PIAZZA ITALIA

Servizi demografici online, da lunedì al via il servizio sul sito del Comune

on .

“Da lunedì 13 maggio 2019 è attiva dal sito ufficiale del Comune di Pescara, la sezione dedicata ai servizi demografici on-line forniti dall’Ente. Attraverso il portale, grazie all’attività promossa dall’Assessorato ai Servizi Demografici, diventerà possibile eseguire alcune operazioni senza doversi recare personalmente agli Uffici dei Servizi Demografici del Comune.

Lo sportello telematico consente, ad oggi, di acquisire certificati anagrafici e di stato civile. A regime, dopo una prima fase sperimentale, potranno essere attivate ulteriori funzioni a vantaggio della comodità degli utenti e maggiore funzionalità degli uffici.

L'accesso alla sezione Servizi al Cittadino consente ai residenti di visualizzare la propria posizione anagrafica e di stato civile nonché di produrre le proprie certificazioni per sé e per il proprio nucleo familiare. Per accedere al servizio telematico, l'utente dovrà necessariamente essere accreditato tramite l'utilizzo di SPID, ossia le credenziali ufficiali per dialogare con la Pubblica Amministrazione.

Pertanto chi già dispone delle credenziali SPID accederà direttamente al Servizio online, inserendo tali credenziali e risultando immediatamente accreditato senza ulteriori fasi di registrazioni.

Il Servizio offerto è completamente gratuito, fermo restando l'apposizione del bollo, laddove per legge richiesto, da parte dell'utente stesso, al fine di dare piena validità al certificato richiesto”.

 

Pescara, 11 maggio 2019

 

L’assessore ai Servizi Demografici

Simona Di Carlo

 
 
 

Rotatoria del Pronto Soccorso, affidati i lavori.

on .

Natarelli: “Lavori in aprile. La rotatoria fluidificherà il traffico di un incrocio pericoloso e agevolerà l’ingresso al nuovo Pronto Soccorso”

 

 Affidati i lavori di infrastrutturazione e messa in sicurezza della nuova rotatoria che sorgerà in via Monte Fonte Romana dinanzi al nuovo Pronto Soccorso. Li svolgerà la ditta Di Egidio Srl con il 26 per cento di ribasso per 327.912,96 euro.

 

 “Comincerà ad aprile un lavoro molto atteso, nato per mettere in sicurezza l’incrocio fra via Fonte Romana, via Monte Faito e via Gole di San Venanzio – così l’assessore ai Lavori Pubblici Tonino Natarelli – Così uno degli incroci più sensibili, anche per via del passaggio delle ambulanze e di tutta l’utenza ospedaliera, viene preso in carico, in vista anche del nuovo ingresso del realizzando Pronto Soccorso, le ambulanze rientreranno proprio nell’area dove sorgerà la rotatoria.

Lo spartitraffico verrà sostituito da una rotatoria che nascerà all’altezza dei capannoni degli operai del Comune. E’ un lavoro importante perché parte dalla piena sintonia con la Asl di Pescara, è stato preceduto da una serie di incontri tra i tecnici comunali e quelli della Asl, promossi dall’ex assessore Antonio Blasioli che si è impegnato sul progetto dall’inizio del mandato e culminati nella condivisione dell’esigenza di un intervento di più ampio respiro per la progettazione e realizzazione della nuova viabilità esterna ed interna al Pronto Soccorso,  per ottimizzare i flussi veicolari in ingresso ed uscita.

Il Comune di Pescara sarà stazione appaltante e curerà la progettazione e l’esecuzione delle opere, sia della viabilità esterna che di quella interna, intendendo per viabilità interna quella che condurrà le ambulanze dall’altezza dell’attuale CUP fino all’ingresso del Pronto Soccorso e da qui all’uscita su via Fonte Romana, mentre Comune e Asl pagheranno ognuno per le opere di competenza, per cui la rotatoria sarà a carico del Comune per €. 100.000,00 mentre la Asl stanzierà €. 320.000. L’importo complessivo del progetto è di 420.000,00.

Ancora una volta dimostriamo di saper centellinare i nostri interventi sui lavori pubblici, intervenendo solo laddove è necessario per la sicurezza degli utenti della strada”.

 

 Pescara,  06 marzo 2019

Presentata la nuova Carta dei Servizi Sociali del Comune di Pescara

on .

Presentata la nuova Carta dei Servizi Sociali del Comune di Pescara

 

E' stata presentata stamane, in Sala Giunta, la nuova Carta dei Servizi Sociali del Comune di Pescara. Alla conferenza hanno preso parte il Sindaco Marco Alessandrini, l’Assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino, il dirigente del settore Politiche per il Cittadino e Programmazione Sociale Marco Molisani, la funzionaria del Settore Roberta Pellegrino. Alla conferenza sono intervenuti anche numerosi referenti delle associazioni, delle cooperative ed enti del terzo settore ad oggi “affidatari” di alcuni servizi.

 

Nel link il documento consultabile sulla sezione dedicata alle Politiche sociali del sito istituzionale:

http://www.comune.pescara.it/files/doc_online/2019/Carta_dei_servizi_esecutivo.pdf

 

“Nella giornata di venerdì scorso - ha detto il Sindaco Marco Alessandrini- ho ritenuto doveroso presentare la relazione di fine mandato esponendo tutte le attività svolte nel corso di questo mandato. Tra le tante, vi era anche una sezione relativa alle azioni portate avanti sul fronte del Sociale, che vedono il compimento nella Carta dei Servizi che presentiamo oggi, una carta che avvicina come non mai l’Amministrazione alla comunità e che sostiene i cittadini più svantaggiati o vulnerabili ai quali è fondamentale prestare supporto”.

 

“Ci tenevamo molto, oggi, alla presenza dei partner che hanno visti assegnati i servizi presenti nel Piano Sociale – ha dichiarato l’Assessore alle Politiche Sociali Antonella Allegrino- la Carta dei Servizi è un pò la fase conclusiva di un lavoro che si è avviato nel momento in cui il Sindaco mi ha chiamata a svolgere questa funzione, quella di Assessore. Ad ottobre 2016 abbiamo illustrato il Piano Sociale e in questi anni lo abbiamo riscritto e lo abbiamo fatto ascoltando il territorio e il terzo settore, gli operatori che quotidianamente si trovano a dare risposte. E' stato un percorso intrapreso insieme e garantito dall'impegno di tutti coloro che si sono resi disponibili. In questi anni, abbiamo svolto oltre 30 incontri tematici con esperti del settore e siamo riusciti in Consiglio Comunale a varare il Piano Sociale Ecad 15 nel 2017. Ringrazio il dott. Molisani, la dott.ssa Antonioli, la dott.ssa Allegrino, gli assistenti sociali e tutti coloro che hanno garantito i servizi. Stiamo lasciando e consegniamo tutto ciò a chi verrà dopo, un'area, quella del Sociale, molto più articolata rispetto al passato, a fronte di bisogni crescenti che abbiamo incontrato confrontandoci con altre istituzioni, la ASL e altri enti che con noi hanno collaborato. La Carta dei Servizi è un atto finale, la consegna alla comunità di come si accede ai servizi, dove vi sono indicate le finalità e quello che si offre rispetto al singolo servizio, suddiviso in temi e strutturato in assi tematici, come prevede il Piano Sociale regionale. 

Il cartaceo continua ad essere uno strumento di diffusione, più diretto rispetto al web, per questo sarà possibile reperire delle copie di questo documento anche presso le sedi delle associazioni. E' stata una bella sfida, ci abbiamo lavorato tutti con grande impegno, abbiamo voluto fare in modo che tutte le nostre risorse andassero incontro ad attività di assistenza, con il tentativo di portare avanti delle politiche attive sia per quanto riguarda il lavoro che di partecipazione sociale alla comunità. La grande sfida è stata la possibilità di creare condizioni di partnariato con il terzo settore, mi auguro che questo possa proseguire, abbiamo creato le basi affinché il terzo settore possa esprimere le proprie potenzialità, coscienti che si tratta di percorso difficile ma possibile, le associazioni hanno raccolto questa sfida, insieme si può e si deve agire per rendere adeguati i servizi al nostro territorio e per dare una dare risposta migliore ai cittadini. In totale, 42 milioni di euro sono stati investiti in 5 anni sul Sociale, relativi al mandato Alessandrini 2014-2019, e verranno rifinanziati anno per anno perché provengono sia da fondi nazionali che da fondi di bilancio. Il Piano Sociale proseguirà e la nuova amministrazione effettuerà nuove scelte”.

 

“Solitamente cerco di stare dietro le quinte, ma stamattina sono orgoglioso di essere qui perchè dietro la Carta dei Servizi c'è la summa di un lavoro che prende inizio circa 3 anni fa – ha detto il dirigente del settore Politiche per il Cittadino e Programmazione Sociale Marco Molisani- Siamo stati molto impegnati come Settore sullo svolgimento delle gare relative ai Servizi Sociali e concludiamo questo mandato del Sindaco Alessandrini e dell'Assessore Allegrino con servizi rilevanti (SAD, SAS, Servizio Socio-Psico-Pedagogico) che sono stati affidati su base triennale. In seguito all'approvazione del Piano Sociale, sono stati affidati 10 servizi in co-progettazione, si tratta di servizi concertati con le associazioni, approfondendo le necessità della comunità. Quello che mi rende molto orgoglioso, inoltre, sono i dati di una ricerca relativa alla “Qualità della Vita”, che ha analizzato l'area del “Disagio sociale e personale, pubblicata nell'inserto Economia e Finanza di Italia Oggi nel mese di novembre 2018 e che vede la città di Pescara salire dalla 102esima posizione nel 2017 alla 35esima posizione nel 2018. Nella lotta la disagio sociale, nell'arco di un solo anno siamo passati a scalare ben 67 posizioni e il Comune di Pescara ha fatto in questo la sua parte”.

 

L'incontro è stato l'occasione per presentare alla stampa anche il Bilancio Sociale dell'ECAD 15. Ad illustrarne i dettagli è stata la funzionaria del Settore Roberta Pellegrino, che ha dichiarato: “E' importante capire cosa il sociale “muove” e i risultati che oggi presentiamo, che si vedranno negli anni avvenire, sono frutto di un processo. I servizi e gli interventi erogati tramite fondi diretti sono stati pari 9.576.750,81 euro e hanno coinvolto circa 28 mila beneficiari; invece, più di 3 milioni di euro riguardano gli interventi sull'Area dell'Inclusione Sociale e Sostegno alle Famiglie, che nel Triennio 2018-20120 hanno interessato e interesseranno più di 7 mila beneficiari (tra individui e nuclei familiari). Dal Bilancio Sociale emerge che interventi incisivi sono stati compiuti, in particolar modo, verso le fasce sociali più problematiche della società attraverso strategie per l'inclusione attiva per persone in disagio sociale ed economico. In mancanza di documenti che diano conto dei dati realizzati con il vecchio Piano Sociale, è indubbio che il nuovo Piano Sociale abbia raddoppiato i servizi, raddoppiato gli investimenti e soprattutto introdotto una nuova modalità di co-progettazione dei servizi lavorando per il benessere di una comunità intera e non per le singole realtà del privato sociale”.

 

Pescara 23 aprile 2019