PIAZZA ITALIA

Iniziati i lavori di svuotamento della vasca di colmata

on .

Masci: <Le nostre insistenze ci permettono ora di eliminare quella collina di fanghi che offende il decoro del porto e della città>      

 

È proprio il caso di dire “finalmente!”. Sono infatti in corso in questi giorni i lavori lungamente attesi di svuotamento della vasca di colmata all’imboccatura del Porto Canale di Pescara, una delle principali emergenze che l’amministrazione guidata dal sindaco Carlo Masci si era impegnata ad affrontare e a risolvere.
<Il Provveditorato alle OO.PP. - ha dichiarato Masci - nei giorni scorsi ha iniziato lo svuotamento della vasca di colmata che porterà all'eliminazione di quella collina di fanghi, all'ingresso del Porto, che dal 2014 mortifica la skyline di Pescara. Per raggiungere l'obiettivo, che in una Nazione normale doveva avvenire in tempi brevissimi, abbiamo dovuto alzare la voce, confrontarci duramente con i vertici di quell'Ente e attendere quasi 7 anni, ma tutto è bene quel che finisce bene. Questo è un evento per noi e per tutti i pescaresi>!

La storia della vasca di colmata è passata attraverso anni di ritardi, omissioni ed errori amministrativi. I materiali depositati in quel sito, circa duecentomila metri cubi,  sono il frutto indesiderato delle operazioni di dragaggio eseguite nel tempo; avrebbero dovuto essere portati altrove dalla società che aveva effettuato i lavori, ma a partire dal 2015 la stessa impresa dichiarò di avere problemi nel reperire un sito idoneo allo stoccaggio e, con la prassi delle proroghe, è sempre intervenuta una dilazione dell’intervento. Fino a quando, addirittura, e arriviamo al 2016, l’impresa è fallita. Quella collina da quel momento è stata la “cartolina” di una “ferita” difficile da sopportare, avrebbe infatti dovuto essere il Provveditorato delle Opere Pubbliche ad occuparsi di rimuoverla. Soltanto nel 2019 è stato però superato l’ostacolo più difficile, rappresentato dalla caratterizzazione di quei fanghi, passaggio fondamentale per dare seguito ai lavori. Come se non bastasse, ancora lo stesso Provveditorato avrebbe dovuto eseguire lo svuotamento della vasca entro il 31 dicembre del 2019, ma fu costretto ad annullare la gara per alcuni vizi tecnico-amministrativi. Una situazione che ha ulteriormente bloccato il porto di Pescara, che da anni soffre una crisi profonda delle attività economiche, messe in ginocchio dal problema dell’insabbiamento che non può essere affrontato proprio a causa delle situazione della vasca di colmata.

<Sono convinto che questo intervento da un milione di euro ci rilanci – ha continuato Masci – anche in vista delle infrastrutture che realizzeremo a servizio del Nuovo Porto. Pescara cambierà volto!>. Il completamento dell’attività sulla vasca di colmata, una volta separate le sabbie idonee al ripascimento sommerso da quelle da trasferire in discarica, è previsto in un lasso di tempo compreso tra i 60 e i 90 giorni. Si tratta - come si scriveva - di un appalto di fondamentale importanza anche per dar seguito alle opere infrastrutturali del primo stralcio relative allo scalo marittimo pescarese, previste nel complessivo progetto complessivo da 60 milioni di euro. Opere che di fatto renderanno il bacino in grado di rilanciare le attività della pesca, mercantili e turistiche. 

Pescara, 19 gennaio 2021  

                    

Le spiagge libere di Pescara diventano palestre a cielo aperto

on .

    Il progetto degli assessori Cremonese e Paoni Saccone: <E’ la novità dell’estate 2021 per un lungomare più attrattivo>

       

Le spiagge libere di Pescara diventano palestre a cielo aperto per il benessere fisico dei villeggianti e dei cittadini. Un progetto che ha preso le mosse dall’attività tesa in questi mesi alla riorganizzazione delle spiagge non in concessione, sul modello che ha reso celebri in tutto il mondo, con le dovute proporzioni, località come Santa Monica o Laguna beach. Il lungomare adriatico, con l’approssimarsi della bella stagione,  punta dunque a migliorare il suo appeal e a richiamare i cultori dello sport all’aria aperta. E i lavori per l’installazione delle attrezzature per il fitness si preannunciano con una tempistica assai breve, visto che le macchine sono in gran parte già disponibili nei magazzini gestiti dal Comune.

<Credo che sia indispensabile – ha detto l’assessore al Turismo e Grandi Eventi, Alfredo Cremonese – migliorare il livello delle nostre infrastrutture a scopo turistico, e per questo stiamo lavorando al massimo perché sappiamo come la prossima stagione balneare assuma un valore fondamentale – ce lo auguriamo tutti – per la tenuta economica di molte attività. Sto valutando con gli uffici gli esiti di alcune trattative, che abbiamo in gran parte definito, con aziende che producono questi materiali, quindi verificheremo la possibilità di creare una grande e efficiente area fitness>.
A breve saranno individuati con precisione gli ulteriori tratti di arenile dove verranno collocate le macchine che sono invece già disponibili.
<Con questa iniziativa vogliamo rendere più bella e attrattiva la nostra spiaggia – ha detto l’assessore al Demanio Mariarita Paoni Saccone – Credo che l’idea di vivere il mare, insieme alla possibilità di praticare sport, sia vincente, come dimostrano altre realtà turistiche in Italia e all’estero. Vogliamo essere pronti per l’inizio della stagione più calda e quindi nelle prossime settimane presenteremo ai cittadini questa bella novità. Aggiungo che l’importanza del progetto risiede anche nella considerazione, che abbiamo fatto, di stimolare un ritorno alla normalità per le tante persone che hanno dovuto abbandonare la pratica sportiva e cambiare le proprie abitudini>. 

 

Pescara, 17 marzo 2021

                    

Accelerazione per la campagna vaccinale di Pescara e Provincia

on .

Settimana AstraZeneca: ulteriori 1100 dosi rese disponibili a partire da sabato        

 

 

Settimana Astrazeneca: a partire da sabato e fino a mercoledì  della prossima settimana,  l’utenza di Pescara e provincia potrà usufruire di ulteriori 1100 dosi di farmaco AstraZeneca (350 sabato e 250 al giorno per lunedì, martedì e mercoledì). Anche in questo caso è e sarà necessario procedere alla prenotazione passando dalla piattaforma digitale dell’amministrazione (www.comune.pescara.it). Si ricorda che questa opportunità è aperta alla categoria degli Over-60, in particolare a quanti abbiano già manifestato la propria disponibilità a sottoporsi alla profilassi. Una volta entrati sul sito istituzionale del Comune bisognerà accedere alla prenotazione dalla sezioneCITTÀ DI PESCARA - VACCINAZIONI ANTI-COVID 19” e subito dopo utilizzare il pulsante “Prenota vaccinazione Settimana AstraZeneca”.

 

Pescara, 5 maggio 2021

                    

Strada Pendolo, avanza il cantiere

on .

Inizia a prendere forma il tratto di "Strada Pendolo" che collegherà Strada comunale Piana con via Rio Sparto: un nuovo tassello di quella viabilità alternativa destinata a rivitalizzare un'area limitrofa al centro alla quale, proprio con un sistema di infrastrutturazione, da anni le diverse amministrazioni comunali che si sono succedute al governo di Pescara vogliono dare un nuovo impulso.

Questo tratto, che insiste sulla zona di Piano particolareggiato 7,  ha una lunghezza di 420 metri  ed ha avuto un iter travagliato dalla necessità di procedere ad una serie di espropri che hanno inciso sul piano dei tempi e dei costi.

"Abbiamo cercato di ottimizzare al massimo le procedure, in modo da superare gli ostacoli senza forzature, ma evitando lunghe pause, e questo ci consentirà in breve tempo di partire anche con un altro tratto - sottolinea l'assessore ai Lavori Pubblici e alla Mobilità, Luigi Albore Mascia - Abbiamo tutta l'intenzione di portare a conclusione una progettazione che nasce dai tempi in cui era Sindaco di Pescara Carlo Pace. Ieri queste opere erano funzionali prevalentemente a un alleggerimento del traffico che attraversa la città, oggi costituiscono un elemento di riqualificazione complessiva di un'area che potrebbe diventare il cuore ultramoderno della città attraverso nuovi insediamenti commerciali, produttivi e residenziali".

La progettazione prevede oltre a una doppia carreggiata separata da aiuole spartitraffico, anche un collegamento ciclabile che andrà a connettersi con le piste già esistenti, ampliando la rete di mobilità sostenibile, oggi imprescindibile elemento di qualità urbana.

L'importo complessivo dei lavori, comprensivo degli oneri per gli espropri, è di tre milioni e mezzo di euro.

 

Pescara, 26 marzo 2021