; si tratta di un intervento per 850.000 euro che ricadrà sull’ex società Gmg, cui cederemo per 350.000 euro anche i box interrati oggi rimasti al grezzo e che l’impresa dovrà ultimare. A questo si aggiunga anche la stipula di una polizza fideiussoria, che è stata stabilita a garanzia dell’esecuzione dei lavori. Un’operazione importante sia sotto il profilo politico che amministrativo, e che esprime concretamente ciò che vado sostenendo fin dall’avvio di questa esperienza di governo di Pescara: vogliamo essere quelli che sbloccano le situazioni impantanate da anni, che realizzano i progetti rimasti solo sulla carta. Lo dimostra la soluzione di questa vicenda dell’ex Gmg, ma lo dimostra anche un altro importante progetto, il recupero dell’ex Fea sul lungomare nord, di cui si parla fin dagli anni ‘80; il Consiglio domani si occuperà anche di quest’altra scommessa vinta, che consiste nella creazione di un museo di arte contemporanea e di ampi giardini di pregio all’interno di un polo che farà segnare un altro notevole salto di qualità dell’offerta culturale della nostra città>.

Pescara, 25 febbraio 2021      

Al Comune di Pescara 500.000 euro dal progetto europeo “Life + A_Greenet”

on .

Saranno investiti nella riqualificazione della Pineta Riserva naturale Dannunziana
e per interventi di microforestazione in Viale Bovio e nell’area dell’ospedale

Una notizia estramamente favorevole per la città di Pescara e per il suo patrimonio arboreo. E’ stata infatti pubblicata, sul sito on line del progetto europeo “Life + A_Greenet”, la comunicazione della concessione di risorse complessive per 3,5 milioni di euro a favore dei soggetti partners partecipanti, vale a dire la Regione Abruzzo (quale capofila), i comuni di Ancona, Pescara e San Benedetto del Tronto, la Ats Comuni Costieri teramani, oltre a Unicam, Res Agragria e Legambiente. Al capoluogo adriatico andranno complessivamente 500.000 Euro, di cui 277.566 tramite il finanziamento UE e il rimanente come quota di compartecipazione. Le risorse saranno impiegate per interventi attesi da anni e che ora, finalmente, potranno essere messi in programma.

Il progetto prevede infatti un’azione di restauro della pineta nella zona sud di Pescara, all’interno della Pineta Riserva Naturale Dannunziana, andandosi oltretutto a integrare con interventi di rigenerazione del suolo; particolare attenzione sarà riservata alle aree degradate della pineta, in particolare del così definito comparto 4 che ha subito un vistoso impoverimento del patrimonio arboreo.
Le altre due linee d’intervento previste nel piano finanziato dall’Ue sono relative ad attività di micro forestazione urbana, in gergo tecnico, che interesseranno in primis l’area in cui gravita l’ospedale civile cittadino, dove saranno poste in essere piantumazioni di specie quali aceri, pero da fiore, olivo e alberelli che tollerano i tassi d’inquinamento; l’ultimo settore urbano interessato sarà quello di Viale Bovio, con piantumazioni accomunabili a quelle della zona del nosocomio cittadino.

<E’ una notizia di rilievo per la tutela del verde di Pescara – ha detto il sindaco Carlo Masciche interviene nel più ampio complesso delle iniziative che vogliono disegnare per Pescara una prospettiva “green” attraverso sistemi di mobilità non inquinanti o, come in questo caso, con l’ampliamento del patrimonio verde quale elemento determinante per il decoro urbano e per l’ambiente. Importantissimo sarà in particolare il piano di restauro arboreo alla Pineta Dannunziana. Mi complimento con i nostri uffici e con quelli della Regione che, insieme, hanno raggiunto questo obiettivo>.         

 
Pescara, 5 marzo 2021