REGIONE

STRADE PROVINCIALI DA TRASFERIRE ALL’ANAS:

on .

IL CONSIGLIO SUPERIORE DEI LAVORI PUBBLICI APPROVA LO SCHEMA DI DPCM

Dopo il parere positivo del Ministero delle Infrastrutture e della Conferenza delle Regioni, oggi è arrivato il via libera dell’adunanza plenaria del Consiglio superiore dei lavori pubblici allo schema di Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con cui vengono riaffidati alla competenza statale dell’Anas oltre 550 km di viabilità provinciale abruzzese. 

La riorganizzazione delle strade individuate è avvenuta attraverso tre criteri: connessione con il sistema autostradale, collegamento con le aree turistiche di rilievo nazionale (Parchi e zone montane) e il recupero di strade ex statali che hanno mantenuto questa caratteristica dal punto di vista trasportistico.

“Questa non è una giornata neutra – ha commentato il presidente Luciano D’Alfonso – perché ci stiamo avvicinando a grandi passi all’approvazione definitiva del decreto che ci consentirà di risparmiare 30 milioni di euro per la manutenzione stradale”.

 

a comunicazione arrivata dal Centro Funzionale d'Abruzzo.

on .


 Facendo seguito alla precedente informativa "Comunicazione di superamento
del livello di preallarme per il fiume Pescara" il Centro Funzionale
d'Abruzzo comunica che la lettura del livello idrometrico del fiume Pescara
nella stazione idrometrica "Pescara a Santa Teresa" (prov.CH, zona di
allerta ABRU-C) segnala il superamento della soglia di allarme ed una rapida
crescita. Essendo in corso l'Avviso di Condizioni Meteorologiche Avverse N.
17106 Prot. PRE/70545 del 13 novembre 2017 e l'Avviso di Criticit? n. 8 del
14 novembre 2017 e considerando le persistenti condizioni di maltempo, il
Centro Funzionale raccomanda di mettere in atto le azioni previste nel Piano
Comunale di Emergenza, in particolare di:
- attuare servizi di monitoraggio su aree esposte a rischio di allagamenti
e/o a fenomeni gravitativi lungo l'asta fluviale anche attraverso il
presidio territoriale e a mettere in atto le azioni previste dal Piano di
Emergenza Comunale con particolare riferimento all'informazione della
popolazione potenzialmente a rischio;
- attuare servizi di monitoraggio su aree esposte a rischio di allagamenti
e/o a fenomeni gravitativi lungo il reticolo idrografico minore anche
attraverso il presidio territoriale e a mettere in atto le azioni previste
dal Piano di Emergenza Comunale con particolare riferimento all'informazione
della popolazione potenzialmente a rischio;
- mettere in atto tutte le attivit? necessarie alla mitigazione del rischio
(ad es. controllo dei sottopassi soggetti ad allagamento, verifica della
pulizia delle caditoie);
- prestare particolare attenzione a sottopassaggi pedonali e veicolari
nonch? ad altro manufatto tendente a rapido allagamento.
Comunicazione inviata in attuazione delle disposizioni di cui alla Direttiva
del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 febbraio 2004 recante
"Indirizzi operativi per la gestione organizzativa e funzionale del sistema
di allertamento nazionale e regionale per il rischio idrogeologico e
idraulico ai fini di protezione civile" (Supplemento ordinario alla G.U. del
11.03.2004).



dott.Antonio Iovino
Responsabile Centro Funzionale d'Abruzzo Via Salaria Antica Est - Pile
67100 L'Aquila
tel    0862 314311
        0862 364696
fax   0862 362848
e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sito web: http://allarmeteo.regione.abruzzo.it
La presente e-mail sostituisce il cartaceo ai sensi dell'art.47 del  D.L.gvo
n?82/2005.

 
 
 

Abruzzo, Paolucci (PD): urgente l'attivazione dello stato di calamità naturale

on .

“Esprimo piena solidarietà e vicinanza a tutti i Comuni e alle popolazioni dell’Abruzzo dove in questo momento all’emergenza climatica è tornata ad aggiungersi l’emergenza sisma” afferma Massimo Paolucci, vice capodelegazione PD al Parlamento europeo.

 “È tristissimo da dire, ma la sfortuna sembra accanirsi dove davvero se ne poteva fare a meno. A monte e nelle aree interne abbiamo l’emergenza neve, a valle, come in provincia di Pescara, si deve far fronte agli allagamenti dovuti all’esondazione di torrenti e fiumi come il Saline e il Pescara con migliaia di famiglie rimaste isolate e senza elettricità insieme a danni enormi per l’agricoltura e l’economia del territorio” continua Paolucci.

“Tutto questo rende ancora più difficile e complicati i soccorsi oltre alla stima dei danni per gli eventi sismici di stamattina: strade, ferrovie e vie d’accesso sono in gran parte bloccate. Per questo” – conclude Paolucci -  “è necessario che il Governo proceda al più presto all’attivazione dello stato di calamità naturale, accedendo se necessario, anche al Fondo di solidarietà dell’Unione europea. Si faccia in fretta, perché in questi casi, il fattore tempo è determinante per ridurre il più possibile i danni”.

 

Abruzzesi a Milano in sole 4 ore: dal 20 settembre Frecciarossa arriva anche a Pescara

on .

 

Il nuovo collegamento Frecciarossa Milano/Bari, inizialmente previsto da Trenitalia per il prossimo dicembre, è stato anticipato al 20 settembre e  fermerà a Pescara consentendo d'ora in poi  agli abruzzesi di raggiungere il capoluogo lombardo, con biglietti in vendita a partire da 27 euro,

in poco più di 4 ore e non più nelle 5 ore e 14 minuti del Frecciabianca: uniche soste ad Ancona, Rimini, Bologna Centrale e Reggio Emilia. Così una coppia giornaliera di treni Frecciarossa con ETR500 si aggiunge alle sei coppie di treni Frecciabianca partento da Milano alle 7.50 e raggiungendo  Bari in 6 ore e 30 minuti  con fermate intermedie a Reggio Emilia AV, Bologna Centrale, Rimini, Ancona, Pescara Centrale e Foggia.  

Le tariffe variano a seconda del servizio e promozioni disponibili andando da 37 euro per la Super Economy fino a 105 euro per la Base classe Standard, alle tariffe Premium e Business, e alle 244 euro per il livello Executive tariffa Base.

Il Sottosegretario alla Presidenza, Camillo D'Alessandro, orgoglioso di questo importante obiettivo raggiunto, ha spiegato: "La diretta connessione alla linea dell'Alta Velocità  rappresenta un primo, importante ed innegabile risultato che oggi portiamo a casa. Dopo la mancata impugnativa alla nostra legge regionale e il riconoscimento dell'Aeroporto d'Abruzzo quale aeroporto d'interesse nazionale, stiamo garantendo un futuro e soprattutto lo sviluppo del nostro scalo. Il ministro Delrio e i vertici del Gruppo Fs hanno dimostrato di aver a cuore le ragioni del nostro territorio. Queste sono sole le basi di partenza di una visione politico-programmatica che nel futuro consentirà di raggiungere ulteriori traguardi».

 

 

                                                                                                                          Doriana Roio