ULTIMISSIME

Mostra fotografica “Tony Vaccaro - Shots of life - Fotografie. 1945 – 1975”

on .

Al Museo Colonna di Pescara dal 23 giugno la mostra di Tony Vaccaro fotografo statunitense di fama mondiale che immortalò lo sbarco in Normandia e “il bacio della Liberazione” e che fu fotografo sia di guerra che di vita, moda, costume e grandi personalità. Immortalò Picasso, De Sica, Kennedy, Charlie Chaplin, Pollock, la Loren. La mostra, a cura di Andrea Morelli, è organizzata dall’Associazione Aternum Fotoamatori Abruzzesi di Pescara in collaborazione con l’Associazione Balbino Del Nunzio di Padova che ha già organizzato la prima mostra a Padova a maggio/giugno 2018 grazie ad un accordo con il "Tony Vaccaro Studio" di New York e la "Monroe Gallery of Photography" di Santa Fè, attuali titolari dei diritti delle opere del grande fotografo e si avvale del patrocinio del Comune di Pescara e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara. L’ingresso alla mostra è libero.

Oggi la presentazione con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, il vicesindaco Antonio Blasioli e il fotografo Andrea Morelli, motore e curatore della mostra.

 

“Per tutti gli amanti della fotografia ecco avoi la personale di Tony Vaccaro – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo- Al Museo Colonna di Pescara dal 23 giugno la mostra dei suoi scatti migliori. Ora Tony ha 95 anni e di questa sua grande retrospettiva dice: “Ho sempre cercato di fotografare chi aveva dato un contributo al bene dell'umanità; un modo per uscire dalla guerra, dalle sue macerie dalle ferite che mi porto dentro. Faccio fatica a riconoscermi in un'America chiusa, egoista, lontana da chi ha più bisogno. Voglio continuare a pensare che il futuro sarà migliore". Noi ospitando i suoi scatti vogliamo regalare emozioni, regalando alla città una mostra davvero speciale e avvicinando alla nostra realtà un personaggio che ha saputo raccontare un secolo attraverso i suoi clic”.

 

“Le foto di Tony Vaccaro hanno lasciato tutti oggi con il fiato sospeso – dice il vicesindaco Antonio Blasioli- sono convinto che sabato sarà una giornata bellissima per la città che potrà ammirare 80 fantastici scatti del fotografo statunitense, il tutto gratuitamente”.

 

“Tony Vaccaro, uno dei leggendari maestri della fotografia contemporanea, americano di origini italiane e oggi 95enne espone, al Museo d’Arte Moderna Vittoria Colonna di Pescara, 80 fotografie iconiche della sua produzione – così Andrea Morelli, motore e curatore della mostra - da quelle realizzate nella sua partecipazione alla II Guerra Mondiale, a quelle dei personaggi più famosi del 20° secolo: del mondo del cinema, della musica, delle arti, della politica, della scienza, dello sport. La maggior parte delle immagini sono quelle scattate da Vaccaro negli anni della sua collaborazione professionale con le più importanti riviste americane come Time, Life, Flair, Look, Sport Illustrated. Sarà disponibile nella mostra un catalogo a cui hanno offerto un prezioso contributo scritto Italo Zannier, docente, storico, scrittore e critico della fotografia ed Enzo Pace, docente di sociologia all'Università di Padova. 

 

Info. L’esposizione verrà inaugurata sabato 23 giugno 2018, alle ore 17,30 e rimarrà aperta fino alle 22.  La mostra sarà aperta dal 23 giugno al 14 luglio 2018, con i seguenti orari:

martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato: dalle 9 alle 13 - martedì e giovedì: dalle 15 alle 17,30.

Sono previste aperture straordinarie serali della mostra nei sabati 30 giugno, 7 e 14 luglio.

Gli orarisaranno comunicati anticipatamente sui mezzi di informazione.  Sarà possibile concordare, in giorni diversi, visite guidate riservate a gruppi non inferiori a 20 persone (Contatti: 329 8731714) 

  1. Andrea Morelli (Curatore della mostra) - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. -tel 329 8731714 

Marco De Angelis, Presidente Associazione Aternum Fotoamatori Abruzzesi

Per la visione delle fotografie di Tony Vaccaro, tra le quali, quelle esposte alla mostra:

https://www.instagram.com/explore/locations/1020132621/tony-vaccaro-studio/

http://tonyvaccaro.studio/

 

Pescara, 21 giugno 2018

Domenica 24 giugno all’Aurum torna la musica della rassegna PescarMusica

on .

Domenica 24 giugnoalle ore 18,30 alla Sala Flaiano dell'Aurumsi terrà il 2° Concerto della Rassegna "PescarMusica" ideata dal Maestro Mauro Pappagallo, Presidente della Confederazione Organistica Italiana di Pescara, che avrà il titolo "La Parabola creativa di Frederich Chopin".  Un evento, che vedrà protagonisti il pianista Mauro Pappagallo e Antonio Mobilij, presentatore e redattore dei filmati sulla vita di Chopin. 

 

“Prosegue un appuntamento che ha già avuto un grande successo – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo– L’incontro con la musica e la sensibilità del Maestro Mauro Pappagallo sapranno essere di grande attrazione per quanti vogliono dedicare del tempo a nutrirsi di questo genere di offerta culturale. L’Aurum è il luogo ideale per questo sodalizio, che è anche uno dei primi appuntamenti della stagione che oggi riprende in uno degli spazi culturali più prestigiosi della città”.

 

“Con questa rassegna di concerti "PescarMusica" si  intende coinvolgere il pubblico col vivere maggiormente la cultura musicale – spiega il Maestro Pappagallo- mediante l'ascolto dei concerti e con momenti di partecipazione attiva corale e strumentale. Diverse sono le attività dedicate ai soci della confederazione, ma anche aperte al pubblico e previste dalla rassegna, a partire dalle conferenze concerto tenute da musicisti di chiara fama in ambito regionale e nazionale su tematiche che spaziano dalla musica classica alla cameristica, al jazz e alla sua storia, alla musica da film e al musical. Ci saranno anche motivi di incontri più ravvicinati con la “Musica in casa”, un tradizionale incontro nelle abitazioni dei cittadini pescaresi e della provincia. Largo ai giovani con “Stasera i nostri figli e/o nipoti di talento protagonisti con la loro musica, che promuove esibizioni musicali dei giovani; “stasera si canta”, lasciando che la voce delle regioni si esprima attraverso i soci; ci sono anche serate per raccontare l’opera e proiezioni di film scelti per promuovere anche momenti di riflessione e, infine, “Oggi si prova”, il tentativo di porre le basi per la costruzione di un’orchestra sinfonica giovanile d’ìAbruzzo, diretta dal Maestro Giovanni Sabella di Lanciano”.

 

 

Pescara 21 giugno 2018

 

 

Sindaco su indagini su Fosso Vallelunga

on .

 

Sindaco su indagini su Fosso Vallelunga

 

“Chi scende in politica deve essere disposto ad entrare nel fango, per aiutare gli altri ad uscirne. La politica è quotidiana pratica delle cose del mondo, spesso non belle e non pulite, mentre ciò che mi è sempre stato chiaro è l’orizzonte delle regole e dei valori.

Ho chiesto per il tramite del mio avvocato di essere sentito il prima possibile per rendere ogni chiarimento a chi indaga, sempre consapevole del fairplay professionale, perché l’accertamento penale si fa in tribunale e non altrove. 

I fatti al vaglio degli inquirenti riguardano degli scarichi abusivi sul fosso Vallelunga, un canale fra Pescara e Francavilla. Il fosso è anche uno dei punti di campionamento Arta per la stagione estiva, tenuti costantemente sotto stretto controllo, che l’anno scorso era partito con qualità di acque scarse e divieto temporaneo di balneazione, mentre quest’anno, in virtù del lavoro fatto e delle analisi svolte in precedenza, è stato riclassificato dalla Regione, con conseguente rimozione del divieto di balneazione. Dati peraltro confermati anche dai risultati degli ultimi prelievi comunicatici oggi che si allegano.

Ho già fatto predisporre dagli uffici un’accurata relazione che descrive gli interventi fatti dal 2014 ad oggi su quel tratto di lungomare e lungo il corso del Fosso Vallelunga, in grado di spiegare e chiarire lo stato dell’arte. Ricordo anche che in quella zona sono stati recentemente svolti lavori anti allagamento da noi voluti per risolvere un problema endemico, nonché i lavori di bonifica del fosso, che dopo tanti anni di attesa siamo stati noi i primi ad attivare quando ci siamo insediati e che ad oggi risultano fermi per esigenze segnalateci dagli ambientalisti, rispetto ai tempi di riproduzione di alcune specie volatili che lì hanno nidificato. Li riprenderemo appena possibile.

Come al solito piena fiducia nella magistratura, con l’auspicio che si possa chiarire il prima possibile una situazione su cui ci siamo attivati da anni e che viene costantemente monitorata, basti pensare alle odierne analisi Arta che hanno ribadito la conformità delle acque di baneazione nella zona antistante Fosso Vallelunga.

Ciò che mi dispiace è la facile previsione di quanti, per ragioni di bassa politica, vorranno descrivere la situazione in termini deformati, infischiandosene della realtà dei fatti e rischiando di alimentare psicosi che non hanno ragion d’essere, con potenziali ripercussioni sull’estate che oggi inizia e che vogliamo vada avanti senza allarmi e paure”. 

 

Pescara, 21 giugno 2018  

 

Il Sindaco Marco Alessandrini

Sono 689 le imprese pescaresi che otterranno i benefici previsti dalla misura della Zona Franca Urbana.

on .

Di Carlo: “Iter concluso, risultato importantissimo, 

un efficace lavoro di squadra che ha visto la nascita di 93 nuove attività”. Dichiarazioni Fusilli: "Un progetto che diventa realtà a cui ha lavorato tutta la filiera"

 

Si chiude l’iter dell’adesione alla Zona Franca Urbana, ufficializzate le 689 imprese che sono state ricomprese nella misura che riconosce benefici fiscali alle attività vecchie e nuove che ricadono nel perimetro che identifica la Zfu. Oggi la presentazione con il sindaco Marco Alessandrini, l’assessore alla Zona Franca Urbana Simona Di Carlo, CNA, Confesercenti, Confcommercio, uno dei tecnici del pool che ha assistito con l’assessorato i richiedenti e tutte le associazioni di categoria, società ed Enti che hanno collaborato per raggiungere tale risultato.

 

“Oggi produciamo fatti che nascono dall’impegno di soggetti dotati di entusiasmo e buona volontà e che hanno lavorato sodo – così il sindaco Marco Alessandrini– Sono felice che tutto sia andato bene e che la misura abbia dato tante risposte come quelle che andiamo a presentare. In bocca al lupo alle nuove attività e buon lavoro a quanti potranno continuare ad agire con una boccata importante di respiro”.

 

“Con grande soddisfazione il 18 giugno il decreto direttoriale presso il Mise ha pubblicato l’elenco delle imprese che hanno avuto la quota agevolativa sotto forma di defiscalizzazione e decontribuzione – illustra l’assessore Simona Di Carlo tra queste 689 imprese, di cui 93 nate a fronte dell’istituzione della Zona Franca Urbana. I dati: abbiamo 1 consorzio, 188 imprese individuali, 197 Srl, 14  Srl a socio unico, 46 Srl semplificate, 1 società consortile a responsabilità limitata, 14 Società cooperative, 5 società cooperative a responsabilità limitata, 72 società in accomandita semplice, 54 società in nome collettivo, 1 Spa e 96 professionisti. Tra queste attività 93 sono nuove e sono: 17 imprese individuali nuove, 17 Srl, 23 Srls, 5 società cooperative, 9 Sas, 1 Snc, 21 professionisti. Questo significa che la Zfu ha funzionato nel modo in cui ci aspettavamo, generando lavoro, perché queste 93 nuove istanze rappresentano una mobilitazione dell’economia in quanto si tratta di soggetti che hanno a loro carico anche dipendenti e la Zfu era una grande attesa soprattutto per i giovani. L’occasione l’abbiamo data, ma non va vista solo come un’opportunità economico, bensì come uno strumento sociale, aggregante, capace di eliminare i confini fra periferia e centro. L’Amministrazione unisce così un polo unico di interesse intorno alla Zfu che fa da vero e proprio collante sociale, rappresentando una grandissima opportunità per quanti avevano già un’attività e per quanti sono nati. E’ un risultato che meraviglia perché abbiamo agito in tempi stretti: la circolare ministeriale era del 19 aprile, ci ha imposto di aderire dal 4 al 23 maggio alla misura e oggi, 20 giugno, in due mesi abbiamo chiuso l’iter in modo veloce ed efficiente, perché la struttura, le associazioni di categoria, il pool di tecnici sempre a disposizione, hanno costituito una squadra davvero efficace ed efficiente. 

Ora aspettiamo a giorni il codice tributo dall’Agenzia delle Entrate, attraverso cui il professionista potrà spendere con l’F24 i fondi. Si tratta di una cifra importante, spalmata in un ventaglio di 14 anni di estensione, che speriamo sia nuovamente supportata dal Mise per il futuro”.

 

 “Ho fatto parte del pool tecnico istituito dall’assessorato – così Gianluca Pizzuti, tecnico – abbiamo affiancato gli utenti nella presentazione della domanda online, il tutto gratuitamente. Un’altra attività da noi compiuta è stata quella di aver coadiuvato il dirigente competente nella realizzazione dell’allegato 3, per l’individuazione della zona censuaria di ogni richiedente, necessaria per il riconoscimento del beneficio”.

 

“Tutti abbiamo fatto la nostra parte, a cominciare del Comune che ha coinvolto le associazioni datoriali – così Carmine Salcevicepresidente Camera di Commercio con Gianni Tauccidi Confesercenti, la Confcommercio, Massimo Renzettidella Cna – Ogni associazione ha coinvolto le imprese e tutte sono state finanziate. Rispetto all’intero panorama delle Zfu in Italia, quella di Pescara ha avuto una diffusione molto più ampia delle altre e le risorse sono state suddivise in un maggior numero di imprese. Anche qui c’è stata una sfida raccolta dalle attività, cosa accaduta perché le imprese hanno sentito l’Ente vicino per il futuro e auspichiamo che oltre la Zfu il Comune possa creare ulteriori benefici per accompagnare le imprese, specie le nuove. Questa diffusione così ampia ha riscontrato una più ampia possibilità: noi abbiamo avuto crediti di imposta che vanno dalle poche migliaia di euro alle decine di migliaia. Questo significa che la Zfu ha rivitalizzato e sostenuto un tessuto economico come tutti volevamo e ciò è avvenuto. Sono convinto che ora l’Agenzia delle entrate farà la sua parte, noi dobbiamo continuare ad affiancare le imprese e calendarizzata rispetto alle esigenze effettive delle imprese e guidarle nella spesa di tali crediti”.

 

“E' stato un percorso complesso, iniziato nel 2009, durato oltre 9 anni, sul quale in pochi riponevano ancora fiducia - aggiunge Gianluca Fusilli, che da onorevole ha seguito l’iter ministeriale della misura, facendo da ponte con l’assessorato alla Zona Franca Urbana e da consigliere comunale se ne occupò in passato, sindaco D’Alfonso – Per questo, alla conclusione del percorso, credo sia doveroso esprimere un ringraziamento a tutti quelli che in questi anni hanno continuato a credere in questa misura e che oggi possono legittimamente gioire del risultato ottenuto. In primis la giunta D'Alfonso che ha materialmente intercettato l'opportunità, realizzato e presentato il progetto, ottenuto il finanziamento. Ai parlamentari abruzzesi, D'Incecco, Castricone e Ginoble, che nel 2016 mi aiutarono insieme ai colleghi sardi a convincere il governo che la misura doveva essere mantenuta, pur nelle difficoltà di finanza pubblica, e attivata nel più breve tempo possibile.

Al sindaco Alessandrini che, nella diffidenza generale, ha creduto ancora nella misura e ha attribuito un incarico specifico per la sua attuazione all’assessore Simona Di Carlo. Un ringraziamento particolare a quest’ultima, che si è adoperata nel miglior modo possibile, con impegno e determinazione affinché questa misura non rimanesse carta scritta ma concreta applicazione di una grande opportunità per le imprese e per i professionisti di Pescara, creando le condizioni indispensabili per la rinascita di quella parte di economia circoscritta dal perimetro della Zfu situata a ovest di Pescara. Quando, insieme, si ottiene un risultato, al di la dei colori politici, è giusto gioirne e trovare le motivazioni per continuare su questa strada.

In questo senso, considerato la risposta ottenuta, sono certo che anche la Regione si farà protagonista di un ulteriore dotazione finanziaria per rendere la misura ancora più efficacie e, magari, disponibile per una platea di aventi diritto ancora più ampia.

 

 

Pescara, 20 giugno 2018