CULTURA

Restituto Ciglia e Roccacaramanico. L'ultimo saluto da Licio Di Biase

on .

Oggi avrei dovuto consegnare a Restituto Ciglia una pubblicazione che ho curato: "Restituto Ciglia e Rocaccaramanico".
Infatti, negli anni scorsi, andando in ferie tra S. Eufemia e Caramanico, aveva disegnato gli scorci di quei luoghi e, soprattutto di Roccacaramanico, tanto che abbiamo realizzato un libro con 56 immagini del  borgo medioevale.
Licio Di Biase 
 
 

Prefazione del libro "Restituto Ciglia e Roccacaramanico"

(CONTINUA)

Presentato il Premio Internazionale di narrativa e poesia "Gabriele d'Annunzio". VI^ edizione. Presidente della giuria Federico Moccia. Le premiazioni a ottobre sia per la sezione Poesia che Narrativa.

on .

 

Da sinistra: Gabriele Centorame, Maria Barresi, Federico Moccia e Licio Di Biase 

 SESTA EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE DI NARRATIVA E POESIA “GABRIELE D’ANNUNZIO” (PESCARA – CITTA’ S. ANGELO), organizzato dall’Associazione Culturale “Area Libera” di Città S. Angelo. (CONTINUA)

Di Iacovo su regolamento writers e street art:

on .

 “Una disciplina attesa da tempo, Pescara che ospita veri talenti di questa particolare forma espressiva non poteva non averla”

 

“Diventa realtà un regolamento che è stato a lungo desiderato dai giovani artisti della città. Ora bisogna recuperare il tempo perduto, quindi daremo al più presto attuazione alle direttive approvate oggi in Consiglio, perché questa particolare forma d’arte ha recentemente dimostrato proprio a Pescara quanto può essere importante per il rilancio anche dell’immagine e della bellezza della città. 

Voglio ricordare l’esperienza fatta con il murale Dreamsdi Millo a Fontanelle, street artist noto in tutto il mondo che vive a Pescara, che ha portato attenzione e temi forti per il rilancio non solo sociale e culturale, ma anche materiale delle nostre periferie. Un rilancio di cui il murale è stato il primo segno forte, ma che abbiamo progettato con decine di interventi in  vari ambiti, insieme a soggetti pubblici e privati e che eravamo pronti a far partire se il governo non avesse bloccato i fondi per la riqualificazione delle periferie disposti dal Bando della Presidenza del Consiglio Renzi-Gentiloni che stava alla base di questa fondamentale quanto inedita azione.

La Street Art locale consta di innumerevoli talenti, una presenza dettata dalla storica propensione della città all’arte e alla novità, alle tendenze contemporanee, ad aprirsi a espressioni culturali poliedriche. 

Il regolamento nasce per dare a questi artisti spazi e possibilità ed è una risposta efficacissima anche al degrado e al vandalismo con cui spesso l’arte murale viene scambiata. La differenza esiste e il primo discrimine è il rispetto delle regole. Ci saranno muri autorizzati, con diverse modalità, dove nasceranno opere riconducibili ad autori particolari e ci sarà anche continuità nella creazione di murales e lavori, perché la città diventi un museo a cielo aperto e questa forma d’arte non venga relegata in ambiti che non merita e che non la rappresentano”.

 

Pescara, 26 settembre 2018  

 

L’assessore alle Politiche Giovanili

Giovanni Di Iacovo