CULTURA

Licio Di Biase eletto Presidente della Settembrata abruzzese

on .

La “Settembrata abruzzese”  è la realtà associativa che in 60 anni di attività si è caratterizzata per essere stata il riferimento culturale della tradizione popolare dell’Abruzzo: teatro, poesia, musica, balli e canti folkloristici, dialetto. Tanti sono stati i settori che hanno coinvolto pezzi di società abruzzese nella riscoperta, nella valorizzazione e nella conservazione della propria tradizione. Tutto è iniziato alla fine degli anni ’50 e aver attraversato i decenni che vanno dal boom economico fino ai nostri giorni sta a  testimoniare le grandi sensibilità coinvolte in questo mondo. E i ricordi vanno ovviamente ai Presidenti che hanno fatto la storia dell’associazione: Rino Fabiano, Antonio De Laurentiis, Aldo Teodori, Camillo De Leonardis, Marcello De Giovanni, Antonio Luise , Gabriella Serafini e ultimo in ordine di tempo, Gino Orsini, uno dei soci fondatori.

Ora, per la Settembrata abruzzese  si apre una nuova Stagione con l’elezione a Presidente di Licio Di Biase e con il direttivo formato da Emilio Marconi (Vice Presidente), Lina Ciucci (Segretaria), Daniela D’Alimonte, Mimmo Sarchiapone, Nicola Di Nardo, Sara Iannetti e Silvio Salone (addetto stampa). Gino Orsini, presidente uscente è stato nominato Presidente onorario. (CONTINUA)

Il maestro Michelangelo Pistoletto ricevuto a palazzo di Città

on .

Con il celebre artista anche l’astrofisico Remo Ruffini
Il sindaco Carlo Masci ha ricevuto questa mattina nel suo studio a palazzo di città il Maestro Michelangelo Pistoletto , artista, pittore e scultore di fama internazionale, protagonista indiscusso della corrente dell’arte povera.
Con il celebre ospite anche il direttore dell’IC RAnet (International Centre for Relativistic Astrophysics Network),  il prestigioso astrofisico professor Remo Ruffini .
Pistoletto e Ruffini erano presenti oggi a Pescara per dar vita a un dibattito incentrato sull’affascinante tema del rapporto tra la Scienza e l’Arte, nel quale hanno poi coinvolto anche il primo cittadino. 
Durante il  cordiale incontro, Pistoletto ha ricordato il rapporto “antico” che lo unisce alla città di Pescara, che  ha spesso frequentato già dai ruggenti anni ’70 quando il capoluogo si pose all’attenzione
europea e non solo come crocevia della corrente avanguardista grazie a personaggi come Mario Pieroni, Federica Coen, 
Lucrezia Di Domizio e altri.
Dagli spazi dell’ex bagno borbonico e da palazzo Coen e Pieroni, <la dinamicità creativa di Pescara  – ha detto Pistoletto  –
si pose all’attenzione e attrasse artisti di rilevante ingegno.
Ricordo in particolare Spalletti e Ceroli ma tanti altri ancora>.
Si è trattato di un piacevole incontro <che potrebbe essere il viatico per  aprire la strada a future collaborazioni  – ha affermato il sindaco Masci  – riguardo in particolare al recupero di spazi urbani che la nostra città è ora chiamata a fare anche sotto il profilo del bello e dell’arte. Con quella vitalità e quella forza propositiva che
ha sempre caratterizzato Pescara >. Il sindaco ha donato al maestro Pistoletto un prezioso volume contenente le riproduzioni delle cartoline in cise e litografate da Basilio Cascella.