CULTURA

Presentata la terza edizione della rassegna “Abruzzesi di ieri e di oggi tra Arte, Musica e Letteratura”

on .

Si svolgerà dal 28 settembre al 5 ottobre2018,al Circolo Aternino in Piazza Garibaldi, la rassegna “Abruzzesi di ieri e di oggi, tra Arte, Musica e Letteratura”.La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, è patrocinata dal Comune di Pescara, dalla Commissione Regionale Pari Opportunità, dalla Fondazione Pescarabruzzo, dall’Associazione Eremo Dannunziano,  e organizzata dall'Associazione Culturale Teatranti d'Abruzzo, in collaborazione con Fidapa BPW Sez. Pescara, Conservatorio Luisa D’Annunzio, IPSSAR De Cecco e Associazione Logos Cultura. Alla presentazione stamane in Sala Giunta sono intervenuti l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, la presidente dell'Associazione Culturale Teatranti d'Abruzzo Vittorina Castellano, laPresidente FIDAPA e Presidente Pari Opportunità della Regione Abruzzo Gemma Andreini, l’attrice Franca Minnuccie gli altri promotori dell’iniziativa.

Nell’ambito della rassegna, visitabile dalle ore 17:30 alle 21:00, sarà possibile partecipare anche la prima “Biennale delle Arti”, dalle 17:30 alle 21:00, mostra di libri, gioielli, quadri e artigianato creativo, promossa dalla Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari distretto sud est sez. Pescara.

 

“Si tratta di una splendida manifestazione che farà riscoprire a tutti le tradizioni e i valori della nostra terra e del nostro Abruzzo -  così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo– Saranno tanti gli appuntamenti ai quali parteciperanno illustri ospiti dell’Abruzzo contemporaneo con interventi letterari e musicali, tesi a ricordare ciò che abbiamo ereditato dai personaggi abruzzesi di ieri e che si riflette nel nostro millennio. L’iniziativa nasce dalla volontà di mettere in collegamento il patrimonio culturale del passato con quello del presente, un’identità che deve essere tutelata e tramandata di generazione in generazione, e il Circolo Aternino, che ha visto la frequentazione del Vate e di tanti altri famosi personaggi nel cuore del Centro Storico, è una sede ideale per le sue origini antiche proiettate nella modernità”.

 

“Saranno otto giorni di grande abruzzesità - ha dichiaratola presidente dell'Associazione Culturale Teatranti d'Abruzzo Vittorina Castellano -inizieremo con la mostra organizzata della FIDPA che esporrà le opere di otto artiste appartenenti alla federazione, poi avremo la collaborazione con il Conservatorio di Musica Luisa D’annunzio di Pescara che ogni sera curerà un concerto tenuto da giovani musicisti. Ed ancora, interverranno alcuni zampognari abruzzesi e terremo una serata tutta dedicata alla poesia domenica 30 settembre, alla quale prenderanno parte poeti di ieri e di oggi  impegnati nella recitazione delle loro opere. Non mancheranno le interviste ai personaggi locali come il regista emergente Marco Calvise, il comico ‘Nduccio, la direttrice d’orchestra Antonella De Angelis e il compositore Alexian Santino Spinelli,ambasciatore dell'arte e della Cultura Romaní nel mondo. L’evento sarà, inoltre, arricchito da un convegno su l’arte del cibo di ieri e di oggi tenuto dall’IPSSAR De Cecco. Saranno, dunque, otto giorni molto densi, perché l’abruzzesità deve essere sempre coltivata e deve coinvolgere i giovani, sarà una vera e propria festa dell’abruzzesità”, 

 

“Vantiamo tantissime artiste nella nostra federazione – queste le parole di Gemma Andreini, Presidente FIDAPA e Presidente Pari Opportunità della Regione Abruzzo - per questo abbiamo deciso lanciare la” Prima Biennale” della FIDAPA, per mettere al servizio di tutti quanti le capacità delle nostre brave artiste”.

 

L’evento si concluderà il 5 ottobre, a partire dalle ore 17.30, con la lettura dell’opera “Carmen Votivum” a cura dell’attrice e studiosa di Gabriele D’Annunzio Franca Minnucci, testo per eccellenza più erotico del poeta abruzzese. 

“L’opera – ha detto l’attrice Franca Minnucci– racconta la storia d’amore tra D’Annunzio ed  Elena Sangro, nome d'arte di Maria Antonietta Bartoli Avveduti, giovanissima attrice vastese che alla tenera età di 21 anni, nel 1919, si innamorò del grande poeta abruzzese, prima che lui partì per Fiume. Dopo una notte di amore, ne rimase profondamente sedotta. Il Carmen rappresenta un vero e proprio inno erotico carico di sensualità, promesso all’attrice vastese, diva del cinema muto”.

 

“Abruzzesi di ieri e di oggi tra Arte, Musica e Letteratura” presso il Circolo Aternino

 

Programma 28 settembre

Ore 17.30: Saluti Assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo

Direttore Strutture museali e spettacolo Licio Di Biase

Presidente Commissione Pari Opportunità Regione Gemma Andreini

Vice presidente Fondazione Pescarabruzzo Nicoletta Di Gregorio

Inaugurazione della Mostra - I Biennale delle Arti FIDAPA BPW Sez. Pescara, voluta dalla Presidente Gemma Andreini e che vedrà esposte opere delle socie Maria Luisa Abate, Valentina Antonelli, Vittorina Castellano, Rossella Circeo, Fabiana Evangelista, Rossana Garibaldi, Daniela Quieti, Anna Seccia e Vanda Sprecacenere.   

“L’intervista” con la partecipazione del musicista e cabarettista Nduccio a cura di Vittorina Castellano e Daniela Quieti

Associazione Zampogne d’Abruzzo – Christian Di Marco e Irene Di Marco alla zampogna

Conservatorio “Luisa D’Annunzio” - Paride Marmifero, fisarmonica.

 

Programma 29 settembre 

Ore 17.30: Convegno dal titolo “L’Arte Gastronomica Abruzzese – il cibo come espressione culturale e identitaria del territorio” a cura della Dirigente dell’IPSSAR  De Cecco, la Prof.ssa Alessandra Di Pietro. All’incontro parteciperanno il Dott. Mimmo Russi, Delegato territoriale dell’Accademia Italiana della Cucina e il Dott. Roberto D’Intino, Presidente Regionale Associazione Panificatori AssiPan.

Letture tratte da opere di D’Annunzio a cura dei Teatranti d’Abruzzo, Vittorina Castellano, Giorgio Ciampoli, Rossana Garibaldi, Annadonatella Passeri e Adelio Tilli.

Concerto del Coro di voci bianche del Conservatorio “L. D’Annunzio”, direttore M° Paola Ciolino

 

Programma 30 settembre 

Ore 17.30: Saluti Vice presidente Fondazione Pescarabruzzo Nicoletta Di Gregorio

Presentazione dei libri di poesia: “Quali Ricordi” di Vittorina Castellano, “La luce riflessa” di Rosetta Clissa, “Minutatim” di Rossana Garibaldi.

“L’intervista” con la partecipazione del regista Marco Calvise a cura di Vittorina Castellano

Conservatorio “Luisa D’Annunzio  - Silvia De Luca, arpa

Concerto del Coro Polifonico Harmonia Mundi diretto dalla maestra Elisabetta Fusco.

 

Programma 1 ottobre 

Ore 17.30: Direttore Strutture museali e spettacolo Licio Di Biase

 “L’ultimo Flaiano – un satiro malinconico” di Enrico Vaime e Licio Di Biase, presentazione a cura di Antimo Amore e Licio Di Biase

Presentazione dei libri: “Il tempo degli ultimi corsari” di Luca Romani e “Adelchi” di Luigi Lazzaro a cura degli autori 

Letture a cura dei Teatranti d’Abruzzo: Vittorina Castellano, Rosetta Clissa, Giorgio Ciampoli, Rossana Garibaldi, Annadonatella Passeri.

Conservatorio “Luisa D’Annunzio – in Concerto: Leonardo Di Nino (chitarra), Kristina Esekova

(violino), Erika Vagnoni (violino), Clara Deheza (viola), Paolo Chiavaroli (violoncello)

 

Programma 2 ottobre 

Ore 17.30: Vice presidente Fondazione Pescarabruzzo Nicoletta Di Gregorio

Recital poetico in lingua con Gabriella Bottino, Vittorina Castellano, Rosetta Clissa, Giorgio Ciampoli, Nicoletta Di Gregorio, Rossana Garibaldi, Lucia Guida, Dante Marianacci, Annadonatella Passeri, Daniela Quieti, Flora Amelia Suarez Cardenas, Patrizia Tocci, Adelio Tilli

Duo “Andante con Ritmo” –Patrizia Starinieri , soprano – Elisabetta Fusco, pianoforte

“L’intervista” con la partecipazione di Alexian Santino Spinelli

Conservatorio “Luisa D’Annunzio” - Duo flautistico: Erica Finizio, Leila Vinciguerra

 

Programma 3 ottobre 

Ore 17.30: Recital poetico dialettale con Vittorina Castellano, Daniela D’Alimonte, Caterina Franchetta, Piero Leporini, Enzo Littore, Annadonatella Passeri, Ireneo Recchia, Mara Seccia, Patrizia Starinieri, Elio Tilli.

Canti abruzzesi eseguiti dal musicista Biagio Di Carlo 

Conservatorio “Luisa D’Annunzio”- Concerto di Elenoir Javanmardi, violino 

Associazione Zampogne d’Abruzzo - Francesco Bamonte,  Sergio Di Caro, Matteo Di Marco, Tonino Toracchio 

 

Programma 4 ottobre 

Ore 17.30: Domenico Ciampoli ”L’Invisibile” a cura di Vito Moretti

Letture a cura dei Teatranti d’Abruzzo: Vittorina Castellano, Giorgio Ciampoli, Rosetta Clissa, Rossana Garibaldi, Enzo Littore,  Anna Mione, Annadonatella Passeri, Adelio Tilli.

“L’intervista” con la partecipazione del Direttore d’orchestra Antonella De Angelis a cura di Vittorina Castellano e Daniela Quieti

Conservatorio Luisa D’Annunzio - Quartetto di sassofoni: Lorenzo Del Monaco (sax soprano), Gaia Aloisi (sax contralto), Samuele Cicchitti (sax tenore), Paolo Farina (sax baritono) 

 

Programma 5 ottobre 

Ore 17.30: Saluti Presidente Commissione Regionale Pari Opportunità Gemma Andreini

Recital – Franca Minnucci e il Carme Votivum

Canti abruzzesi e romanze di Francesco Paolo Tosti – Voce e chitarra il baritono Carmine Salvatore, al piano il maestro Gianni Scannella.

Recital poetico: Vittorina Castellano, Giorgio Ciampoli, Rosetta Clissa, Daniela D’Alimonte, Caterina Franchetta, Rossana Garibaldi, Piero Leporini, Enzo Littore, Anna Mione, Leda Panzone, Annadonatella Passeri, Rosetta Viglietti, Lucio Vitullo.

Conservatorio “Luisa D’Annunzio” - Duo chitarristico: Leonardo Di Nino, Pasquale Di Giannantonio 

Pescara, 26 settembre  2018  

 
 
 
 

Le opere donate da Vicentino Michetti al Comune saranno esposte all’Aurum.

on .

 Sindaco e Blasioli: “Dedicata a lui la Sala Barbella. Una vicenda che trova un lieto fine per l’Ente, la città e l’artista”

 

“Sì della Giunta alla delibera con cui si adempie all’obbligo della donazione modale delle opere di Vicentino Michetti. Una soluzione gradita alle figlie ed eredi di Vicentino Michetti e all’Amministrazione Comunale che così aprirà al pubblico pescarese e non solo la possibilità di visionare le opere di Michetti, artista geniale anche per molte idee che hanno precorso il presente di questa città – dice il sindaco Marco Alessandrini - Lo farà approvando il progetto che porterà l’esposizione in modo permanente all’Aurum di Pescara, nella ex sala Barbella. La progettazione prevede infatti la sistemazione delle opere all’Aurum, nella sala che prenderà il nome di Sala Vicentino Michetti e conterrà la esposizione permanente oltre che nella parte esterna alla sala stessa”.

 

“E’ il miglior lieto fine che potessimo scrivere su questa vicenda, per la città, per la famiglia e per l’opera di Vicentino Michetti - Il Vicesindaco Antonio Blasioli - Nel 1995 l'artista pescarese donava al Comune di Pescara alcune opere perché fossero esposte in una sala a lui dedicata del costituendo Museo d’Arte Moderna, prese in consegna dall’Amministrazione dopo la stipula dell'atto di donazione, nell’ottobre 2001, ma mai collocate nel predetto spazio, nonostante l'espresso impegno assunto in tal senso col citato attoProprio per questo nel 2008 gli eredi dell’artista citavano in giudizio l’Amministrazione per il mancato adempimento dell’obbligo assunto di provvedere alla sistemazione unitaria delle opere oggetto della donazione, chiedendo il risarcimento dei danni. Nel 2011, nel corso del giudizio, si giungeva alla determinazione di definire in via bonaria ogni questione tra le parti, riconoscendosi la piena validità ed efficacia dell’atto di donazione e stabilendosi che tutte le opere donate da Vicentino Michetti nel 1995, oltre a 45 disegni ancora da consegnare ed al quadro ad olio denominato “I miei genitori”, venissero esposte in via permanente nella sala degli Alambicchi, da intitolarsi all’artista scomparso come “Sala Vicentino Michetti”, ed inoltre che le 37 sculture in terracotta, bronzo, marmo cera e gesso venissero collocate all’aperto, principalmente all’ingresso del complesso ma anche questa transazione non ha sortito gli esiti sperati.

Da Presidente del Consiglio contattai più volte la figlia Laila da cui è nata anche un’amicizia a cui tengo particolarmente per cercare soluzioni e devo dire che gli eredi sospesero il contenzioso con il Comune. Con l’assessore Di Iacovo abbiamo incontrato Laila Michetti e so che questa soluzione è ben accetta agli eredi. Così ho lavorato per reperire la provvista economica necessaria all’allestimento. Due anni fa ho lavorato per lo spostamento della statua di Grazia Masciarelli detta “la marinara”, statua del 1958 al centro della sala consiliare. Prima era nascosta in un angolo e nessuno la notava. Il mio impegno non termina qui. Ho un’idea per Grazia e per omaggiare Vicentino Michetti. Dopo l’inaugurazione di questa sala espositiva ne riparlerò con Laila.

Approvato il progetto in giunta nei prossimi giorni, partiremo subito con l’allestimento della sala. Vogliamo aprire il prima possibile alla città questa esposizione”.

 

Pescara, 29 dicembre  2017

 

Marchegiani su scomparsa di Getulio Alviani

on .

 

“Sabato ci ha lasciato Getulio Alviani, uno dei maggiori protagonisti dell’arte programmata e optical italiana ed europea degli anni ‘60 e ‘70. Un artista a tutto campo in grado di spaziare dalle arti visive all’architettura, al design, alla moda”.

Nel 2009 ero assessore alla Cultura e grazie a Silvia Pegoraro, storica dell’arte e curatrice, organizzammo una mostra bellissima rimasta nella memoria di tanti pescaresi, “Cromofobia”. Silvia Pegoraro aveva scritto di getto alcune frasi, quando nel 2007, nel periodo di ristrutturazione dell’ex Aurum aveva visitato il percorso, il grande tunnel optical di Alviani, da questa emozione era nato il progetto della mostra.

Il tunnel di Alviani, opera site-specific era stato realizzato nel memorabile fuori Uso curato da Giacinto Di Pietrantonio e voluto da Cesare Manzo nel 1995, ha con certezza conferito alla struttura dell’ex liquorificio un indiscutibile valore aggiunto.

Per me è stata una grande opportunità, quella di conoscere personalmente questo grande artista con il quale ho mantenuto in seguito un rapporto epistolare. Di lui mi colpì subito la profondità del suo pensiero estetico, l’originalità del suo porsi, il suo loden lungo ma, soprattutto, la sua intelligenza vivace unita a una sensibilità vibrante.

In una sua lettera mi scriveva: “Eccezionale quello che siete riusciti a fare all’ex Aurum…. Una mostra di alto livello e di grande impegno”. Nel nostro discorrere mi aveva parlato dell’importanza dell’artista Max Bill e della sua visione sull’arte programmata, basata sulla percezione, sulla scienza, sulla ragione. Non dimenticherò mai questo felice incontro.

Pescara ringrazia e ricorda con affetto il Maestro Alviani per aver lasciato in città un’opera così unica e speciale. Grazie Getullio”.

 

Pescara, 28 febbraio 2018 

 

L’assessore Paola Marchegiani