ULTIMISSIME

Diventa operativa la fermata in più per gli autobus diretti a Roma dalla Stazione di Porta Nuova:

on .

“Dalle parole ai fatti. Una scelta a servizio della città”

 

Partito stamane per la prima volta anche da Pescara Porta Nuova il bus diretto a Roma. Si tratta di una novità che arricchisce il tragitto degli autobus no-stop diretti e dalla Capitale, avviato oggi con le vetture Tua e Sangritana, ma aperto a qualunque altro vettore voglia aderire. Sul posto il sindaco Marco Alessandrini, il vicesindaco e assessore alla Viabilità Antonio Blasioli,  il consigliere  Riccardo Padovano, che i colleghi Lola Gabriella Berardi e Adamo Scurti è stato firmatario della mozione approvata unanimemente dal Consiglio Comunale in aprile e realizzata dall'Amministrazione. Presenti anche il presidente di Tua Tullio Tonelli, di Sangritana Pasquale Di Nardo e il consigliere regionale con Delega alla Mobilità Maurizio Di Nicola. Presente anche l’abate di San Cetteo, vicario del Vescovo don Francesco Santuccione per una benedizione del nuovo inizio

 

“Abbiamo fatto il primo tratto del percorso che da oggi in poi poterà alla Capitale  – così il sindaco Marco Alessandrini– Siamo scesi a Pescara Centrale da cui il bus proseguirà la sua corsa, perché questa fermata aggiuntiva nasce con il duplice scopo di alleggerire il carico del termina centrale e portare vita e iniziative anche nella nostra Porta Nuova, integrando lo scalo che oggi è frequentato per lo più da pendolari fra studenti e lavoratori, anche di questa ulteriore possibilità”.

 

“Fermata che sono certo andrà presto a regime anche con adesione di altri vettori, ma anche parcheggi – aggiunge il  vicesindaco e assessore alla Viabilità Antonio Blasioli– Abbiamo realizzato altri 13 stalli come richiestoci anche dai residenti di via Arnaldo da Brescia che agevolerà ancora di più la sosta nell’area, dove esiste anche un parcheggio comunale, in via Misticoni, che potrà diventare una vera e propria struttura di servizio a questa opportunità con una revisione a breve delle tariffe. Non cambiano le partenze dalla stazione centrale, succede solo che  il percorso inizi quindici minuti prima, una scelta che animerà di più e porterà maggiore controllo su questo storico scalo. Inoltre, cosa non trascurabile, si evita di convogliare al centro persone di Porta Nuova che devono prendere l'autobus per Roma, spostandole qui, dove c'è un parcheggio coperto ed è più agevole arrivare”.

 

“Una scelta dettata da argomenti condivisi e dall’amore che abbiamo per questa parte di città – così il consigliere Riccardo Padovano– che partono tutti dal rilancio della vocazione all’accoglienza che la città ha dimostrato di avere e allo sviluppo dei collegamenti con il resto d’Italia. Una comunione di interessi anche riguardo allo sviluppo della città in chiave turistica, tutto questo lo abbiamo tradotto nella mozione per l’istituzione di una nuova fermata degli autobus per Roma a Porta Nuova, davanti alla stazione, perché la zona pozza rivitalizzarsi. Siamo convinti che questa scelta faccia bene al quartiere, alla storica stazione di Porta Nuova che un tempo ha conosciuto grossi traffici merci e di pendolari e alla città tutta che offrirà un servizio in più a chi la sceglie”.

 

Pescara, 7 dicembre 2018

 

Rotatoria del Pronto Soccorso, sì della Giunta al progetto di fattibilità tecnica. *

on .

Blasioli: “Opera doppiamente utile, per fluidificare il traffico di un incrocio pericoloso e agevolare l’ingresso al nuovo Pronto Soccorso” * La Giunta comunale nell’ultima seduta ha approvato il progetto definitivo esecutivo relativo al lavoro di infrastrutturazione e messa in sicurezza della nuova rotatoria che sorgerà in via Monte Fonte Romana dinanzi al nuovo Pronto Soccorso. “E’ un lavoro molto atteso che agevola i cittadini, stanchi di incroci di auto e dei continui incidenti tra via Fonte Romana, via Monte Faito e via Gole di San Venanzio – così il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici *Antonio Blasioli*- Uno degli incroci più trafficati e difficili, anche per il passaggio di tutta l’utenza ospedaliera. Lo spartitraffico verrà sostituito da una rotatoria che nascerà all’altezza dei capannoni degli operai del Comune. E’ un lavoro importante perché parte dalla piena sintonia con la Asl di Pescara e per questo voglio ringraziare il manager Armando Mancini che ha capito l’importanza di un lavoro unitario allorché con il nuovo ingresso del realizzando Pronto Soccorso, le ambulanze rientreranno proprio nell’area dove sorgerà la rotatoria. Il lavoro è stato preceduto da una serie di incontri tra i tecnici comunali e quelli della Asl, culminati che hanno condiviso l’esigenza di un intervento di più ampio respiro per la progettazione e realizzazione condivisa della nuova viabilità esterna ed interna al Pronto Soccorso, diretta ad ottimizzare i flussi veicolari in ingresso ed uscita. Questo lavoro ha portato all’approvazione dello schema di accorso di programma ex art. 34 del TUEL conclusosi con decreto sindacale il 5 febbraio 2018. Il Comune di Pescara sarà stazione appaltante e curerà la progettazione e l’esecuzione delle opere, sia della viabilità esterna che di quella interna, intendendo per viabilità interna quella che condurrà le ambulanze dall’altezza dell’attuale CUP fino all’ingresso del Pronto Soccorso e da qui all’uscita su via Fonte Romana, mentre Comune e Asl pagheranno ognuno per le opere di competenza, per cui la rotatoria sarà a carico del Comune per €. 100.000,00 mentre la Asl stanzierà €. 320.000. L’importo complessivo del progetto è di 420.000,00. Ora parte la gara di appalto, si punta a iniziare i lavori a fine febbraio inizio marzo e sono sicuro che la cittadinanza apprezzerà moltissimo questa opera che fluidificherà la circolazione in un incrocio di massimo afflusso di auto e ambulanze. Ancora una volta dimostriamo di saper centellinare i nostri interventi sui lavori pubblici, intervenendo solo laddove è necessario per la sicurezza degli utenti della strada”.

 

Politiche innovative di Mobility Management:

on .

l’Amministrazione si aggiudica un progetto di 2 milioni per un nuovo modello di mobilità Progetto PESOS, PEscara SOStenible: al via un corso di formazione di mobility manager aziendali per ridurre a cambiare da subito il traffico ordinario a Pescara. Risale al 30 gennaio scorso la “Notifica del Decreto Ministeriale n. 282 del 17/10/2017 di ripartizione delle risorse e di individuazione degli Enti Locali beneficiari del Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro di cui all’art. 5 della Legge 221/2015”, con cui la Direzione Generale per il Clima e l’Energia del Ministero dell’Ambiente ha comunicato al Comune Pescara l’inclusione tra i progetti finanziati. “Si parte lunedì 10 e martedì 11 con un corso di formazione per mobility manager aziendali presso l’Aurum - annuncia l’assessore alla Mobilità Marco Presutti - che ad oggi ha raccolto l’adesione di organizzazioni di rilievo, come: Regione Abruzzo, Trenitalia, RFI, Tribunale, Agenzia delle Entrate, Università, Ordine degli Ingegneri, ASL e Casa di Cura Pierangeli, TUA, SAGA, ARTA Abruzzo, CNA, Adiconsum, e diversi Istituti tecnici professionali e Licei, che parteciperanno con i loro rappresentanti. Oltre venti sigle che potrebbero cambiare, aderendo al progetto PESOS, Pescara Sostenibile, la città in brevissimo tempo. Questa Amministrazione ha centrato l’obiettivo di ottenere un finanziamento di un milione di euro per iniziative volte alla promozione degli spostamenti sostenibili casa-lavoro, adesso è giunto il momento di dare gambe al progetto. Si tratta di un contributo finanziario considerevole che darà sostegno ad una politica pianificatoria che stiamo attuando con tenacia e convinzione, in primis  con la redazione del Piano generate del Traffico Urbano (PGTU) e del  Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS). Dalla fine del 2016, con la nomina del Mobility Manager di area, che nel giro di pochi mesi ha attivato quasi 30 mobility manager scolastici, ora abbiamo risorse umane aggiuntive per gestire questo nuovo fronte operativo di mobilità sostenibile. L’enorme mole di attività in corso e previste è stata esposta in più di una vetrina, dalla prima edizione degli Stati Generali della Mobilità Urbana dello scorso anno, che riproporremo presto in una seconda edizione, ai recenti eventi di Urbanpromo di Venezia e Milano, tutte occasioni che, in un panorama non solo nazionale, pongono questa Amministrazione su un piano di lavoro impegnativo e di responsabilità. Il progetto di oltre 2 milioni di euro è stato redatto dai nostri uffici  in partenariato, grazie ad un bando, con una ATI tra l’Associazione Euromobility e la Società CRAS, con grande esperienza nel settore della mobilità sostenibile. Il finanziamento ottenuto è stato del 49% che consentirà ora di sostenere e integrare opere già previste, come le piste ciclabili di cui al piano triennale dei lavori pubblici all’interno del progetto Bici-in-rete, opere praticamente prossime alla realizzazione concreta. I fondi ottenuti saranno utilizzati per: la costituzione di un Mobility Centre, ovvero un ufficio dedicato alla gestione biennale del progetto; la messa a disposizione di lavoratori, con la formula di “bike trial” (in prova per un  mese) di 150 bici elettriche e pieghevoli; la disponibilità di un fondo di agevolazione per il loro eventuale acquisto; l’attivazione di una piattaforma tecnologica di carpooling; la gestione di corsi di ecoguida; l’acquisizione di totem motivazionali per il conteggio del transito dei ciclisti; la realizzazione di una bike station; la diffusione di kit mobilità e incentivi al tpl; l’attività di comunicazione; l’attività di monitoraggio”. Tutte le informazioni al sito www.progettopesos.it e sulla pagina Facebook

 
 

 

Sì del Consiglio alla riqualificazione dell’Area di Risulta.

on .

Sindaco: “Parte l’iter che trasformerà i 13 ettari di parcheggi e vuoto odierni nel Parco Centrale che la città attende da più di 30 anni”

 

Nella mattinata di oggi il Consiglio Comunale ha approvato la delibera sulla riqualificazione dell’area di risulta. L’aula si è espressa con 16 , 12no, espressi con voto nominale, sui 28 consiglieri presenti. E’ stato approvato anche un ordine del giorno presentato dalla maggioranza, che integra la delibera, invitando il Sindaco e Giunta a dare attuazione alle proposte per integrare il futuro progetto di riqualificazione delle istanze emerse durante l’ultima condivisione avuta con le associazioni e i portatori d’interesse, aspetti che l’Amministrazione si è già detta disponibile a recepire. Sul voto di oggi e sui prossimi passi della delibera, è prevista una conferenza stampa che si terrà domani.

 

“Il punto più importante e strategico del nostro mandato entra in una fase finalmente operativa su una riqualificazione che la città aspetta da oltre trent’anni – così il sindaco Marco Alessandrini– In due giorni abbiamo toccato in Consiglio due traguardi sostanziali per la vita e lo sviluppo della città: ieri con la votazione sulle NTA che torneranno in aula a brevissimo per l’approvazione, oggi l’area di risulta. Parliamo di trent’anni di attesa, trent’anni di inerzia, trent’anni di degrado, trent’anni di no espressi a scapito della città e della comunità che in tanti hanno detto di voler rappresentare. Quello odierno è il primo importante sì farà crescere la città verso Pescara 2027 e l’area vasta, un passo verso il Parco Centrale, il progetto più importante per la città, passo a cui siamo consci che dovranno seguirne altri, altrettanto determinati e determinanti, per cui abbiamo lavorato in questi anni.

Le cose si cambiano amministrando: non si migliora Pescara se si dicono solo no. Noi andiamo avanti e lo faremo con la massima condivisione con tutti i soggetti che accompagneranno l’area di risulta verso la concreta riqualificazione. A tal proposito voglio fare un ringraziamento alla struttura Tecnica con Giuliano Rossi, Tommaso Vespasiano, Francesca Marzetti e Andrea Mammarella che per tre anni hanno lavorato su quello che oggi è non un progetto ma un “appalto in concessione di lavori” e grazie anche alla parte politica, oggi rappresentata dal vicesindaco Antonio Blasioli e ieri con gli ex assessori Enzo Del Vecchio e Stefano Civitarese Matteucci che hanno messo insieme idee e le hanno tradotte in numeri. Noi vogliamo che la città vada avanti e per questo teniamo a questo voto e abbiamo dato la nostra piena disponibilità a migliorare il progetto che nascerà nei prossimi mesi per la riqualificazione dell’area di risulta. Insieme dobbiamo fare di tutto per rendere attrattiva e gradevole la nostra città, specie quando la riqualificazione della sua area più strategica attende da quarant’anni un progetto in grado di decollare: ora c’è un treno che passa ed è quello della modernità, a cui abbiamo lavorato alacremente insieme agli uffici e a i portatori di interesse, non possiamo perderlo. Con le associazioni di categoria che hanno compreso l’importanza del momento, siamo entrati nel merito del discorso, abbiamo fatto un percorso per capire cosa serviva per fare un progetto che è davvero capace di far diventare Pescara la capitale dell’area vasta. Una volta approvato lavoreremo insieme affinché l’area di risulta diventi il Parco Centrale che questa città aspetta e che dopo tanta attesa merita: dove ci sia il verde, dove ci sia un attrattore culturale, dove ci siano spazi capaci di fare vetrina per la città e che non confliggano con l’identità commerciale della zona, che sia in grado di trasformare il vuoto degli 13 ettari di oggi in un punto di forza della città che cresce e guarda al futuro”.

 

Pescara, 11 dicembre 2018