PIAZZA ITALIA

Si è tenuta questa mattina in Comune la cerimonia di consegna del riconoscimento di “Attività Storica” alle imprese locali

on .

Pescara rinnova, nonostante l’emergenza sanitaria, il suo legame con la tradizione del commercio che l’ha sempre caratterizzata. Il capoluogo adriatico ha infatti acquisito nel tempo l’immagine di località dinamica ed effervescente, dedita ai servizi e al terziario e con un’innata vocazione alle attività di vendita al dettaglio. Il suo centro commerciale naturale è inoltre divenuto ben presto punto di riferimento per lo shopping non solo della regione ma anche dei territori confinanti. Questa mattina, presso la Sala Consiliare di Palazzo di Città, questa identità si rinnova con la consegna a 11 imprese commerciali cittadine, da parte dell’Amministrazione comunale, di altrettante targhe per il riconoscimento di Attività Storica.      

 

Una pratica consolidata, a cura dell’Assessorato alle Attività Produttive, nata per dare lustro agli esercizi che hanno maturato una storia e un’esperienza longeva a Pescara, contribuendo alla sua crescita economica. Si tratta di un riconoscimento cui si accede mediante una richiesta contenuta in un bando pubblico.

 

Sono stati diversi i requisiti per candidarsi, fra cui: a) quello di essere attività che esercitino nell’ambito del Comune di Pescara da almeno 40 anni dalla data del primo rilascio dell’autorizzazione; b) essere in continuità gestionale; c) i cui locali abbiano accesso dall’area pubblica; d) che ospitino delle testimonianze culturali o storiche di pregio; e) che abbiano titolo commerciale di persistenza dell’attività sul territorio.

 

All’attribuzione delle targhe ha lavorato la Commissione Attività storiche composta dall’amministrazione comunale di Pescara, da Confcommercio, dalla Camera di Commercio, Confesercenti, CNA, Confartigianato, Casartigiani, Upap Claai.

 

 

 

Ecco l’elenco delle attività che avranno il riconoscimento:

Autofficina Nepa di Nepa Cristian

Barbuscia Spa  di Barbuscia Piero

BEA Elettronica di Bottino Giustino

Cicoria Sas di Cicoria Gianni

Cipollone Sport di Pierfelice Caterina

D’Alberto Fiori di  D’Andreagiovanni Luciano

Di Menna Diomiro di Di Menna Diomiro

Elettromeccanica Abruzzese Sas di Baldacci Rodolfo

Jolly’s Confezioni di Ciampoli Abramo Tommaso

La Salumeria dei Colli di Costantini Manolo

L.G. Parrucchieri di Luciani Leonardo

 

La cerimonia è stata anche un’occasione per ringraziare, attraverso tale riconoscimento, le attività che hanno contribuito a costruire la storia della Città.  Attività nate anche per far crescere la nostra economia, che ne hanno costruito l’immagine e che sono rimaste attive fino ad oggi, attraversando anche periodi davvero incerti e bui dal punto di vista economico, come quello che si sta vivendo a causa dell’emergenza sanitaria; ma queste imprese hanno resistito, alcune si sono anche rinnovate dando un grande esempio alle generazioni cui hanno passato il testimone. Le targhe servono a raccontare tante belle storie della città, ma anche a testimoniare la vicinanza dell’Amministrazione ad ognuna di queste attività.

E’ questo un anno in cui purtroppo – spiega l’Assessore alle attività produttive Alfredo Cremonese <non abbiamo potuto svolgere con l’enfasi delle scorse edizioni il nostro consueto evento di premiazione delle nuove attività storiche di Pescara. È un evento sobrio, a fronte di tutto quello che stiamo vivendo, ma necessario perché non possiamo non dare visibilità al loro valore e al loro peso nel sistema economico, culturale e  sociale della città.  I tempi sono durissimi, ma l’esempio di queste 11 realtà può rappresentare un auspicio importante per la ripresa economica>.

Alla manifestazione di questa mattina hanno preso parte, oltre ai destinatari delle targhe, anche i vertici delle associazioni che hanno collaborato all’esame istruttorio delle domande pervenute a seguito del bando.

<Credo che senza lo straordinario impegno di questi operatori economici – ha dichiarato durante la cerimonia il sindaco Carlo Masci – Pescara non avrebbe scritto la sua storia, non avrebbe definito la propria identità. Dobbiamo quindi ringraziare le imprese che oggi sono presenti qui per ciò che hanno fatto per la nostra comunità, di cui hanno costruito la struttura sociale ed economica. L’Amministrazione comunale – ha concluso – non può che essere solidale con questa fetta così importante del mondo produttivo, che con forza e tenacia va avanti superando ogni sfida. Oggi ancora di più ne danno prova. Noi ne siamo orgogliosi e saremo, per quanto ci riguarda, sempre al loro fianco con passione ed entusiasmo. Nessuno di loro verrà lasciato indietro>.

 

Pescara, 17 dicembre 2020       

Rampigna, sì della Giunta alla riqualificazione.

on .

Diodati: “Un nuovo campo, un museo e non solo sport nel futuro della struttura”

 

Sì della Giunta Comunale al progetto per la riqualificazione attraverso opere di risanamento conservativo, l’impianto sportivo di proprietà comunale denominato “Renato Curi”, meglio conosciuto come “Rampigna”,

 

 

“Si tratta di un impegno preso con la città che pratica e promuove lo sport – così l’assessore allo Sport Giuliano Diodati– L’impianto deve tornare a vivere, la sua posizione centralissima all’interno della città lo rende l’unico impianto facilmente raggiungibile con la maggior parte dei mezzi pubblici, oltre che dalla viabilità ciclabile, pertanto facilmente fruibile da parte delle giovani generazioni, dedite alle attività sportive. La sua storia è da sola una ragione più che valida dell’esigenza di riportarlo in piena attività, un passato glorioso a cui vogliamo dare un futuro nuovo.

Le opere da realizzare consistono nella riqualificazione della struttura sportiva, finalizzata alla restituzione alla comunità di un impianto con caratteristiche versatili, sia per lo svolgimento di attività sportive, sia di eventi culturali. Abbiamo dunque approvato il Progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento, per un importo complessivo di 800.000 euro e con l’intenzione di avviare il processo già nel 2018.

Il progetto è già pronto, prevede la realizzazione di un nuovo campo di calcio in erba sintetica, il rifacimento delle tribune e degli spogliatoi e nuovi sotto servizi. Stiamo pensando anche alla memoria di questo storico campo, inserendo nel progetto anche un museo dedicato alla storica squadra di calcio Strapaesana, mito nel Dopoguerra. Sport e non solo sport ci saranno anche gli eventi nella nuova vita del Rampigna: posizione e logistica lo rendono candidabile ad ospitare concerti e iniziative anche di altra natura, valorizzando ancora di più la porzione di città dove storicamente sorge

 

Pescara, 1 ottobre 2018

 

 

 
 
 

Colle del Telegrafo aperto sin dalle 5,30 fino a settembre il sabato e la domenica.

on .

 L’assessore Marchegiani: “Una scelta che risponde alle istanze di tanti cittadini e fotoamatori”

 

“Il parco di Colle del Telegrafo apre all’alba da questo fine settimana. In concomitanza con l’ora legale e fino a tutto settembre, abbiamo deciso di adottare un orario speciale per questa straordinaria area verde cittadina, recuperata alla fruibilità. Molti fotografi professionisti e amatoriali ci hanno chiesto di poter utilizzare la formidabile vista che il parco offre, per fare fotografie non solo ai tramonti, così abbiamo deciso di assecondare tali istanze, fissando alle 5.30 di ogni sabato e domenica l’apertura del parco.

Si tratta di un provvedimento attuabile senza particolari disagi, visto che ad occuparsi dell’apertura e chiusura dei nostri parchi è Attiva, che ha già orari simili per assolvere agli altri servizi, così sarà possibile vivere il Colle del Telegrafo in questo speciale modo.

Da quando lo abbiamo riaperto tantissimi hanno scoperto il fascino di quella che è una delle zone più belle e identitarie della città, dotato di una vista davvero eccezionale sia sulla costa, che sull’entroterra e le nostre due montagne. L’area è attrezzata, dotata di parcheggio e facilmente raggiungibile da Strada Colle Marino, un piccolo viaggio romantico o alla scoperta del nostro paesaggio, che si potrà fare ora anche alle prime luci dell’alba e fino al tramonto”. 

 

Pescara,  30 marzo 2019

 

L’assessore a Verde Pubblico e Parchi

Paola Marchegiani