CULTURA

“Oh, pé la Majelle, quande cose té Pescare”

on .

 

 “PESCARATUTELA”

LABORATORIO PROVINCIALE DI STORIA LOCALE

 

“Oh, pe la Majelle,

 

quande cose te Pescare”

 

Video, immagini, curiosità, ironia e chiacchiere, anche contemporanee, della vecchia Pescara.

 

Il lunedì alle ore 18  dal 6 maggio al 16 dicembre 2019

SALA TOSTI – AURUM, PINETA DI PESCARA

 

A cura di  Licio Di Biase

                                      Presidente Pescaratutela

 

Negli ultimi decenni Pescara si è arricchita di pubblicazioni e di video sulla città e sui suoi personaggi più importanti e questo mentre perdeva i segni del passato a causa di facili e continui abbattimenti, che hanno eliminato le testimonianze visive.Oggi abbiamo la consapevolezza di avere molto materiale informativo, ma mentre i libri sono facilmente consultabili, i video di vario genere rischiano di sprofondare nel dimenticatoio della memoria.

E allora, per sopperire a questo distacco, proponiamo una rassegna dei più interessanti video su Pescara e sui pescaresi, il tutto condito  con una vena di ironia come ci ha insegnato Ennio Flaiano. Perché il nome dell’evento è “Oh, pe la Majelle”? “Semplicemente perché”  ha sottolineato Licio Di Biase, ideatore del progetto “quando mi sono reso conto del grande numero di video mi è scappato un ‘Oh, pe la Majelle’  e in quell’attimo ho pensato a questo evento, che sarà di grande armonia e godimento. E il  nome dell’evento non poteva che essere quell’espressione di meraviglia per una città che inconsapevolmente ha tante cose”. 

Info: www.terzomillennio.eu

 (CONTINUA)

Presentazione del libro "Il mio Flaiano", domenica 3 marzo ore 18 al Cantiere teatrale Adriatico

on .

Domenica 3 marzo 2019 alle ore 18, al Cantiere Teatrale Adriatico (Via Sallustio, 19 – Traversa di Via G. D’Annunzio)
Pescara Porta Nuova

presentazione del libro di Enrico Vaime e Licio Di Biase

“Il mio Flaiano. Un satiro malinconico".

Intervengono: Daniela D’Alimonte - dirigente scolastico e scrittrice e Licio Di Biase - autore del libro

Introduce: Milo Vallone – Cantiere Teatrale Adriatico