PIAZZA ITALIA

Ingresso di Cittadinanza Attiva:

on .

donata la Costituzione ai nuovi maggiorenni del 2019. Sindaco e Allegrino ai giovani ”Siate strenui difensori dei diritti umani”.       

Oltre mille studenti hanno partecipato alla cerimonia “Ingresso di Cittadinanza Attiva”, la manifestazione ideata e realizzata dall’Assessorato alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità per festeggiare i nuovi maggiorenni del 2019. Nelle due giornate, in cui è stata articolata la manifestazione, hanno gremito la platea del teatro Massimo i giovani delle classi quarte del liceo scientifico “G. Galilei”, del liceo classico “G. d’Annunzio, dell’istituto tecnico “T. Acerbo”, dell’I.I.S. “A. Volta”, del liceo artistico, musicale e coreutico “Misticoni-Bellisario”, del liceo scientifico “L. Da Vinci”, del liceo “G. Marconi”, dell’I.P.S.S.E.O.A. "F. De Cecco”, dell’I.T.C. "Aterno - Manthonè’ “, dell'I.P.S.I.A.S. "Di Marzio-Michetti” e dell’istituto ”Mecenate”,  che hanno ricevuto il saluto e gli auguri del vicario del Prefetto, Carlo Torlontano, del sindaco Marco Alessandrini, dell’assessore alle Politiche sociali, Antonella Allegrino e dell’assessore ai Lavori Pubblici, Tonino Natarelli.

 "Sono sempre felice di consegnare ai giovani una copia della Costituzione, perché è la legge fondamentale dello Stato e ci rappresenta - così il sindaco Alessandrini - Oggi, specie ai giovani, può sembrare scontato godere dei diritti, ma quello che dobbiamo ricordare è che abbiamo vissuto un momento in cui scontati i diritti non lo erano affatto. Il nostro Paese, 80 anni fa, era alle prese con una cosa che si chiamava fascismo, che ha prodotto un'altra cosa, aberrante quali furono le leggi razziali. Le disuguaglianze dei nostri tempi, oggi come ieri, si combattono con i diritti, questo è il messaggio più grande contenuto nella Costituzione”.

“E’ sempre una grande emozione accogliere i giovani, che sono chiamati a disegnare il futuro del nostro Paese - ha sottolineato Antonella Allegrino - Attraverso la consegna della Costituzione, che è il nostro faro,  chiediamo loro un impegno:  di non voltare la testa dall’altra parte, di non diventare indifferenti, ma di essere strenui difensori dei diritti umani e dei valori contenuti nella Carta costituzionale. In questa edizione della manifestazione abbiamo proposto ai ragazzi anche una rappresentazione teatrale sulla storia della Resistenza in Abruzzo e sui suoi protagonisti. E’ stato un modo per sensibilizzarli ulteriormente su queste tematiche attraverso le storie di giovani della loro età, che sono stati pronti al sacrificio estremo per liberare il Paese dagli oppressori e dalla guerra e per difendere i diritti umani”.

Il vicario del Prefetto, Carlo Torlontano, ha ricordato nel suo intervento un episodio significativo della storia di Domenico Troilo, coraggioso vice comandante della Brigata Maiella, che ha conosciuto personalmente in occasione della visita del Presidente della Repubblica Ciampi a Chieti, nel 2003, mentre l’assessore Natarelli ha evidenziato come i giovani “siano la vera speranza del Paese”.

La cerimonia di “Ingresso di Cittadinanza Attiva” è stata suddivisa in due parti. La prima è stata dedicata alla rappresentazione teatrale “Sulla lunga linea di fuoco”, ambientata in Abruzzo all’indomani dell’armistizio dell’8 settembre e ispirata alle  storie di eroi che combatterono per trasformare la Linea Gustav in un nuovo orizzonte di pace e di libertà. In scena i giovani attori  del Laboratorio Teatrale del liceo MiBe e di Officine Solidali Teatro&Arte: Rebecca Di Renzo, Pierluigi Lorusso, Andrea Fuorto, Jamal Mouawad, Silvano Torrieri, Lorenzo ed Enrico Valori, Giada Mirabilio, Linda Camplone, Luna Comerci Haideè ed Emanuele Romano. Testo e regia di Federica Vicino. Le musiche sono state eseguite da Francesco Marranzino e dalla band del liceo MiBe “I Temporali”, composta da Leonardo Di Meo, Veronica Contento, Daniele Angeli, Maria Laura Di Renzo, Simone Di Marco e Leonardo Pennesi. Presente alla manifestazione anche la dirigente dell’istituto scolastico, Raffaella Cocco. Nella seconda parte della cerimonia, sono saliti sul palco alcuni studenti, in rappresentanza di ogni scuola, che hanno letto i 12 principi fondamentali della Costituzione e hanno composto un mosaico raffigurante l'Italia . Successivamente, a tutti i ragazzi presenti in platea sono stati donati una copia della Costituzione, un facsimile di scheda elettorale in cui sono riportati i 12 principi fondamentali, e un attestato di partecipazione. L’esecuzione dell’Inno di Mameli, cantato da tutti i partecipanti, ha concluso la manifestazione.

 I nomi degli studenti, che  hanno rappresentato le scuole sul palco, sono: Erjona Hoxa e Enrico Angeli (MiBe); Charles Addi, Elio Scutti e Lorenzo Spera (Ist. Volta); Letizia Pallotta, Leonardo Perini e Vincenzo Di Stefano (Ist. Acerbo); Ludovica Di Cola e Alice Mariani (liceo D’Annunzio); Eliana Marsili e Beatrice Di Renzo (liceo Galilei); Diego Catinelli e Aldo Santacroce (Ist. De Cecco), Sofia Memme e Alexandra Mircea (Ist. Aterno-Manthonè); Christian Lopez e Carlotta D’Agostino (Ist. Mecenate); Alessandra Averardi e Sara La Torre (liceo Marconi); Federica Di Girolamo e Sara Riggi (Ist. Di Marzio-Michetti); Giulia Di Martile e Maria Chiara Spagnuolo (liceo Da Vinci).      

La 18esima Maratona di Pescara scalda i motori.

on .

Oggi la presentazione: “Un mare di sport, solidarietà, colori e talento nella due giorni di sabato e domenica prossimi”

 

Si svolgerà sabato 20 e domenica 21 ottobre l'edizione 2018 della Maratona “D'Annunziana”, una competizione sia agonistica che amatoriale patrocinata dal Comune di Pescara, a cura della Asd Vini Fantini e della Uisp e  presentata oggi in conferenza stampa. Un evento giunto alla 18esima edizione, che rinnova il suo percorso agonistico e anche solidale anche quest'anno, allargando le fila dei sostenitori e mettendo insieme sport e solidarietà, in sinergia con le associazioni Isav e Lilt , con la famiglia di Roberto Straccia, il ragazzo scomparso nel 2012 e quella di Duilio Fornarola, maratoneta storico, morto durante la corsa di tre anni fa.

 

Il percorso nel link: http://www.maratonadipescara.it/percorso-maratona/

Info e curiosità qui: http://www.maratonadipescara.it

 

“Una maratona di grande valore – commenta l’assessore allo Sport Giuliano Diodati  - Un evento cresciuto, sia in quantità dei partecipanti che qualità. Molti vengono a correre a Pescara da fuori regione, cosa che conferma il grande lavoro dell’organizzazione e la valenza di questo evento nel panorama sportivo nazionale.  Come Amministrazione consideriamo il valore sportivo e sociale della maratona. Un valore grande a cui ogni anno diamo spazio con sempre maggiore partecipazione civica: siamo infatti certi che la cittadinanza abbia compreso che le restrizioni che accompagneranno l’evento siano per una giusta causa, per la promozione della città attraverso lo sport. A tutti lanciamo l’invito ad avvicinarsi alla maratona, viverla anche da spettatori, o comunque approfittare della città libera dalle auto per godere magari di una giornata di relax e sole. Mi preme ringraziare gli organizzatori, perché questo è il compimento di un anno di lavoro e sono sicuro che da lunedì si lavorerà già all’edizione del 2019.

 

“Percorso che vince non si cambia – così Mauro Pingiotti, responsabile dell’organizzazione logistica e del percorso – Si parte e si arriva in piazza della Rinascita, dove è fissato il ritrovo alle 8; alle 9,15 ci sarà lo start della Maratona, Mezza Maratona e Staffetta; alle 9,25 ci sarà l’inizio delle gare giovanili lungo Cosrso Umberto; alle 10 ci sarà la partenza della “Passeggiata D’Annunziana”. Una competizione con uno dei percorsi più belli di tutte le gare non solo abruzzesi, perché attraversa la città con tutto il suo paesaggio”.

 

“Si comincia pattinando e quella con il pattinaggio era una collaborazione nata per caso, che quest’anno avrà più spazio– dice Alberico Di Cecco, motore dell'evento nato da un'idea dello storico professor professor Renato D’Amario, Presidente dell’allora Ellesse Running Club, oggi A.S.D. Vini Fantini – Ci sono nomi importanti come Stefano Velatta vincitore della 100 km delle Alpi, con lui Ivan Di Mario fortissimo nazionale molisano di mezza maratona, per la gara al femminile Verena Steinhauser e altre atlete che sapranno farsi valere.

E' con orgoglio che restiamo a Pescara, luogo eccezionale anche per il percorso senza asperità. La maratona di Pescara cresce, siamo quasi ai 2.000 partecipanti, succede perché siamo una gran bella squadra, a partire dal Comune di Pescara che ci offre sempre piena collaborazione. I numeri sembrano sorriderci anche grazie alle associazioni che ci danno una mano partecipando e facendo partecipare. Si parte domenica dalle 9,15 con la mezza maratona, abbiamo un prologo con i pattinatori a rotelle, saranno tantissimi, alle 10 ci sarà l'ultima partenza con la passeggiata. Novità per il villaggio maratona, che torna a Piazza della Rinascita quest'anno, dove saremo dalle 16 alle 20 di sabato per le ultime formalità e domenica per le gare”.

 

“Avremo atleti di un certo livello - illustra Andrea Gileno direttore sportivo Vini Fantini - per la maratona ci sono Stefano Velatta e Ivan Di Mario, si daranno una bella battaglia perché tecnicamente stanno sugli stessi ritmi. Nella mezza maratona abbiamo Tommaso Giovannangelo, uno dei nostri portabandiera che correrà la 21 km. Al femminile ci saranno Varena Steinhauser che parteciperà alle prossime olimpiadi, presente alla 21 km e alla prima partecipazione per lei e un’altra nostra portabandiera, Daniela Hajnal, Vini Fantini che annovera già altre partecipazioni. Avremo altre iscrizioni anche dell’ultimo momento di altri atleti che non hanno ancora ufficializzato la loro presenza. La stessa partenza prevede la manifestazione delle staffette per la 42 km sono quattro atleti e abbiamo un grande interesse anche su questa parte e contiamo di fare dei numeri grandi. Sulla maratona confermo Antonio Bucci che ha un palma res importante e darà un grande spettacolo”.

 

“Siamo alla ricerca della pace e cosa meglio dello sport ci può aiutare. La maratona è un bene di tutti perché riesce a far sognare tante persone – così Mario Straccia - Un runner alla partenza sta sognando di arrivare a Roberto non è stato concesso di arrivare, viva lo sport”.

 

 “Saremo oltre 400 dall'associazione che si occupa di Sla, Isav – aggiunge Lorenzo D'Andrea presidente di Isav nata in memoria del padre – E' stato affetto da Sla per otto anni e durante questi anni ci siamo accorti che l'assistenza è poca per la malattia. Per questo più che alla ricerca abbiamo voluto dedicarci all'assistenza a 360 gradi di chi ne soffre e delle famiglie, alle quali abbiamo dedicato un punto di ascolto: per chi vuole iscriversi tramite noi lo potrà fare anche a Piazza della Rinascita e dalla nostra pagina Facebook”.

 

Pescara 17 ottobre 2018

 

Blasioli e Scotolati su cimiteri:

on .

“Viabilità pronta a scattare per Ognissanti, al via anche lavori sul dissesto delle zone inagibili ai Colli”. Ecco come si procederà

 

 

Sopralluogo questa mattina del vicesindaco Antonio Blasioli e dell’assessore ai Cimiteri Loredana Scotolati nella struttura di Colle Madonna in vista delle ricorrenze dell’1 e 2 novembre, insieme al direttore generale di Attiva Spa Massimo Del Bianco e al personale della struttura. 

 

“Partiranno il 27 ottobre ed andranno avanti fino al 2 novembre le nuove discipline viarie nel circondario dei cimiteri cittadini per la ricorrenza per la commemorazione dei defunti – cosi il vicesindaco e assessore alla Viabilità Antonio Blasiolie l’assessore ai Cimiteri Loredana Scotolati– Questa mattina abbiamo eseguito un sopralluogo nei cimiteri cittadini, riaperti oggi dopo il maltempo dei giorni scorsi che ha provato la viabilità cittadina e il nostro verde. Attiva, che ha in gestione entrambe le strutture, è al lavoro da giorni, la situazione che abbiamo trovato è stata soddisfacente, i viali sono puliti e in sicurezza e nei prossimi giorni si provvederà anche ad abbellirli con piante e fiori per accogliere il flusso delle visite in occasione del 1 e 2 novembre. 

Precisiamo alla cittadinanza che iniziamo con anticipo quest’anno per aiutare chi si reca a commemorare i defunti ma anche la circolazione complessiva. Si parte quindi il 27 ma questa disciplina della viabilità sarà subordinata all’apposizione di segnaletica mobile da parte della Polizia Municipale, a cui abbiamo rimesso ampia discrezionalità di attuare i sensi unici di cui a questa ordinanza soprattutto nei giorni antecedenti al 1 e 2 novembre.

Per il cimitero di Colle Madonna sarà istituito il senso unico in via Colle di Mezzo, nel tratto compreso tra via Ciattoni e via Pandolfi, direzione di marcia est-ovest, a salire. Sarà istituito inoltre il senso unico di marcia in via Tiberi a scendere.

Nella struttura partiranno invece dopo la commemorazione dei defunti i lavori tesi alla messa in sicurezza del dissesto di alcune zone del cimitero. L’impresa è pronta ad iniziare il lavoro. Si renderà quindi agibile anche quest’ala.

Per il cimitero di San Silvestroverrà invece istituito il divieto di fermata sui due lati di via Luciani, per consentire la percorrenza su entrambi i sensi di marcia, mentre nel tratto di via Vallelunga la direzione di marcia sarà mare-monti nel tratto compreso tra l’ingresso del nuovo cimitero e Colle Renazzo”.

 

Pescara 24 ottobre 2018

Partono i lavori per il Parco dello Sport:due lotti per 450.000 euro di interventi.

on .

 Sindaco e Blasioli: “Il quartiere avrà un’area sognata da decenni e la città un parco attrezzato e sicuro. Entro il 2019 anche caserma dei carabinieri e alloggi annessi e adiacenti”

 

Sono stati ultimati i  lavori di verifica e bonifica bellica sul terreno degli ex Monopoli dove a giorni cominceranno quelli di realizzazione del Parco dello Sport. Stamane la presentazione della fase esecutiva del progetto dell’importo di 300.000 euro, i lavori sono stati affidati il 27 novembre alla ditta Aedificatoria Srl, che si è aggiudicata l’appalto con un ribasso del 30,95 per cento. In conferenza erano presenti il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici e Parchi Antonio Blasioli, il progettista Alfredo Di Pierdomenico, il responsabile del Servizio Verde Mario Caudullo, l’ex assessore al Verde laura Di Pietro, che ha avviato l’iter, i consiglieri comunali Piero Giampietro ed Emilio Longhi.

 

“Si concretizza un progetto che darà alla zona un parco desideratissimo – così il sindaco Marco Alessandrini – e impianti sportivi per far vivere il parco, nonché aree di sgambettamento per i frequentatori che hanno animali di compagnia. Si tratta di un risultato importante e sono contento di presentare il progetto con Antonio Blasioli che ha lavorato perché potesse divenire realtà, grazie al dialogo con il Coni che è partner del progetto e con le istituzioni che hanno reso possibile l’acquisizione dell’area. Queste sono le cose che nobilitano l’agire pubblico: il parco verrà realizzato e dà stimoli, forza ed energia che fanno bene alla città e all’Amministrazione”.

 

“L’area di intervento del 63esimo parco della città è ampia 8.012 mq, che durante la guerra furono praticamente riempiti dalle bombe tanto è vero che abbiamo dovuto fare tutti gli accertamenti della presenza degli ordigni bellici e bonificare il parco dai residui ferrosi rinvenuti – spiega il vicesindaco Antonio Blasioli – ferraglia che è stata rimossa e, come ha certificato il Genio Militare di Napoli che ci ha dato il collaudo, nei prossimi giorni partiremo con i lavori. Si procederà in due lotti, il primo durerà 100 giorni e contiamo di vederlo ultimato il 6 di marzo 2019, per procedere subito con il secondo lotto dell’importo di 150.000 euro, finanziato dal CONI con le risorse del governo Renzi per Sport e Periferie, che potrebbe essere definito entro maggio. Dunque 8.012 complessivi i metri quadri, di cui 7.642 destinati a parco tematico per lo sport, ma con finalità anche diverse, perché il progetto prevede spazi anche per l’aggregazione sociale per quanti abitano in questo quartiere, che così avrà finalmente impianti dove i ragazzi potranno giocare. Ho trascorso la mia infanzia lì con questo sogno, che ho portato con me alla sezione, ora circolo Grimau che ha caldeggiato per anni questo progetto. Ora si realizza: il parco ha una piazzola di 69mq con sedute intorno, che può divenire anche un piccolo anfiteatro dove fare piccoli eventi; gli spazi saranno dotati di percorsi vita per fare sport; realizzeremo anche il marciapiede su via Rigopiano che ad oggi manca; 3 ingressi al parco, uno su via Rigopiano e uno su via Passolanciano e un ulteriore ingresso su via Rigopiano per l’area di sgambettamento, che è fatta a forma di L, in modo da garantire a più razze di cani di essere presenti. Non solo, realizzeremo anche un pozzo di 30 metri per dare l’acqua in modo che l’area possa autoalimentarsi, prevedendo anche un impianto di irrigazione a pioggia ed aspersione; sarà dotata di illuminazione a led e verrà realizzata anche una recinzione che copriremo con una siepe perché arricchiremo il parco anche di piante. Nel secondo lotto è previsto il campo da calcetto, una pista, spogliatoi e un chiosco; sarà un parco senza barriere e con un ingresso abbastanza grande per permettere ai mezzi di soccorso di entrare. Quanto al verde: saranno ripiantumati 81 alberi, scelti fra le specie per lo più autoctone che assorbono l’inquinamento. Sarà una piena riqualificazione, a cui si aggiungerà un valore aggiunto in termini di sicurezza, quando verranno completati gli alloggi connessi alla adiacente Caserma dei Carabinieri, il cui iter si definirà anch’esso entro il 2019, con un progetto più dimensionato che la renderà realizzabile a breve, rendendo quello dello Sport il parco più sicuro della città. Un grazie agli uffici che hanno lavorato, al dirigente Paolo D’Incecco e il progettista Alfredo Di Pierdomenico Pasquale. Fatto il parco, attraverso un bando ne assegneremo la gestione”.

 

“Il parco ha posto fino ad oggi problemi verificatisi in pochi cantieri – così il responsabile del Servizio Verde Mario Caudullo – oggi li abbiamo affrontati tutti e definiti, perché abbiamo effettuato sia la verifica che la bonifica bellica e abbiamo fortunatamente scongiurato che ci fossero reperti che avrebbero comportato un posticipo dei tempo di partenza. Tempi che saremo felici di recuperare in corsa, agevolando le procedure”.

 

“Si stratta di un vero e proprio parco di quartiere che si trova al centro della città – aggiunge l’architetto Alfredo Di Pierdomenico – E’ pensato nel modo meno impattante e meno strutturato, possibile, con materiali drenanti ed ecosostenibili: siamo stati attenti a neutralizzare il più possibile le polveri sottili e il CO2 sia con le materie utilizzate per le strutture che per il verde. Il parco sarà poi recintato da siepi che hanno lo scopo di attutire rumori e smog”.

 

“Sono contenta che un progetto partito da tanti anni diventerà un parco della città – il commento dell’ex assessore Laura Di Pietro – Nascerà un parco dello sport a tutti gli effetti, l’anfiteatro sarà a disposizione e così accadrà per tutti gli impianti sportivi che potranno essere utilizzati da tutti, strappando un’altra zona all’abbandono”.

 

“Nasce un progetto atteso per tanto tempo - conclude il consigliere Piero Giampietro – Un progetto che parte dalle mobilitazioni popolari della zona ospedale, con la Cgil e la sezione "Grimau" in prima fila, che si sono battute per fare dell’ex Monopolio un’area verde aperta a tutti. Era già allora un polmone potenziale, perché la zona non aveva aree verdi. Un bel traguardo”.

 

Pescara 29 novembre 2018