PIAZZA ITALIA

Il sindaco Masci scrive al Presidente della Regione Marsilio per chiedere di posticipare la riapertura delle scuole

on .

In una lettera il sindaco di Pescara Carlo Masci questa mattina ha sollecitato il Presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio,  a posticipare la riapertura delle scuole per via dell’impennata registrata in questa fase dalla curva sull’andamento dei contagi da Covid 19.  <Stiamo attraversando - scrive Masci - il momento più difficile di un’ulteriore ondata pandemica che ci ha costretti più di un mese fa a scelte difficili e a decisioni molto sofferte, per quanto necessarie, come quelle di sospendere le lezioni in presenza. Noi amministratori abbiamo la grave responsabilità di dover conciliare le indicazioni della scienza in campo epidemiologico-sanitario con il quadro sociale ed economico. E anche adesso bisogna agire presto e bene>.

I dati più aggiornati riportano infatti come, nel periodo compreso tra il 5 e l’11 marzo 2021, la Asl abbia notificato all’ente ben 623 nuovi casi di positività al Covid di persone residenti, con una media di circa 97 al giorno; mentre, per quanto riguarda la provincia, i casi registrati di positività nello stesso lasso di tempo sono stati oltre mille. Sulla base di questo report, il primo cittadino nella lettera chiede dunque al presidente della Regione se intenda avvalersi delle prerogative assegnategli dal DPCM del 5 marzo 2021 (art.21),  poiché <l’incidenza cumulativa  settimanale dei contagi, quando superiore a 250 casi su centomila abitanti, e nelle circostanze di chiaro peggioramento del quadro epidemiologico, permette appunto di sancire la chiusura delle scuole di ogni ordine grado e dei servizi educativi. La tutela della salute pubblica ci impone oggi l’unica forma efficace di prevenzione che è il distanziamento sociale, almeno in attesa delle risposte definitive che verranno dalla vaccinazione su larga scala>. 

Appare di tutta evidenza, alla luce dei su citati riscontri statistici, che Pescara si trovi in questa fattispecie; condizione che, vista anche l’imminenza della scadenza della sospensione dell’attività didattica in presenza, ha spinto il sindaco della città più popolosa d’Abruzzo a rivolgersi al Presidente della Regione  <affinché venga adottato uno specifico e motivato provvedimento che posticipi la riapertura delle scuole a quando la situazione sia sperabilmente rientrata in un quadro di tollerabilità. In ogni caso  - ha concluso Masci – mi regolerò anche in base a quelle che in queste ore saranno le conclusioni dei lavori del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica>.   

 

 Pescara, 12 marzo 2021

 

 

Il sindaco Carlo Masci ricevuto a Roma dal Ministro Mara Carfagna

on .

Subito disponibili i fondi per Aree di risulta, Parco Nord e Museo del Mare

Al termine dell’incontro tenutosi oggi a Roma con il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Mara Carfagna, il sindaco di Pescara Carlo Masci non ha nascosto la sua soddisfazione: <Da oggi abbiamo l’assoluta certezza degli impegni finanziari che il Governo assume con Pescara e con l’Abruzzo e che ci permetteranno di dare immediatamente seguito alla realizzazione di grandi opere strategiche per il nostro territorio, potendo fin da subito contare su una disponibilità di 123 milioni di euro  di risorse ministeriali. In testa per la nostra città ci sono il recupero e il riassetto delle aree di risulta, la realizzazione delle opere previste dal masterplan del Parco Nord, vale a dire la grande area verde d’accesso al mare e alla città. Questi due interventi nelle prossime ore saranno sul tavolo del Ministro per ricevere il via libera. Non meno rilevante è il completamento del museo del Mare, atteso ormai da troppo tempo e che questa amministrazione definirà a breve>. All’incontro erano presenti il senatore Nazario Pagano, l’onorevole Antonio Martino, il presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, e l’assessore regionale Daniele D’Amario. <Il ministro Mara Carfagna - ha continuato Masci - ha dimostrato grande vicinanza alla città di Pescara, affermando che abbiamo tutte le carte in regola per rimetterci in marcia dal punto di vista economico e sociale. È un momento storico, queste sono risorse decisive che dobbiamo saper investire per far sì che questa opportunità che ci viene offerta risulti la “leva” più importante per il “new deal” della nostra realtà, una ripartenza che tutti vogliamo alimentare e  vivere a dispetto del Covid>.
A beneficio  delle imprese abruzzesi, contro le difficoltà determinate dalla pandemia, è previsto inoltre un finanziamento di circa 30 milioni di euro, mentre complessivamente, nella nuova programmazione dei Fondi Europei 2021-2027, all’Abruzzo sono destinati 700 milioni di euro di fondi per lo Sviluppo e la Coesione, Fondi Fse e Fesr.

 <Il ministro mi ha promesso che sarà a Pescara alla posa della prima pietra per l’avvio del cantiere sulle aree dell’ex stazione ferroviaria. Mi sono battuto perché Pescara potesse raggiungere questo risultato superando ostacoli annosi e ora sappiamo che questo traguardo sarà una realtà. Ringrazio il senatore Pagano, il presidente Sospiri e l’assessore D’Amario che con me hanno vissuto oggi una grande giornata. Con coraggio mi sono assunto grandi responsabilità di fronte ai pescaresi e non intendo tradire le loro attese>.    

 

Pescara, 5 maggio 2021      

Seccia: Blasioli specula su anziani e fragili in attesa della vaccinazione

on .

<Questa mattina è andata in scena la più bassa forma di sciacallaggio politico, in cui il consigliere regionale del Pd Antonio Blasioli evidentemente eccelle e non da oggi. Un’offesa gratuita al lavoro e all’impegno della Protezione civile e dei tanti volontari che da mesi sono in prima linea nella lotta al Coronavirus, a supporto della Asl e delle legittime aspettative della gente>. Sono le parole dell’assessore comunale alla Protezione Civile Eugenio Seccia, appreso delle dichiarazioni sprezzanti rilasciate dallo stesso Blasioli. <Il Centro operativo Comunale non ha affatto chiuso questa mattina la sua attività, come Blasioli afferma. Il Coc è infatti sempre a disposizione grazie alla rete cellulare e al centralino della Polizia Municipale. Si è in realtà svolta una riunione organizzativa per determinare le attività del Coc, che come tutti sanno ha il compito di fornire assistenza e, soprattutto, di contattare i cittadini e invitarli presso il Pescara Fiere, in giorni e orari stabiliti, per ricevere la profilassi anti-Covid. E per questo summit erano stati convocati gli addetti al servizio>.       

Gli operatori, i responsabili medici della ASL e i dirigenti del Comune e della Protezione civile hanno infatti elaborato il nuovo programma di attività alla luce delle novità introdotte a livello centrale e regionale, con l’esordio della piattaforma on-line elaborata da Poste e del numero verde cui i cittadini nati tra il 1942 e il 1951 possono rivolgersi, già da ieri, per prenotare la vaccinazione. Durante l’incontro, questa nuova metodica di raccolta delle prenotazioni è stata integrata con quelle già in essere riguardanti gli ultraottantenni e le categorie fragili (quindi anche i malati oncologici), già in lista essendosi iscritti in precedenza sulla piattaforma regionale. E’ stato messo in piedi un protocollo integrato efficiente che già dalla prossima settimana dovrà esprimere i suoi migliori effetti, con una quota di somministrazioni compresa tra gli 800 e i mille vaccinati al giorno. L’obiettivo nelle settimane a seguire sarà quello di 1500 dosi al giorno, se queste verranno messe a disposizione. Ma il Coc fin da subito, questa mattina, ha iniziato le convocazioni degli ultraottantenni, che ancora non hanno ricevuto la dose di richiamo, e dei soggetti fragili in attesa già da settimane. Entro sabato verrà conclusa la profilassi degli anziani, da lunedì 12 aprile si inizierà in parallelo con circa 800 somministrazioni destinate ai cosiddetti “fragili”, secondo un programma stilato durante il tavolo odierno. Sempre oggi, sono state in gran parte allestite le 12 postazioni in cui opereranno i medici di medicina generale.

<Mentre da un anno noi siamo impegnati a lavorare con tutte le nostre forze – ha continuato Seccia – ancora questa mattina abbiamo dovuto assistere all’ennesimo capitolo di una campagna di fango che a fasi ricorrenti viene ordita ai danni dell’amministrazione, della Protezione Civile e dei tanti volontari che ancora oggi ringrazio perché rappresentano un orgoglio e un’eccellenza assoluta di questa amministrazione. Quella di Blasioli è una politica di basso profilo, eticamente inaccettabile e vergognosa, perché non si fa scrupoli di speculare su persone spesso ansiose, o di età avanzata, e su soggetti con patologie, questo pur di colpire chi oggi si è assunto una così grande responsabilità e che ha la sola colpa di non far parte del suo partito. Blasioli si faccia un esame di coscienza, per rispetto verso le tante persone che sono in attesa della vaccinazione e non di menzogne e chiacchiere inutili>. 

 

Pescara, 10 aprile 2021

                    

Il Commissario straordinario Figliuolo venerdì al Centro vaccinale di Pescara

on .

Masci: <È un’ulteriore attestazione dei livelli di efficienza della nostra struttura>

 

Il Commissario straordinario per l’Emergenza Covid, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, sarà nella mattinata di venerdì 7 maggio al Centro vaccinale comunale di Pescara. L’alto ufficiale dell’Esercito, dopo aver fatto tappa presso gli uffici della Presidenza della Regione, raggiungerà il Pescara Fiere di via Tirino accompagnato dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, e dal Presidente della Giunta regionale Marco Marsilio. Ad accoglierlo ci sarà il sindaco di Pescara, Carlo Masci.  Il programma prevede la visita alla struttura gestita dall’amministrazione comunale e in cui ogni giorno sono operative ben 24 linee di vaccinazione e 160 operatori, ritenuta all’avanguardia nazionale per efficienza e capacità di accoglienza, come dimostrato dai numeri raggiunti nel percorso per l’immunizzazione e dal gradimento manifestato dall’utenza. Subito dopo Figliuolo incontrerà nell’ordine le associazioni di volontariato e quindi la Consulta regionale della Protezione Civile. A fine mattinata vi sarà un briefing con i giornalisti presso lo spazio-stampa interno all’hub allestito dal Comune.
<La visita del Generale Figliuolo - ha dichiarato questa mattina il sindaco Carlo Masci - rappresenta un’ulteriore attestazione dei livelli di efficienza raggiunti dal Centro Vaccinale comunale di Pescara, per la cui organizzazione l’amministrazione, nel pieno della più grave crisi sanitaria del dopoguerra, ha profuso, unitamente alla Asl, un impegno straordinario capace di superare ostacoli enormi>.
Pescara, 4 maggio 2021