ULTIMISSIME

Innovative Days, all’Aurum di Pescara 2 giorni dedicati all'innovazione digitale e al web marketing con la partecipazione di importanti personalità

on .

Due giorni tecnologica il 2 e il 3 febbraio, nella Sala Tosti dell’Aurum di Pescara dove si terrà Innovative Days, manifestazione interamente dedicata ai temi dell'innovazione digitale e delle moderne forme di comunicazione, organizzata dall’Associazione Culturale Spirito del Tempo, Webshop, CNA Industria Chieti Pescara in collaborazione con Netsons s.r.l.  Stamane la presentazione dell’evento a Palazzo di Città con l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo, Roberto Ettorre  di Webshop e motore dell’appuntamento, Gianluca Diodati, presidente CNA Industria Chieti-Pescara, nonché fondatore di Infobasic, istituto di alta formazione professionale e i rappresentanti di Netsons, Srl  pescarese che offre servizi di Hosting, Cloud Server, Server dedicati e soluzioni IT.

 

“La prima edizione di questo particolare evento si svolgerà nell'edificio dell'Aurum che si adatta perfettamente al tema della manifestazione – così l’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo -  La storia di questo edificio, per anni luogo di produzione del famoso distillato “Aurum” e divenuto oggi epicentro dell’attività culturale cittadina, dimostra infatti che l'innovazione è anche il saper mutare la destinazione d'uso di un edificio senza stravolgerne la natura, ma ottimizzandone gli spazi. Pescara è una città accogliente anche sotto questo punto di vista, più volte abbiamo ospitato eventi dedicati alla tecnologia e ogni volta siamo riusciti a portare manifestazioni di grande qualità e interesse sia on che off line”.

 

“Innovative days punta a essere un evento ricorrente per fare il punto della situazione sull'innovazione digitale. Ci troviamo in un’epoca in cui i cambiamenti avvengono con una velocità impressionante e inaspettata – dice Gianluca Diodati, presidente CNA Industria Chieti - Negli ultimi 20 anni abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione nel modo di fare impresa ma soprattutto nel modo di comunicare. Nascono e crescono formedi comunicazione di cui a volte è difficile tenere traccia, addirittura siamo a conoscenza di social network dedicate a particolari nicchie di mercato. L'imprenditoria italiana è stata in parte travolta da questa rivoluzione, ma sta acquisendo le conoscenze necessarie per competere a livello nazionale e internazionale. Per risultare innovativi in questa economia globale serve conoscenza, ecco perché nasce l'iniziativa Innovative Days. Abbiamo deciso di creare questa nuova associazione con l’intento di creare associazionismo dentro le Pmi, lo facciamo perché crediamo nell’innovazione tecnologica e anche perché tutti sono interessati a sviluppare azioni. Attenzione che abbiamo condensato nella due giorni che avrà relatori di interesse altissimo e che vede una grande partecipazione del settore.  Innovative days nasce dalla volontà di voler creare proprio un momento di incontro per analizzare e approfondire l’importante rapporto che esiste fra innovazione digitale, economia, imprese e società”.

 

“Da addetti ai lavori siamo felici e consenti di partecipare a questo evento per dimostrare a tutti i partecipanti le potenzialità e il guadagno per le imprese che arrivano dal web – così Domenico De Monte di Netsons, società che ha 150.000 clienti pubblici e privati sia in Italia che fuori – Una realtà che proviamo ogni giorno con la nostra stessa storia, quella di un’impresa nata da informatici autodidatti e che ha oggi un fatturato importante. Vogliamo informare sulle opportunità che internet offre non solo alle imprese, ma anche a chi cerca lavoro, perché questo è un settore dove esiste molta richiesta di personale, forze che vanno formate e che potranno mettersi in contatto con l’offerta grande che c’è anche sul territorio”.

 

“L’evento deve essere un momento di riflessione basato sulla partecipazione di tutti: cittadini, imprenditori, istituzioni. Perchè l'innovazione è un processo che ci vede tutti partecipi, volenti o nolenti – così Roberto Ettorre, titolare di Webshop, e uno dei promotori dell'iniziativa. Per partecipare è sufficiente iscriversi gratuitamente sul sito ufficiale www.innovativedays.it  La manifestazione prevede infatti diversi interventi da parte di esperti, specialisti nel campo del marketing digitale, imprenditori, economisti, professionisti del web chesi alterneranno ognuno con una testimonianza diversa rispetto all'impatto che il digitale sta avendo sulla nostra vita.

 

L’evento.

 

Tanti i temi trattati in Innovative days: argomenti come “Growth Hacking” saranno analizzati da Mirko Maiorano di Mimai, temi come la comunicazione del Brand e la sua diffusione saranno approfonditi da Alessandro Greco di Immedya, le informazioni fondamentali per iniziare un ecommerce saranno invece esposte da Netsons, società tutta italiana di servizi dedicati a hosting e siti web. Maurizio Mattucci di Sandromengadv parlerà della fine del “marketing tradizionale”.

Tra i vari relatori Raffaele Mauro, Managing Director di Endeavor Italia, esperto in strategie per la crescita delle imprese all'attivo con pubblicazioni e libri che spaziano dall’innovazione tecnologica alle criptovalute e i bitcoin.

Sempre nella giornata del 2 febbraio appuntamento con Giampaolo Colletti, scrittore e giornalista de “Il Sole 24 Ore” che illustrerà come le imprese sono cresciute e possono crescono con l'ausilio di strumenti digitali come Google.

Non mancheranno poi approfondimenti più tecnici e specialistici su come impostare la propria presenza sul web o i criteri da utilizzare nella creazione del proprio sito web grazie agli interventi di Roberto Ettorre e Carlo Di Federico di Webshop.

Infine Marco Di Nicolantonio, di Xera, analizzerà l'argomento “Impresa 4.0”.

La moderazione di alcuni degli interventi sarà affidata al giornalista Paolo Ferri.

 

Per maggiori informazioni potete visitare il sito www.innovativedays.it, mandare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . o chiamare i numeri 085 90 484 90 - 333 9295475.

 

Conferenza di presentazione del progetto Mosaico Verde per la città di Pescara

on .

Entro la primavera l’imponente campagna di piantumazione

promossa da AzzeroCO 2 e Legambiente

 

 

Domani, venerdì 1 febbraio 2019 alle ore 11,30 in Sala Giunta si terrà la conferenza di presentazione della poderosa campagna di piantumazione di alberi che avverrà a breve. Le modalità saranno rese note domani, con l’ufficializzazione dell’ingresso di Pescara nel “Mosaico Verde” nazionale, progetto a cura di AzzeroCO 2 e Legambiente, che regola l’incontro tra l’offerta di aree comunali disponibili per la forestazione e aree verdi esistenti da tutelare e la volontà delle aziende di investire risorse come misura di Responsabilità Sociale d’Impresa.

 

Alla conferenza saranno presenti il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco e assessore al verde Antonio Blasioli, Davide Niemeijer, Sustainability Specialist IKEA Ancona, Rimini e Chieti; Elena Piazza, Responsabile dei progetti di forestazione di AzzeroCO2; Mario Caudullo, responsabile del Servizio Verde del Comune.

 

La Stampa è invitata a partecipare.

 

Il bilancio in cifre. Sindaco e Presutti:

on .

 “Approvato un documento ampiamente condiviso che attesta la solidità dei conti e consente nuovi investimenti a vantaggio della città”

 

Il ConsiglioComunale nella seduta di oggi ha approvato il bilancio di previsione 2019-2021. Il documento programmatico e la sua immediata esecutività sono passati con i voti della maggioranza.

 

“Il bilancio va avanti lungo un determinato percorso di risanamento dei conti cittadini – così il sindaco Marco Alessandrini – Grazie al lavoro svolto con gli Uffici questo Comune ora ha solidità finanziaria. Il documento approvato è un atto concreto che attesta un lavoro importante di risanamento dei conti della città che consentisse all’Ente di tornare a programmare. Questa è la fotografia della città oggi, nel 2014 era ferma e sull’orlo dell’abisso economico, oggi è una città che è tornata a programmare, che lo fa a testa alta, senza debiti e senza dimenticare le fasce più sensibili della sua popolazione e le aree più provate del suo territorio”.

 

“L’approvazione alla data di oggi è importantissima perché consente l’utilizzo delle risorse subito e non in dodicesimi, cosa che ci premeva in modo particolare al fine di ottimizzare i tempi, visto che l’Amministrazione si avvia alla fine del suo mandato – esordisce l’assessore al Bilancio Marco Presutti - Il dato più importante è quello degli investimenti a totale vantaggio della città, che si è arricchito con il confronto con le parti sociali soprattutto per quanto riguarda le fasce più sensibili della popolazione. Un documento che dà priorità alla manutenzione delle strade, il verde e i lavori pubblici per un importo pari a 16.625.180: pur essendo un Ente in predissesto e non potendo pertanto contrarre mutui, sono state destinate somme importanti alle spese di investimento. Continua il cammino virtuoso dell’Ente, i cui primi passi nella procedura di riequilibrio economico e finanziario sono stati volti al pagamento dei debiti. Dal 2014 a oggi i tempi di attesa per i fornitori dell’Ente sono considerevolmente diminuiti, dando così sempre maggiore respiro a imprese, lavoratori e famiglie. La capacità di spesa evidenziata è stata, per quanto riguarda i primi due esercizi 2015 e 2016, determinata anche dal fondo di rotazione che ci ha erogato il Ministero, che ha sì, ovviamente facilitato la capacità di spesa dell’Ente, ma va sottolineato come negli anni seguenti la maggior parte della spesa è da attribuire ai risparmi derivanti dalla rinegoziazione mutui, di importo di 4 milioni di euro per l’anno 2015; 5,5 mln per il 2016; 5,7 mln nel 2017 e 5,9 milioni nel 2018. Tale risparmio proseguirà anche per l’anno 2019 per terminare nel 2020. A tale proposito molto rilevante è la discesa della spesa per interessi secondo una curva abbastanza regolare che fa fronte alla riduzione dell’indebitamento residuo da 151 milioni di euro a 116, con l’obiettivo di arrivare nel 2020 a 108 milioni di euro e di fatto questo significa che a breve l’indebitamento sarà pari al bilancio, Pescara avrebbe così un bilancio migliore di quello governativo. Come detto, malgrado noi non possiamo attingere alla cassa depositi e prestiti siamo riusciti ad avere performance importanti sul fronte lavori pubblici: al 31 dicembre 2017 abbiamo previsto 29 milioni di impegni di investimento, spendendone 14; quest’anno sono 16 milioni come impegno e come pagamenti effettivi. L’Ente avrebbe potuto dedicare tali risparmi all’aumento della spesa corrente, ma ha invece deciso di stornare le cifre citate a vantaggio della città, aggiungendole agli investimenti, la maggior parte dei quali sono nati da istanze dei cittadini e sono stati condivisi con la comunità stessa: quindi manutenzione strade, manutenzione e tutela del verde pubblico e opere pubbliche”.

 

Pescara, 30 gennaio 2019 

 

 

Al via la piantumazione di 140 alberi in varie vie ed aree verdi della città.

on .

Sindaco e Blasioli: “Continuiamo a incrementare il patrimonio arboreo cittadino”

 

Alla vigilia di un importantissimo progetto di arricchimento del patrimonio verde cittadino, in settimana partiranno anche le 140 piantumazioni predisposte dall’Amministrazione e finanziate con 50.000 euro attinti dal fondo di riserva del sindaco. 

 

“Si tratta di un’operazione annunciata – così il sindaco Marco Alessandrini- che si aggiunge a quelle già effettuate a fronte della messa in sicurezza delle alberature pericolose e che restituirà alla città esemplari di varie specie, che potranno crescere e abbellire strade, vie, piazze e parchi pescaresi e che sono”.

 

“Lo scopo di questo importante intervento – sottolinea il vicesindaco e assessore al Verde e Parchi Antonio Blasioli è quello di migliorare gli spazi della Città attraverso il ripristino delle fallanze venutesi a creare soprattutto su vie e piazze, potenziando il verde in alcune aree pubbliche. La legge 10, una sorta di testo unico in materia ambientale, obbliga le Amministrazioni a fare un bilancio di fine mandato in merito agli alberi che sono stati piantumati. Mai come questa volta il bilancio avrà un saldo positivo e i numeri lo testimonieranno insieme al miglioramento estetico e di qualità ambientale di Pescara.

L'intervento principale del progetto prevede la messa a dimora di alberi e arbusti. Le zone interessate sono: Piazza Duca D'Aosta, via Marco Polo, via Conte di Ruvo, Salita Zanni, via Alfonso Da Vestea, via Valignani, via D'Avalos, via Virgilio, parco Giardino Comunale, via Vittoria Colonna, via Luigi Polacchi, via Benedetto Croce, via Delfico e via De Titta. 

Saranno impiegate le seguenti essenze: Pinus pinea, Ligustrum japonicum, Pyrus calleryana Chanticleer, Cercis siliquastrum, Carrpinus orientalis, Hibiscus Syriacus, Populus nigra “Italica” Tamarix gallica e Pittosporum topira. Si tratta di specie autoctone o comunque che hanno una storia in città, dove crescono senza problemi.

Un’operazione che andrà a incrementare il bilancio arboreo comunale e inciderà sul miglioramento degli standard urbanistici, contribuendo a restituire a Pescara la sua immagine di città verde, con beneficio anche per l’ambiente e in linea con gli obiettivi per combattere l’inquinamento adottati da tutti gli organismi di tutela ambientale mondiale.

 

Di seguito le specie e le operazioni che interesseranno ogni strada:

Piazza Duca D'Aosta: pinus pinea

Via Marco Polo: Ligustrum japonicum

Via Conte di Ruvo: Ligustrum japonicum

Salita Zanni: estirpazione e frantumazione delle ceppaie

Via Alfonso Da Vestea: Ligustrum japonicum

Via Valignani: Ligustrum japonicum

Via D'Avalos: Ligustrum japonicum

Via Virgilio: Pyrus calleryana, Cercis siliquastrum

Parco Giardino Comunale via del Santuario: Pyrus calleryana 

Via Vittoria Colonna: Cercis siliquastrum, 

Via Luigi Polacchi: Carrpinus orientalis 

Via Benedetto Croce: Hibiscus Syriacus 

Via Delfico e via De Titta: estirpazione e frantumazione delle ceppaie e ripristino aree

 

Pescara,  27 gennaio 2018  

 

Il vicesindaco e assessore al Verde e Parchi