ULTIMISSIME

Secondo giorno dello screening anti-Covid

on .

Eseguiti complessivamente 2260 tamponi nelle scuole e sulla popolazione

 

E’ proseguito anche oggi il piano dello screening anti-Covid nelle tre aree allestite dal Comune (Pattinodromo-Colli, Stazione ferroviaria di Pescara Portanuova e PescaraFiere in Via Tirino) e gestite dalla Asl per l’esecuzione dei test sulla popolazione pescarese; stessa cosa riguardo ai tamponi effettuati sugli studenti iscritti ai dieci istituti superiori del capoluogo. Sono stati 1127 i tamponi effettuati in giornata sulla popolazione: 400 alla stazione di Pescara Portanuova, 314 presso il Pattinodromo dei Colli e 413 a PescaraFiere in via Tirino.

<Anche oggi non abbiamo registrato code o problemi particolari – ha detto il sindaco Carlo Masci – segno evidente che il sistema è ormai in piena efficienza e a conferma che la metodica delle prenotazioni on-line sul sito del Comune (www.Comune.Pescara.it) è la migliore possibile>.
Stesso parere quello espresso dall’assessore alla Protezione Civile, Eugenio Seccia: <L’andamento ordinato che abbiamo registrato anche oggi dimostra che le procedure ormai sono oliate, a tal punto che da domani incrementeremo di 40 test l’ora il numero delle prestazioni erogate in ognuno dei tre punti di attività>. Gli operatori della Protezione Civile, che stanno lavorando per il controllo e la logistica, hanno ricevuto i complimenti del primo cittadino e la visita di Mauro Casinghini, Direttore dell’Agenzia regionale, che si è detto molto bene impressionato.
In questo 12 gennaio sono stati 1133 i tamponi eseguiti nelle dieci scuole superiori di Pescara: Di Marzio 33, Galileo (Via Vespucci) 210, Bellisario 82, Marconi 105, De Cecco  51, Acerbo 140, Classico 166, Volta 143, Manthoné 63, Da Vinci 140; il dato odierno va ad aggiungersi ai 919 della giornata di ieri. Il personale Ata e i docenti erano già stati sottoposti al tampone antigenico la settimana scorsa, in un numero complessivo di  973 unità.
Pescara, 12 gennaio 2021

 

 

1130 test eseguiti nel primo giorno dello screening anti-Covid

on .

 

Afflusso ordinato nelle tre aree scelte per l’esecuzione dei tamponi
Il sindaco Masci: <Ringrazio il personale impegnato in questa delicata operazione che vuol tutelare la salute dei pescaresi>      

 

<Tutto sta filando liscio e senza particolari intoppi. Le persone oggi non hanno mai dovuto aspettare più di dieci o quindici minuti per essere sottoposte al tampone antigenico nelle postazioni allestite dal comune di Pescara e messe a disposizione della Asl, che deve materialmente eseguire i test sulla popolazione pescarese grazie a medici e biologi affiancati da personale amministrativo>. Il sindaco Carlo Masci ha commentato così nel pomeriggio l’andamento delle operazioni, dopo un sopralluogo nelle tre  location in cui si sta svolgendo lo screening anti-Covid, ossia PescaraFiere (Via Tirino), Pattinodromo di Pescara Colli e stazione ferroviaria di Pescara Portanuova.  In serata sono risultati 1130 i tamponi eseguiti. Anche il sistema delle prenotazioni sta funzionando bene, tanto è vero che a oggi i cittadini stanno già opzionando luogo, date e orari delle prime giornate disponibili, cioè sabato 16 e domenica 17 gennaio. Alle ore 16:45 di oggi erano infatti  6194 le persone già prenotate a partire dallo scorso venerdì 8 gennaio, con una proiezione fino a domenica che supera le diecimila unità. Per ora si procederà secondo la modalità della prenotazione on line sul sito del Comune (www.Comune.Pescara.it), visto che questa procedura ha dimostrato maggiore affidabilità in quanto si evitano file e assembramenti.

Questa mattina è iniziato anche lo screening anti-Covid per gli studenti delle scuole superiori di Pescara, dopo che da giovedì scorso, 7 gennaio, era toccato a dirigenti, docenti e personale ATA impiegato nei 12 istituti del capoluogo. Il piano proseguirà fino al completamento degli elenchi degli studenti (quest’ultimi sono rientrati questa mattina in classe in una percentuale in presenza pari al 50%). Alle ore 16:45 di oggi il numero complessivo dei tamponi eseguiti nelle scuole era pari complessivamente a 2240, di cui 918 effettuati su studenti. Si tratta di un dato ovviamente parziale, in quanto i test andranno avanti per tutta questa settimana e, evidentemente, anche nella prossima quando sarà coinvolto l’altro 50% degli studenti interessati.

<Voglio ringraziare i medici, i biologi e tutto il personale amministrativo che sta gestendo la fase di incoming e di esecuzione dei test presso le postazioni che come Comune abbiamo individuato - ha concluso il sindaco Masci  - Una nota di merito va rivolta anche al personale della Protezione civile, che sta monitorando la regolarità dell’afflusso affinché tutto si svolgo in maniera ordinata, alla Croce Rossa e all’imprenditore Danelli che ha messo a disposizione gli impianti di PescaraFiere in via Tirino>.

 

Pescara, 11 gennaio 2021

Silvano Panunzio di Aldo La Fata (Solfanelli)

on .

Silvano Panunzio è stato in Italia uno dei più illustri e qualificati rappresentati cattolici di quella corrente di pensiero esoterico inaugurata nel secolo scorso da René Guénon e convenzionalmente denominata “tradizionalismo integrale”. Figlio del famoso giurista e politologo Sergio Panunzio (1886-1944), laureato in Scienze Politiche, studioso eclettico ed enciclopedico, Silvano ha esordito giovanissimo come poeta e narratore, orientandosi poi verso gli studi filosofico-giuridici e mistico-religiosi. È autore di centinaia di articoli e di una dozzina di libri che ora vengono riscoperti e ristampati. Considerata la complessità e la vastità dei suoi orizzonti, si sentiva l’esigenza di una biografia che ne delineasse percorsi di vita e idee.

Aldo La Fata, nato a Palermo nel 1964, ha compiuto studi superiori in Lettere e Filosofia e in Scienze Naturali. Allievo di Silvano Panunzio fin dagli anni Ottanta, si è occupato per un decennio della sua rivista “Metapolitica” in qualità di capo-redattore. Ha curato per le case editrici Simmetria di Roma e Iduna di Milano la ristampa delle più importanti opere del Maestro insieme ad alcuni inediti e recentemente, nell’occasione del centenario della nascita, un’opera collettiva a lui dedicata. Attualmente ha in preparazione una corposa antologia di lettere scelte.

La mammina di Roberta Zimei (Tabula Fati)

on .

L’arrivo della nuova levatrice in un piccolo paese dell’Appennino abruzzese apre scenari insoliti nella vita dei personaggi, svelandone i segreti fino ad allora rimasti attutiti dalle consuetudini e dal silenzio, come quei paesaggi di montagna lo erano dalla neve.
     La Mammina è una giovane donna forte e appassionata che non rinuncia al desiderio di essere se stessa neanche quando si scontra contro i muri alzati dagli stereotipi di un ambiente chiuso e ancora ferito dalla miseria causata dalla guerra. La sua ricerca di libertà e il prezzo che dovrà pagare, passano attraverso storie aride e infruttuose come la terra coltivata a fatica dai contadini; come la rassegnazione e il silenzio.
     La Mammina è un romanzo che racconta il desiderio di libertà con la delicatezza di una protagonista, Anticlera Massari, che rifiuta di riconoscersi in un ruolo che non sente suo e che lotta per sfuggire dalle trame di una violenza taciuta e capillare. Con la vitalità, la sfrontatezza e le vulnerabilità di tante altre donne che non hanno voce. È un romanzo che affronta, con un’ironia mai rassegnata, la ricerca di un finale diverso.

Roberta Zimei è nata a L’Aquila e vive a Pescara. È sposata, ha una figlia e una dolcissima labrador chocolate di nome Cuba. Laureata in Lettere moderne, si è specializzata nella comunicazione istituzionale e nella scrittura per il web, campi nei quali continua a lavorare all’Università “G. d’Annunzio”. Qui, dopo un’esperienza nell’emittente televisiva di Ateneo, ha ricoperto il ruolo di capo ufficio stampa per otto anni. Giornalista pubblicista, ha collaborato inizialmente con il quotidiano “Il Centro” e da più di vent’anni collabora con il quotidiano “Il Messaggero”.
     Ha pubblicato i racconti: “Il condominio” nella raccolta Cronache di un tempo senza tempo (Tabula fati, Chieti 2020), “Il venditore di aspirapolvere” nella rubrica letteraria “Il Sabato del racconto” di “Repubblica - Parma” (settembre 2020) e “Zucchero e pane” sulla “Rivista letteraria Formicaleone” (settembre 2020).

Ta