PIAZZA ITALIA

Otto gruppi per otto luoghi identitari. Per bloccare la dispersione identitaria di Pescara: città moderna, dal cuore antico.

on .

Costituiti gli otto gruppi del Comitato per la tutela degli otto luoghi identitari di Pescara: Pescara Colli, Pescara Centrale, Borgo Marino, Centro Storico, Pineta, Villa del Fuoco, Fontanelle e S. Silvestro. Ogni gruppo si occuperà della conoscenza, recupero, tutela e valorizzazione del patrimonio storico, culturale, ambientale, paesaggistico e architettonico delle zone corrispondenti.

Obiettivo del Comitato, che attualmente conta 50 membri, e' quello di battersi per la salvaguardia del paesaggio urbano e sollecitare l' attenzione da parte delle autorità, Comune e sovrintendenze in modo che le nostre realtà non disperdano la loro identità. Attraverso una delibera approvata dalla Giunta Comunale sono stati individuati i principali elementi su cui porre l' attenzione: le strutture di carattere storico e culturale per le quali organizzare momenti di attenzione a livello pubblico. I prossimi appuntamenti saranno una conferenza stampa di presentazione e otto serate incontro, ciascuna per ogni gruppo, dedicato alle zone in questione. Operativita' immediata per il comitato che, inoltre, avra' la funzione di far crescere la consapevolezza di come Pescara sia una citta' giovane con cuore antico. Fondatore del Comitato è Licio Di Biase e l’iniziativa prende spunto dalla sua pubblicazione “Pescara, otto luoghi i dentitari per una città senza rughe”.

Doriana Roio

FILANDA GIAMMARIA. VERSO L'ABBATTIMENTO!!!!

on .

Continua a prevalere la città meticcia, contaminata, che non è in grado di tutelare la città vissuta, con le proprie stratificazioni storico-architettoniche.

Dopo iniziative per sollecitare l'attenzione delle forze politiche, delle istituzioni competenti, dopo aver cercato di mobilitare la Pescara ancora sana e attenta. Non ci siamo riusciti.

Il Tar deciderà l'abbattimento. Noi abbiamo sollecitato e scritto più volte di questo rischio. Pescara eliminerà un altro tassello del proprio Patrimonio Storico-Culturale e mentre questa accade, le Istituzioni locali sono impegnate a parlarsi addosso di altro.

LA NOTA DI CLAUDIO VARAGNOLI IN RISPOSTA ALL'ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO DI TUTELA DEL PATRIMONIO STORICO-ARCHITETTONICO DELLA CITTA'.

on .

Osservazioni sulla schedatura presentata per la “Variante Patrimonio Architettonico” al Comune di Pescara di Claudio Varagnoli  (ordinario di Restauro Architettonico – Università “G. d’Annunzio” di Chieti e Pescara)

Il  Comune di Pescara ha richiesto al sottoscritto, all’arch. Tomassetti e ai professionisti Barbara Ferri e Cinzia di Brino, appositamente selezionati, di offrire una consulenza per estendere la catalogazione effettuata dal prof. Bartolini Salimbeni nel 1993-94 ai settori della città all’epoca non considerati. (CONTINUA)